Home Bici Comp e Bosch: motori sempre più light

Comp e Bosch: motori sempre più light

0
CONDIVIDI

Un motore per e-bike invisibile e dal peso di 2,5 kg. Lo produce Comp Drive Systems, azienda della Repubblica Ceca. La nuova gamma Bosch per il 2020.

Preparatevi alla rivoluzione leggera dei motori per e-bike che ci sarà nel 2020. Dalla ceca Comp Drive alla istituzionale Bosch, i propulsori per bici a pedalata assistita limano grammi e centimetri senza perdere in potenza.

Un motore ceco, leggero e intelligente

Comp Drive Systems è un’azienda della Repubblica Ceca partecipata da Agentura Repro. Fa debuttare sul mercato il nuovo C19: un motore centrale ultra-compatto e quasi invisibile appositamente progettato per soddisfare le esigenze dei futuri e-biker, ideale soprattutto per le bici road.

Il motore C19 è realizzato per fornire ai produttori di biciclette elettriche il più alto livello di integrazione al movimento centrale. Una unità compatta, con larghezza 64 mm e un peso di 2,5 kg. Il tutto senza perdere potenza, che rimane di 250W con coppia di 60 Nm. Raggiunge la velocità massima di 25km/h. L’azienda non realizza la batteria perché non vuole limitare i progettisti di e-bike che saranno liberi di scegliere le diverse tipologie da 36V o 48V.

Il motore è compatibile con trasmissioni monocorona o a doppia corona ed è dotato di un sistema che elimina la resistenza meccanica a velocità superiori a 25 km/h, dove la pedalata assistita si blocca.

Il C19 di Com Drive System è dotato del dispositivo gearsensor GSGI, che è in grado di riconoscere la posizione di marcia attraverso il cavo del cambio (anche per cambi al mozzo) e del deragliatore. Si tratta di una tipologia di sensore che durante la cambiata non interrompe esattamente il motore, ma utilizza il tempo variabile di riduzione della coppia del motore durante lo spostamento della marcia. I parametri della cambiata possono essere preimpostati tramite display in combinazione con la raccolta di dati del sistema, in questo modo la marcia utilizzata si può visualizzare sul display.

La società ceca prevede di iniziare la produzione di massa durante la prima metà del 2020, anche se già offre test drive a qualsiasi produttore interessato.

Bosch toglie peso e centimetri

Dal canto suo Bosch si appresta ad affrontare il 2020 con una nuova gamma di motori per e-bike Bosch Performance Line CX. Ideato in origine per le e-MTB, è completamente nuovo sia esteticamente che internamente. Ora è più leggero e compatto rispetto alla versione precedente. 

Pesa 2.9 kg e le dimensioni sono inferiori del 48%, questo permette una migliore integrazione con il telaio di una e-bike e un migliore feeling di guida. Rimangono invariati i livelli di assistenza al motore.

Bosch fornisce anche la batteria: una nuova Powertube 625 dalle dimensioni di 416x84x65 mm e un peso di 3,5 kg. La ricarica avviene tramite il caricatore Fast Charge da 6A, per una ricarica completa ci vogliono 3,7 ore (1,5 ore al 50%). Seconda versione è la batteria Powertube 400 ha un’autonomia inferiore ed è stata realizzata soprattutto per le e-bike urban come alternativa alla versione 500. Misura 349x84x65 mm e pesa 2,9 kg. 

Batteria made in Bosch

Il nuovo motore ora sarà dotato di una corona classica con un attacco Direct Mount, interasse di 104 mm e fattore Q ridotto a 175 mm. È disponibile anche una presa da 12v per collegare componenti esterni al motore come le luci.

Migliorata anche la pedalata per mezzo di un nuovo sistema di trasmissione, con il movimento centrale che rimane libero e ne riduce la resistenza alla pedalata in caso di trazione spenta o di velocità superiore ai 25 km/h. Anche la modalità “Walk” è stata aggiornata, ora è più performante e scattante.

La Performance Line CX sarà disponibile in due versioni: Bosch Performance Cruise con coppia di 65 Nm, velocità massima di 25 km/h e assistenza al motore fino al 300%. Bosch Performance Speed con coppia di 75 Nm, velocità massima di 45 km/h e assistenza al motore fino al 340%.