Home Auto Elettriche sportive, c’è anche Tata

Elettriche sportive, c’è anche Tata

0
CONDIVIDI

Arriva anche Tata al gran ballo delle sportive elettriche. Dopo la croata Rimac, l’americana Fisker  e la cinese Nio con la EP9 e le Tesla, non poteva mancare un modello indiano, sportivo e ad emissioni zero, la Tamo Racemo±.

Una coupé lunga meno di 4 metri

Tata non è un nome qualsiasi. Oltre ad essere uno dei più importanti conglomerati indiani (industrie, hotel, software…), è il proprietario del binomio inglese Land Rover-Jaguar. Con la linea Tamo Racemo, presentata un anno fa al Salone di Ginevra, è già alla terza variante. E in questo caso si tratta di coupé a due posti elettrica-pura, dato che la piattaforma MOFlex  è stata pensata per ospitare anche questo tipo di propulsione. Chiariamo subito, con riferimento ai modelli citati sopra, che non siamo in presenza di una supercar, ma di un’auto molto più abbordabile anche nel prezzo. Progettata a Torino, nello studio Trilix, che lavora per Tata. Vediamone brevemente le caratteristiche. Ovviamente, rispetto alle versioni con motore termico, manca la griglia anteriore per il radiatore e nel retro l’alloggiamento dello scarico è stato chiuso. In omaggio alla sostenibilità, il colore è blu, così come le ruote anteriori da 18 pollici. Il motore ha una potenza massima di 204 cavalli, con una velocità di punta di 200 km all’ora. L’autonomia annunciata è di 350 km, con la doppia opzione della ricarica rapida (corrente continua- DC) e ricarica lenta (corrente alternata- AC). Le misure sono decisamente compatte: la Tamo Racemo è lunga 3,985 mm (qualche centimetro in meno della Fiat 124 Spider), larga 1,824 mm e alta 1,208 mm. L’apertura delle portiere, sempre suggestiva, è ad ali di gabbiano.

Il filmato sotto, da AUTOCAR India, è dedicato alla Tamo con motore termico presentato a Ginevra 2017.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome