Home Bici Rion RE90 Race Edition: in monopattino ai 160

Rion RE90 Race Edition: in monopattino ai 160

2
CONDIVIDI
esc monopattini, rion

 

Si può correre a 160 km/h su un monopattino? Si, si può. Si correrà, forse anche più velocemente, a partire dal prossimo anno. Farlo in pista può sembrare una follia, anche se gli organizzatori dell’Electric Scooter Championship (eSC) assicurano che i piloti saranno obbligati a osservare rigorose norme di sicurezza. Ma in strada? Anche. La californiana Rion, infatti, vende un monopatino in grado di sfrecciare a 100 miglia orarie, 160 km/h appunto. Non c’è Paese al mondo che lo consenta. Tuttavia siamo curiosi di vedere se gli acquirenti della Race Edition del Rion RS90, dopo aver speso 6.800 dollari per acquistarlo, si accontenteranno di rispettare i lmiti di legge. Vale a dire “passeggiare” con un filo di gas fra i 20 e i 25  Km orari, come prevsto nei vari codici della strada.

Dall’anno prossimo in gara con il campionato eSC

Le prime gare del nuovo campionato eSC le vedremo all’inizio dell’anno prossio, probabilmente in America dove due vecchie conoscense dell’automobilismo, Hrag Sarkissian e Khalil Beschir, hanno concepito il “folle” progetto. Li supportano però nomi altisonanti come il pilota di Formula E e ambasciatore delle Nazioni Unite Lucas di Grassi e l’ex pilota di F1 Alex Wurz.

Le gare si disputaranno nell’ambiente naturale dei monopattini elettrici, cioè su circuiti cittadini, con veicoli sviluppati ad hoc. I team e i piloti eSC useranno scooter ad alta velocità appositamente progettati per superare abbondantemente i 100 kmh.  I punti di forza, secondo i promotori, sono tre: i costi non proibitivi dei veicoli, la trasversalità delle attitudini dei futuri piloti (automobilisti, ciclisti, pattinatori, motociclisti e snowboarder), la fenomenale diffusione dei monopattini elettrii nel dopo Coronavirus (leggi).

esc monopattini rion

Li Grassi: “Un brivido accessibile e sostenibile”

«Come pilota, voglio creare una serie che abbia tutto il brivido e l’intensità della serie motorsport con cui siamo tutti cresciuti, ma con i costi e le responsabilità che la rendono accessibile e accattivante per tutti» ha dichiarato Di Grassi. «Questo è il prossimo passo di un viaggio davvero emozionante» ha concluso.

L’eSC assicura di aver già contattato un fornitore per lo sviluppo del primo modello da gara, che presenterà entro la fine dell’anno. Secondo qualcuno potebbe trattarsi proprio di Rion. Non a caso Beshir ha parlato della Rion RE90 Race Edition come la «Bugatti dei monopattini elettrici».

Rion RE90, una Bugatti a due (mini) ruote

Rion RE90 Race edition

I costruttori lo definiscono «il monopattino più veloce del mondo» e su questo non si discute. I due motori da 5 kW potrebbero spingerlo anche oltre le fatidiche 100 miglia. I progettisti, bontà loro, l’hanno però autolimitato a 80 miglia. Pesa solo 31 kg, grazie all’abbondante uso di carbonio per il corpo, il manubrio, i palo che lo regge e i parafanghi. In aluminio solo i due gracci con ammortizzatore anteriore e posteriore. Il pacco batterie da  96,6 V 30 Ah è assemblato con 30 celle al litio 21700 (come Tesla). L’autonomia è di 60 km.

“Arma letale” a 6.800 dollari, spedizioni world wide

rion, esc

I pneumatici sono racing slick pmt. Entrambi i freni sono a disco con comando idraulico e pinze in carbonio Magura. Viene venduto on line, con spedizione in tutto il mondo. Ma farselo spedire costa 300 dollari, che si aggiungono ai 6.800 dollari del prezzo di listino. Molto per un monopattino, poco per un bolide. O sarebbe meglio definirlo “un’arma letale”?

LEGGI ANCHE: Il listino facile dei monopattini elettrici

2 COMMENTI

  1. Mi sai anche dire quanto ci vuole per arrivare in Italia?? Poi la spedizione in realtà è di 600euro….

Comments are closed.