Home Nautica Evoy1, barca di serie da 50 nodi. Varo con il premier

Evoy1, barca di serie da 50 nodi. Varo con il premier

5
CONDIVIDI

Evoy1, la barca elettrica che vuole essere la più veloce tra quelle prodotte in serie. E’ stata battezzata dal premier norvegese Erna Solsberg. Quando la politica dà la scossa.

Test con Evoy 1
Evoy 1 mentre vola sull’acqua

In Norvegia sappiamo degli incentivi alle auto elettriche, ma c’è pure una politica attenta alla nautica a emissioni zero. Merito dei programmi pubblici, ma contano pure gli atti simbolici. Il varo, per esempio, con il premier Erna Solsberg di Evoy1. La barca che punta a conquistare il record di velocità  di quelle prodotte in serie. Una velocità sostenuta nell’uso quotidiano.

Al varo di Evoy 1
La premier novegese Erna Solsberg al varo Evoy 1

Il marchio Evoy va veloce, nato 18 mesi fa

in cantiere
Evoy 1 in cantiere

Parliamo di una barca veloce, ma pure di un’azienda che ha bruciato i tempi. Leif Stavøstrand ha fondato Evoy (qui il sito) all’inizio del 2018 e in meno di 18 mesi ha messo in acqua la sua creatura. Ora è vicino al suo sogno: costruire la barca elettrica, prodotta in serie, più veloce al mondo.

Finanziato da Innovation Norway

test prova di Evoy 1
Un prova test di Evoy 1

L’obiettivo tecnico ed industriale di Evoy è stato condiviso con il cantiere Helgeland Plast e gli esperti di sistemi elettrici e batterie Clean Marine Switchboards. Per ottenere certi obiettivi servono però le risorse finanziarie. Arrivate con gli investimenti di Innovation Norway e l’incubatore tecnologico Aksello più la banca SSF  (Sparebanken Sogn og Fjordane) e questo è un buon segno: si crede nell’investimento.

A caccia del record 

Del record assoluto abbiamo parlato (guarda) con il Jaguar Vector Racing, che ha sfoderato  76.7 nodi / 142 kmh. Mentre per le barche di serie è di 51,3 nodi, toccato dal SAY29 Electric (abbiamo scritto anche di questo, guarda). Record che Evoy vuole superare: ha già raggiunto i 49, ma Stavøstrand e i suoi sono sicuri di fare il primato.

Evoy1 è la versione elettrica di una barca da lavoro

L’Evoy1 è molto diverso dall’elegante e lussuoso SAY29. Si tratta della versione elettrificata di una barca da lavoro da 12 posti, prodotta da Helgeplast. L’obiettivo è il record, ma anche gli ordini di acquisto. Lo staff di Evoy sta partecipando alle fiere del Nord Europa e ha in cantiere anche la produzione di motori fuoribordo.

Un motore da 670 kW, batterie da 100 kWh 

al lavoro

Vediamo alcuni dati tecnici di Evoy1. Impressionante l’alimentazione, con 14 pacchi batterie di Clean Marine per una capacità da 100 kWh. Si ricarica – sostiene l’imprenditore Stavøstrand – in soli 30 minuti. L’autonomia ad una velocità di crociera da 25 nodi è di circa 1 ora. Il motore è imponente: ben 670 kW ovvero 900 CV. Secondo Christopher Butlin, responsabile marketing di Evoy, sono elementi che permettono di avere successo sia nel settore-lavoro, acquacoltura in particolare, sia in quello turistico.

LEGGI ANCHE: Nautica elettrica: nel 2027 business da 20 miliardi di dollari

5 COMMENTI

  1. Complimenti, ma vorrei sapere il costo di 100kwh di batterie. Io per curiosità ho cercato il costo di batterie da 20 kwh e ho trovato cifre Sui 15000 €.

    • Su questa barca non hanno ancora rilasciato le informazioni sul costo anche perché si sta ancora testando il motore per poter superare i 51 nodi. Il costo industriale di 1 kwh è sui 200 dollari, poi bisogna vedere il lavoro sul pacco batterie

  2. Le batterie possono costare molto meno formando il pacco secondo le esigenze. Bms affidabile e essenziale come il know how di fabricazione. Sottolineo che io uso le batterie di produzione giapponese o/e coreana vuol dire assolutamente originali !

  3. Un pacco batterie da 100kWh (secondo me suddiviso in più batterie – credo circa 18-19kWh/cadauna) costerà tra 50-70mila euro.

Comments are closed.