Home Scenari Debutta Reinova, piccolo grande miracolo elettrico italiano

Debutta Reinova, piccolo grande miracolo elettrico italiano

0
CONDIVIDI

Alle 10 di oggi, 10 luglio, si sono accese le luci nello stabilimento Reinova di Soliera (Mo). Il 10 luglio è la data di nascita di Nikola Tesla. Esattamente 165 anni dopo inizia a lavorare il nuovo polo d’eccellenza della mobilità elettrica. Reinova è un super laboratorio dedicato allo sviluppo e alla validazione di componenti per il Powertrain elettrico e ibrido al servizio della Motor Valley emiliana. E più in generale, di tutta la filiera italiana della mobilità sostenibile.

Come NiKola Tesla, pioniere della seconda rivoluzione industriale grazie alle sue  scoperte in materia di elettromagnetismo, anche Reinova vuole gettare la basi della mobilità del futuro. Nella visione di Reinova l’innovazione tecnologica la renderà più semplice, sostenibile e sociale.

reinova
L’interno della stabilimento Reinova poche settimane fa, prima che fossero installati i macchinari

Nata da zero in meno di sette mesi

Reinova è il frutto di un piccolo grande miracolo italiano. «Per il particolare momento storico e la pandemia che ci ha colpito _ ha detto Giuseppe Corcione, AD di Reinova _ riuscire a rispettare l’obiettivo di apertura dello stabilimento entro questa data è stato sfidante, per diversi motivi molti indipendenti dalla nostra volontà, come la carenza di materiali o i ritardi delle spedizioni». E’ trascorso infatti meno di un anno dalla ideazione di Reinova e meno di sette mesi dall’apertura del cantiere del nuovo stabilimento di Soliera, realizzato da zero. «Tutto ciò ha richiesto il 110% da parte di tutto il team Reinova e di tutti i nostri fornitori, a cui voglio rinnovare pubblicamente i miei ringraziamenti» ha aggiunto.

Per Corcione la nascita di Reinova amplierà e darà un boost allo sviluppo della già ribattezzata «E-Valley», «infatti siamo convinti che la nuova rivoluzione della mobilità è nell’elettrificazione e in Reinova vogliamo guidarla con idee innovative, creatività ed efficienza. Essere pionieri nell’applicazione di una tecnologia e renderla utilizzabile e sostenibile è un percorso complesso ma è il nostro obiettivo e vogliamo raggiungerlo con determinazione».

Un futuro fatto di velocità e agilità

reinova
Giuseppe Corcione

L’inaugurazione si è svolta in modalità virtuale, dal sito dell’azienda. Una scelta dovuta al perdurare delle restrizioni vigenti per il contenimento della pandemia. L’evento in presenza è stato posticipato a ottobre prossimo.

La rivoluzione elettrica, ha spiegato Corcione, porta due grandi cambiamenti nel settore industriale: la velocità con cui ti muovi e l’agilità con cui cambi direzione. «I due paradigmi rappresentano una sfida difficile per un mondo estrememente stabile e conservativo come quello dell’automotive. Con l’avvento dell’elettrificazione, invece, ci vuole velocità nel time to market, perchè l’inovazione deve essere introdotta in 24-30  mesi anzichè in 5 anni, e agili a cambiare direzione perchè l’evoluzione apre continuamente campi inesplorati. Il segnale che volevamo dare al territorio è essere noi stessi un esempio di velocità e agilità».

Reinova attacca una spina che non staccherà mai

reinova

Il ramp up industriale dello stabilimento prevede di raggiungere il 30% della capacità produttiva già in agosto. Da settembre salirà al 45-50% e al 100% entro fine anno. L’attvità in fabbrica coprirà 7 giorni su 7, 365 gioni all’anno e 24 ore su 24. Come un altoforno o una centrale nucleare, insomma, Reinova attacca oggi una spina che non staccherà mai.

LEGGI ANCHE: Dell’Orto e Energica si affidano a Reinova per il loro E-Power

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome