Home Auto La piccola Renault Zoe (e la piccolissima Twizy)

La piccola Renault Zoe (e la piccolissima Twizy)

2
CONDIVIDI

TORNA A: Comprare un’elettrica nel 2018. Arrivano Audi, Jaguar e…

Va dato atto alla Renault di essere stata tra le primissime Case a credere e investire pesantemente nell’elettrico. E non è un caso se oggi la macchina a batterie più venduta in Europa è la Zoe, simpatica citycar del marchio francese (guarda il nostro test). L’estetica è azzeccata e le proporzioni ben rispettate: la lunghezza non va molto oltre 4 metri (408cm. per la precisione), con una larghezza di 173 cm e un’altezza di poco superiore al metro e mezzo (156 cm).

La vera autonomia: 300 km d’estate, 200 d’inverno

L’autonomia di percorrenza con una ricarica, nella versione che consigliamo (denominata ‘Intens’, batteria da 41 kWh), è di tutto rispetto. I dati ufficiali NEDC parlano addirittura di 400 km, ma la realtà ti riporta almeno a un centinaio in meno, circa 300. Ma d’inverno, con il freddo intenso, si scende a 200, secondo quanto ammette la stessa Renault. Percorrenze che sono comunque un ottimo traguardo per le batterie di oggi. La Zoe può comunque essere equipaggiata con un caricatore intelligente Cameleon TM che promette di immettere in mezz’ora energia sufficiente per almeno 80 km, più che sufficienti per i normali spostamenti cittadini di una giornata. Nella versione più economica, con batteria da 22 kWh, la ricarica richiede ben 8 ore, che si possono dimezzare collegandosi con una wall box che si può installare nel proprio garage. All’acquisto questo è comunque il tema che merita il maggiore approfondimento, anche in relazione al tipo di colonnina di ricarica di cui si dispone, in casa o fuori. Importantissimo è anche lo stile di guida, naturalmente: pigiare al massimo della velocità (poco oltre i 130 per la Zoe) significa sacrificare drasticamente l’autonomia.

Batteria di proprietà o a noleggio?

Quanto al prezzo, siamo in presenza di due listini ben distinti. Uno comprende l’acquisto dell’auto completo di batteria, l’altro si limita al body dell’auto con il noleggio della batteria, per abbattere il costo iniziale (guarda i prezzi ufficiali). Il nostro consiglio è di scegliere questa seconda soluzione. Che consente di diluire l’esborso complessivo e mette al riparo da qualsiasi problema a cui si dovesse andare incontro con le batteria. Con questa soluzione (al momento preferita dall’80% degli acquirenti)  il listino della 41 kWh parte da 25.800 euro chiavi in mano, Iva compresa, per la versione ‘Life Flex’. Sale a 27.700 per la Intens Flex, molto più accessoriata (cerchi in lega, gli utilissimi radar parking posteriori…). La stessa macchina, con la batteria di proprietà, costa esattamente 8 mila euro in più, ovvero 35.700 euro. Quanto al noleggio della batteria, per chi non l’acquista, occorre tenere conto del chilometraggio: sempre per la versione da 41kWh si va da un minimo di 69 euro al mese (con 7.500 km di percorrenza annua) a 119 euro per un forfait con percorrenza illimitata. Soluzione, quest’ultima, all’apparenza non così conveniente, visti i chilometraggi abbastanza limitati delle vetture elettriche.

L’upgrade per chi l’ha già con batteria da 22

Naturalmente per chi si accontenta di batterie con autonomia e potenza più limitati i prezzi sono meno cari: con il modello da 22 kWh si si parte dai 23.300 euro se la batteria è noleggiata e dai 31.300 euro se è acquistata. Secondo noi il gioco del risparmio non vale la candela: si tratta di un motore più vecchio e con un’autonomia praticamente dimezzata, che avrà un valore residuo molto più basso quando si tratterà di rivendere l’usato. E il range di percorrenza delle vetture elettriche mediamente si sarà assai potenziato. Non a caso anche a chi già possiede una Zoe la Renault sta proponendo il cosiddetto ‘upgrade’, ovvero la sostituzione di una 22 kWH con una da 41, al prezzo di 3.500 euro.

 

Due parole sulla TWIZY, la sorellina

La TWIZY è tutta un’altra cosa: pur avendo quattro ruote non è una vera automobile, ma un divertente quadriciclo che si può guidare a 14 anni con patente AM nella versione più leggera (con 45 km. di velocità massima) e a 16 anni con patente nella versione più pesante (80 km. di velocità massima). Si tratta chiaramente di un ‘macinino’ nato per districarsi nel traffico cittadino, a cui bisogna prendere bene le misure (è lungo 234 cm., largo 124 e alto 146). Meglio stare attenti a non esagerare con gli slalom nel traffico, come se fosse uno scooter. I prezzi partono da 7.300 euro, che diventano 11.800 se si preferisce che anche la batteria sia di proprietà. Il noleggio, invece, varia da un minimo di una cinquantina di euro al mese fino a un centinaio, a seconda delle formule.

CONTINUA CON: la Nuova Leaf

2 COMMENTI

  1. Ottimo articolo, ma con qualche imprecisione.
    Le “vecchie” Zoe Q210 ed R240 hanno lo stesso motore delle nuove Q90 ed R90. Cambia solo la batteria che passa da 22 kWh a 41 kWh.
    La batteria da 22 consente di percorrere tranquillamente 170-180 km con una ricarica: una soluzione economica da non disprezzare (mediamente gli italiani percorrono 50-60 km al giorno).

  2. Bravo lorenzo, sono pienamente daccordo con quanto hai scritto. Inoltre confermo che con la batteria da 22 kwh si percorrono in città circa 170 km (che non sono pochi)

Comments are closed.