Home Bici Vuoi comprare una e-bike? 10 cose da sapere

Vuoi comprare una e-bike? 10 cose da sapere

0
CONDIVIDI

Vuoi comprare una e-bike? Bici elettrica e bella stagione sono un binomio consolidato. Lo dicono i dati di vendita in costante crescita. Però acquistare una e-bike è anche un investimento. E  vogliamo condividere alcuni consigli di base per scegliere quella giusta per voi. Con una preghiera ai più esperti: integrate questo piccolo decalogo con le vostre “dritte”, sempre utili se nascono da esperienze sul campo. 

1-Vuoi comprare una e-bike, ma di cosa parliamo esattamente?

Innanzitutto bisogna fare chiarezza, soprattutto se si è dei neofiti. Le e-bike non sono tutte uguali e non seguono le stesse regole in ogni paese. In Italia e nella Comunità europea possono circolare liberamente quelle che raggiungono una velocità massima di 25 km/h e un motore da 250 W.vuoi comprare una e-bike Non appena il ciclista agisce sui pedali, il motore si aziona. Più intensa è la pedalata, maggiore sarà la velocità. L’assistenza fornita dal motore elettrico aiuta a procedere specialmente nelle salite più ripide o in presenza di forte vento contrario. Il grado di assistenza è modulabile. Per questo si parla di bici a pedalata assistita

2- Vuoi comprare una e-bike, ma che accade con potenze maggiori?

Sul mercato, soprattutto su Internet e nei siti di crowdfunding in particolare, si trovano e-bike con potenze notevolmente superiori. Questo perché le leggi extra europee sono molto più permissive. Le bici elettriche a funzionamento autonomo, dette anche biciclette a motore, sono diverse perché dispongono di un acceleratore. In altre parole, “vanno da sole”.Vuoi comprare una e-bike

Hanno inoltre una potenza che può arrivare a 1000 W e oltre, e possono raggiungere una velocità massima di 45 km/h. Sono quindi più simili a scooter che a biciclette. Non a caso il Codice della strada include questi mezzi nella categoria dei ciclomotori. Per utilizzare le bici elettriche a funzionamento autonomo bisogna perciò munirsi di casco, assicurazione RC moto e targa.

3-Perché comprare una e-bike?

Oltre agli ovvi benefici di un motore che aiuta a scalare le salite più facilmente e con meno fatica, ci sono molti altri vantaggi.vuoi comprare una e-bike    A chi ha avuto un infortunio o ha delle limitazioni che non consentono di fare sforzi su una bicicletta, le e-bike permettono di continuare a pedalare piuttosto che dover rinunciare completamente al piacere di stare sul sellino. Le bici elettriche colmano il divario tra viaggi abbastanza brevi da percorrere a piedi o in bicicletta e viaggi più lunghi in cui un treno o un’auto potrebbero essere necessari. Si può andare e tornare dal lavoro più velocemente su una e-bike e far diventare l’essere pendolari una occasione per coltivare la propria passione sportiva.

Possono essere una sostituzione valida a una seconda auto di proprietà con tutti i benefici ambientali ed economici facilmente intuibili. E se lo dice Adriano Panatta…

4-Perché qualcuno le definisce “una truffa”?

I puristi della bicicletta muscolare non vedono di buon occhio l’uso delle e-bike. I motivi sono tanti, ma partono da un presupposto sbagliato. I due tipi di bici non possono e non devono essere messi in competizione. In nessun caso una e-bike potrebbe essere usata in contesti agonistici contro le normali biciclette. Per anni infatti si è data la caccia al cosiddetto “doping meccanico”, ma ora la paura sembra passata.

Molti studi hanno dimostrato che gli e-biker svolgono esercizi aerobici molto efficaci. La maggior parte delle e-bike dispone di impostazioni del livello di potenza sui comandi del manubrio. Che consentono di diminuire la potenza se si desidera un maggiore esercizio fisico o di alzarla se si necessita di assistenza. Insomma a ognuno il suo.

5-Come si sceglie la e-bike migliore?

Impossibile fare classifiche. Se vuoi comprare una e-bike, sappi che l’offerta è talmente vasta che si finirebbe comunque col dimenticare qualcosa. La sola questione fondamentale è sapere che tipo di e-bike ci serve. La scelta più semplice è quella di una e-bike da città, o ibrida, adatta a una varietà di usi, tra cui viaggi brevi, passeggiate nel tempo libero e tragitti quotidiani.

Se si preferisce il fuoristrada la risposta è una e-mtb. Sono di certo le e-bike con il maggior successo di vendita. Gli appassionati hanno scoperto come un po’ di assistenza elettrica permetta di andare in fuoristrada anche su sentieri molto impegnativi con minore fatica. Ma non vanno dimenticate le bici elettriche da carico: per il trasporto domestico, ma anche per le consegne a domicilio. Infine, ma non certo ultime, le e-bike pieghevoli, che sono fondamentali per chi ha bisogno dell’ultimo miglio dopo un viaggio in treno o metro.

6-La carica mi basta?

Dato che l’autonomia di una e-bike dipende da diversi fattori, non è possibile dare una risposta generica. La sua durata dipende molto dal profilo altimetrico del percorso, dal peso corporeo del conducente, dal grado di assistenza del motore prescelto. Maggiore è la potenza erogata dal motore, più ridotta sarà la durata della batteria.

vuoi comprare una e-bike

Con la maggior parte delle biciclette elettriche è possibile percorrere mediamente tra i 50 e i 100 km senza effettuare una nuova ricarica. Chi si appresta ad affrontare un lungo tour in bici, durante il quale non vi è alcuna possibilità di ricaricare la batteria, dovrebbe procurarsi una batteria di ricambio. Anche se le elettriche possono essere utilizzate come una comunissima bicicletta, cioè pedalando.

7- Dove si ricarica la e-bike?

Basta una comune presa di corrente e dunque a casa, in ufficio o in luoghi pubblici. Certo i tempi di ricarica, anche i più performanti, non riescono ad andare sotto le due ore e mezzo. Quindi occorre pensarci prima. Le bici si possono caricare anche alle colonnine di ricarica per auto, che ormai si trovano ovunque.

8-Manutenzione della e-bike

Non è vero che una e-bike non ha bisogno di manutenzione. Anche una bici elettrica è soggetta all’usura. Molte officine si sono specializzate nella riparazione di biciclette elettriche. Una o due volte l’anno è bene prevedere un controllo su freni, cambio, motore, gomme. Inoltre prima o poi si dovrà sostituire la batteria. in quel caso la spesa non sarà di poco conto.

9- Quanto dura la batteria?

Verificate quindi le indicazioni del produttore sul loro ciclo di vita massimo. Le batterie più longeve solo quelle agli ioni di litio: durano in genere cinque anni. Il ciclo di vita dipende dalla frequenza con la quale la batteria è stata ricaricata e se è stata utilizzata in modo appropriato. Per prolungarne la vita il consiglio è quello di usare sempre caricatori originali. Evitare gli sbalzi di temperatura attenendosi alle raccomandazioni del costruttore. Non far mai scaricare del tutto la batteria, soprattutto quando non si usa.

10-Una bici può diventare e-bike?

Certo. Ormai esistono kit che permettono di far diventare elettrica qualunque tipo di bicicletta a prezzi accessibili. Sul nostro sito ne abbiamo parlato molte volte e presentando tanti modelli di kit diversi. La raccomandazione per tutti è quello di leggere bene le istruzioni e le raccomandazioni del costruttore, magari affidandosi a un meccanico di fiducia se non si è esperti di meccanica. Insomma, se vuoi comprare una e-bike, meglio informarsi per bene…

Leggi anche: