Home Nautica Evoy va veloce: fuoribordo marino da 150 CV

Evoy va veloce: fuoribordo marino da 150 CV

0
CONDIVIDI
fuoribordo elettrico
Il prototipo del motore elettrico marino Evoy

Evoy punta sulla potenza. Il produttore di motori elettrici marini nord-europeo, con domicilio a Florø in Norvegia, annuncia per il 2021 un fuoribordo da 90 kW con prestazioni  equivalenti ad un 150 CV.

Nel 2023 Evoy vuole la potenza da 450 CV

Nautica elettrica

Leif Stavøstrand, il CEO di EvoyCuriosi di provarlo, ma il marchio, concepito nel 2003 ed in acqua dal 2018, punta anche a un motore elettrico equivalente ai 300 CV nel 2022 fino ad un 450 nel 2023.

Barca elettrica

Sisrema di propulsione entrobordo di EvoyNon si hanno ancora i dettagli sul sistema di propulsione. Il motore Evoy però dovrebbe essere alimentato da un pacco batteria modulare (in blocchi da 25 kWh) che dovrebbe permettere una capacità tra i 50 e i 100 kWh.

Il prototipo è stato testato l’estate scorsa e si è ormai pronti per la produzione in serie dopo le ultime prove previste nel 2020 e poi lo sbarco sul mercato nei primi mesi del 2021. Di Evoy abbiamo già parlato, vedi qui l’articolo, per la produzione della barca di serie da 50 nodi. C’è anche un record (non ufficiale) da 55 nodi da segnalare.

Per il turismo artico a zero emissioni

Polar Cruise

Una spedizione turistica nelle regioni artiche con la con la compagnia HurtigrutenPerché tanta potenza? Per poter navigare in condizioni difficili e sicure nelle spedizioni lungo le regioni artiche, il segmento Polar Cruise. Una collaborazione con il tour operator Hurtigruten che aveva richiesto 30 sistemi di propulsione per il 2020. C’è da aspettare, ma l’obiettivo è alto: offrire solo crociere a zero emissioni.

Karin Strand, vice presidente expedition di Hurtigruten, crede nella rotta elettrica:”Utilizzeremo i motori elettrici anche nelle barche più piccole per far diventare naturale l’uso della propulsione elettrica”. Una buona notizia visto che la flotta è composta da 15 navi.

Lo Stato finanzia la ricerca Evoy

Il fuoribordo è appositamente progettato per adattarsi allo Zodiac Milpro MARK 5, uno standard industriale per le crociere nelle regioni artiche. Il partner, sempre norvegese, sarà quindi Frydenbø Milpro che fa capo alla società Frydenbø Marine del Gruppo Frydenbø. La conduzione è familiare ma con 550 dipendenti ed un fatturato di 2,9 miliardi nel 2018.

Nautica elettrica

Il team di EvoyC’è tanta ricerca e come succede spesso in Norvegia lo Stato attraverso Innovation Norway ha supportato il progetto del fuoribordo elettrico con 1,8 milioni di euro. C’è forte attenzione allo sviluppo della nautica elettrica. Evoy è impegnato su diversi fronti: dai pescherecci ai traghetti che offrono le crociere nei fiordi. I sistemi sono molto potenti: fino a 596kW. Insomma nei mari più a nord si vuole sempre meno combustile per motori termici.

LEGGI ANCHE: Leisure 28 Electric: vola a 40 nodi con motore da 240 kW