Home Nautica A Toronto il traghetto va con le rinnovabili

A Toronto il traghetto va con le rinnovabili

4
CONDIVIDI
Il traghetto che fa spola con l'aeroporto

A Toronto, in Canada, l’aeroporto Billy Bishop sarà collegato nel 2020 con il traghetto elettrico  Marilyn Bell  alimentato da fonti completamente rinnovabili: eolico e idroelettrico.

I canadesi hanno rottamato prima il diesel, poi il biocarburante ed evitato l’ibrido. Un traghetto solo elettrico. In questo modo l’atmosfera risparmierà oltre 530 tonnellate di emissioni prodotte oggi dal traghetto. La tratta è molto breve, solo 121 metri, ma la barca lavora di continuo: dalle 5 del mattino a mezzanotte con una frequenza di 15 minuti e si caricano anche le auto. Insomma il motore è sempre acceso.

A Toronto le rinnovabili per il traghetto 

Traghetto elettrico
Il grafico con i dati relativi alle emissioni del porto e del traghetto elettrico

L’energia per il traghetto sarà tutta rinnovabile grazie al “rifornimento” della società Bullfrog Power che assicura: “Sarà una miscela di energia eolica e idroelettrica”. Il processo di sostituzione delle fonti fossili in Ports Toronto fa fare due conti alla società “Con il traghetto le emissioni si ridurranno di oltre 530 tonnellate. Su altri fronti dal 2010 la riduzione è stata di 12.361 tonnellate ed equivale a togliere oltre 2.600 auto dalla strada”.

Meno inquinamento acustico

Toronto panorama
A Toronto l’aeroporto si raggiunge anche via acqua

Il traghetto Marilyn Bell trasporta passeggeri, personale dell’aeroporto e pure le merci da e per l’aeroporto di Billy Bishop. Ma a bordo ci saranno anche i veicoli di servizio per le isole di Toronto. Il progetto inoltre  è inserito nel programma di gestione del rumore negli aeroporti, un dato interessante perché legato al rispetto della qualità della vita dei residenti vicino alla struttura.

Un retrofit da 2,9 milioni dollari 

Quanto costerà il retrofit? La stima è di circa 2,9 milioni di dollari canadesi, a carico di Ports Toronto, l’azienda pubblica federale. Il progetto prevede la partecipazione di Canal Marine & Industrial per la propulsione, degli architetti e degli ingegneri marittimi di Concept Naval ed i consulenti di E.Y.E. Marine Consultants.

LEGGI ANCHE: L’Alabama passa al traghetto elettrico: “Più affidabile del diesel”

4 COMMENTI

Comments are closed.