Home Nautica La prima barca per pulire le acque spinta dal sole

La prima barca per pulire le acque spinta dal sole

2
CONDIVIDI

La barca per pulire le acque è alimentata dal sole e spinta da due motori elettrici. Chiamiamola coerenza. Succede nelle coste di Branford, nel Connecticut 

Clean water and clean energy” ovvero acqua pulita con energia pulita. Questo lo slogan dei responsabili della sanità pubblica del Connecticut,  orgogliosi della “prima barca al mondo per il recupero delle acque reflue con motori elettrici”.  Il battello serve per  proteggere le spiagge, gli allevamenti ittici, i molluschi e le alghe del territorio.

Un progetto della Università di Yale

La barca ha sponsor importanti. Il progetto è stato sviluppato all’interno di un programma di ricerca della Yale University School of Public Health e del Dipartimento della salute del distretto di East Shore. E’ stato finanziato da U.S. Fish and Wildlife Service and Connecticut Department of Energy and Environmental Protection e grazie ad una raccolta fondi locale.

A energia solare pure la pompa per il recupero dei reflui 

Il sistema di propulsione elettrico è stato studiato e realizzato da Torqeedo che ha fornito: due motori fuoribordo Cruise 4.0, quattro batterie Torqeedo Power 48 agli ioni di litio e quattro caricatori. Le batterie vengono ricaricate da otto pannelli solari da 100 watt, fornendo 400 watt a ciascun banco. L’energia delle batterie azionano anche la pompa da 48V 2hp dell’imbarcazione che può contare su un’autonomia pari ad un’intera giornata di lavoro.

Le autorità: alternativa ai motori tradizionali

Oggi siamo orgogliosi proprietari della prima barca al mondo per il recupero dei reflui ad energia solare. Questa unità protegge le nostre spiagge, i molluschi, gli allevamento di alghe, ma affronta anche i cambiamenti climatici che stanno interessando le comunità costiere del Connecticut”. Parole di  Michael Pascucilla, CEO and Director of Health for the East Shore District Health Department. L’agenzia per la salute pubblica parte attiva nel progetto: “La nostra ricerca sulla tecnologia solare-elettrica ha dimostrato che è una valida alternativa ai tradizionali motori a combustione per imbarcazioni da diporto e commerciali, e speriamo che il successo di questo progetto porterà ad una più ampia accettazione di questa tecnologia in tutto il settore marino“.

LEGGI ANCHE: Dieci motori elettrici marini, tutti da conoscere

2 COMMENTI

  1. Per la precisione la prima barca per pulire le acque spinta dal sole che io conosca e’ stato lo zatterino del servizio di nettezza urbana della veneziana Vesta preparata da quel geniaccio di Piero Tosi con motore fuoribordo elettrico e pannelli solari sul tettuccio. Questo più di 10 anni fa.

Comments are closed.