Home Scenari Musk a sorpresa: più petrolio e gas o si va al collasso

Musk a sorpresa: più petrolio e gas o si va al collasso

74
CONDIVIDI
Elon Musk ha 51 anni. Ha fondato Tesla nel 2004, con i proventi della vendita di PayPal.

Musk a sorpresa (ma non più di tanto): più petrolio e gas o si va al collasso. Il fondatore di Tesla affronta con grande realismo la crisi energetica mondiale. 

Musk a sorpresa: altrimenti la civiltà crollerà

Solo chi non conosce la sua storia continua a pensare che Musk sia una specie di inventore pazzo che insegue con fanatismo idee estreme. Nelle sue avventure imprenditoriali, da PayPal a Tesla e anche a Space X, Elon ha invece sempre dimostrato grande pragmatismo. E ora sorprende tutti (ma non noi) spiegando che c’è ancora bisogno di estrarre petrolio e gas. Altrimenti si rischierebbe il collasso e le aziende non avrebbero più energia sufficiente per andare avanti. “Realisticamente penso che dobbiamo usare petrolio e gas nel breve termine, perché altrimenti la civiltà crollerà“, ha affermato l’imprenditore in occasione di un evento sul futuro dell’energia a Stavanger, in Norvegia. Il Ceo di Tesla ha suggerito che bisognerebbe continuare l’esplorazione di fonti fossili che è giustificata “alla luce delle sanzioni contro la Russia“. Anche perché ci vorranno ancora alcuni decenni per completare” la transizione energetica.

musk a sorpresaIl fondatore di Tesla: folle rinunciare al nucleare

Musk ha comunque auspicato un aumento delle rinnovabili, in particolare l’energia eolica e solare, Affermando “che potrebbe diventare una fonte di energia fondamentale, soprattutto nei periodi in cui la richiesta è più alta”. Il numero uno di Tesla si è espresso anche a favore di un ritorno al nucleare, in riferimento anche ai piani del governo tedesco di chiudere tutte le centrai entro fine anno. Aggiungendo che “dal punto di vista della sicurezza nazionale, è folle e dannoso per l’ambiente chiuderli”. Musk si trova a Stavanger su invito dell’aziendanorvegese Evoy, specializzata in fuoribordo elettrici di grande potenza, che rincorre il record mondiale di velocità in elettrico. In questi giorni nella cittadina norvegese si tiene la fiera ONS, Offshore Northern Seas, uno degli appuntamenti più interessanti del panorama mondiale.

musk a sorpresa—   Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it   —
Apri commenti

74 COMMENTI

  1. A me impressionano più i fatti di Elon Musk che le sue chiacchiere …
    spesso ingigantite e in parte distorte
    IL FATTO
    la settimana scorsa è stato certificato che la VIRTUAL POWER PLANT di Tesla
    FUNZIONA !!

    2300 case dotate powerwallcotrollate da una IA , hanno ceduto 16.6 Mega Watt , impedendo il collasso della rete elettrica Californiana

    il futuro è cominciato

      • non mi sembra che nella rete italiana ci siano quasi 3000 utenti reali ..
        che hanno BATTERIE DOMESTICHE collegate e amminisitrate dal gestore di rete elettrica all’abbisogna

        a livello SPERIMENTALE , Enel ha collaborato con Nissan e ora con Stellantis per il
        V2G Vehicle to grid
        MA A LIVELLO SPERIMENTALE !

        mentre VPP di TESLA E’ REALTA’ e funziona
        16,6 MegaWatt con tremila Powerwall

        pensate se Powerwall formato MAXI ,alias MEGAPACK, fossero abbinati a pensiline fotovoltaiche nei parcheggi e a supercharger
        sparsi lungo le strade ,autostrade e ferrovie di tutto il mondo

        • 16.6 MW di potenza installata impediscono il collasso della rete elettrica della California!?
          Può citare le fonti?
          Con tutti i metodi di stoccaggio a griglia aspettano l’energia elettrica delle batterie per evitare il black-out

        • Come imnaginavo, oltre ai link a caso siamo forti anche nelle informazioni a caso. I 16.6 MW di cui psrla non hanno impedito alcun collasso della rete e i link firniti lo confermano limitandisi a dire che aiutano ad equilibrare il carico sulla rete. Nessuno, con un minimo di preparazione, può credere che la rete di un grande stato può essere modulata con 16.6 MW di batterie

          • ma cosa c’è da capire ?
            Se al gestore manca potenza li chiede ai powerwall
            l’IA di Tesla chiede a chi ne ha

            il compenso tra 10 e 60 dollari a chi ha condiviso il powerwall
            A EVENTO
            da un’idea di quanto sia importante questo sistema per stabilizzare la rete
            PRIMA che vada in crisi

            PER ME E’ LA NOTIZIA DELL’ANNO
            soprattutto in proiezione , come ho detto ,abbinata alle colonnine superfast e rinnovabili e campi fotovoltaici lungo autostrade e ferrovie

        • Lei ha esordito dicendo che la cessione di energia elettrica da parte di questi powerwall ha impedito il collasdo della rete eletteica della Califirnia, il che non è vero. Questo stavo contestando. Infine, quella che viene ceduta è l’energia elettrica e non la potenza installata, per intenderci non è stata ceduta la potenza dei powerwall di 16.6 MW ma l’energia elettrica generata.

          • no è lei che non ha capito un granchè ..
            guarda il dito ma non la luna .

            l’energia si misura in Watt Ora , Wh
            la potenza in Watt e basta
            sa come funziona un trasformatore ?
            non legge l’inglese ?
            io non lo parlo fluentemente ma lo leggo
            ai miei tempi l’informatica si studiava su testi americani ..

            nel link a Teslarati , che ironicamente ho definito “a caso”
            c’è tutto
            16596 Watt a casa mia sono 16,6 MW
            POTENZA CEDUTA a UN GESTORE
            POTENZA , NON ENERGIA

            in realtà sono 18 MW con due gestori PG&E e SCE
            e i powerwall molti meno di tremila , 2600 case coinvolte

            se lei avesse un briciolo di onestà intellettuale o forse di competenze tecniche
            non si sarebbe inotrato in questa polemica sterile

            l’unica cosa che potrebbe dire , che questi interventi
            sono limitati nel tempo
            e che “FORSE” mettere un powerwall al litio nella cantina di ogni casa sarebbe costoso
            io avrei risposto che sono in sperimentazione batterie ferro aria
            che potrebbero costare un decimo di quelle litio ferro fosfato
            oltre che anche in Italia è partita la sperimentazione di stoccaggi STAGIONALI con la compressione della CO2 in sardegna

            la rivoluzione elettrica è iniziata
            non è detto che dobbiamo cominciare per forza dall’auto

            “la batteria in cantina” di Tesla ..
            VPP (VIRTUAL POWER PLANT)
            è geniale e ..
            FUNZIONA !
            con chimiche e sistemi di accumulo a buon mercato ,
            che si prospettano , rivoluzionerà il mercato dell’energia
            c’è chi farà un sacco di soldi , non ha caso Musk ha detto che il business dell’auto in un prossimo futuro sarà marginale rispetto a quello dell’energia ;
            MegaPack ecc..

            l’aumento del prezzo del gas che ci sta massacrando in questi mesi
            dovrebbe far aprire gli occhi agli scettici
            e far tramontare PRIMA l’era dei fossili
            chi può investa in solare , termico e fotovoltaico
            faranno calare la domanda di gas ,
            e con il calare della domanda , anche di pochi punti percentuali
            farà diminuire il prezzo del gas per chi non ne può fare a meno

            i miei due centesimi progressisti e contr la retorica di sistema

          • errata corrige
            sostituire 16596 Watt a casa mia sono 16,6 MW
            16596 kWatt a casa mia sono 16,6 MW

        • Ho sbagliato io a scriverle. Quella che è stata ceduta è energia elettrica che si musura in Wh, mentre è lei che ha parlato di potenza ceduta mica io. Io sono un ingegnete elettrico che lavora nel campo e se lri con giochini di parole vule fare passare me per ignorante, sport nazionale su questo sito, e si diverte così faccia pure.se avesse letto meglio il mio intervento avrebbe caputo che sto contestando proprio la cessione della potenza delle batterie alla rete e non che l’energia elettrica ceduta si calcola in Watt.

  2. Boh, chi mai ha sostenuto che gas e petrolio vanno “chiusi” immediatamente?
    Io sento sempre dire che si devono incrementare molto più velocemente le rinnovabili per poter di conseguenze ridurre sempre più le altre fonti inquinabili.
    Si deve inoltre adeguare l’infrastruttura in modo da poter sempre più agevolmente fruire dell’energia verde e fare un ulteriore passo passo verso la transizione ecologica.
    Cosa c’è di sbagliato in questo considerato che ci metterebbe al riparo dai ricatti e dalla speculazione energetica?
    E’ difficile, ci vuole tempo?
    Certo, ma è un motivo in più per rimboccarsi le maniche… oppure c’è lo scoglio insormontabile degli interessi ENI, Enel ecc.?

    • “Boh, chi mai ha sostenuto che gas e petrolio vanno “chiusi” immediatamente?” Qua dentro tantissimi utenti lo sostengono un giorno si e l’altro pure che va tutto eliminato non oggi, ma ieri. Che poi sia una follia è pacifico come che ci voglia del tempo per completare una transizione fondamentale per le sorti del pianeta

      • Non credo che nessuno abbia mai detto che andava eliminato ieri tutto d’un botto, semmai che questa “transizione” avrebbe dovuto iniziare con assoluta buona volontà da parte di tutti gli attori, almeno una decina di anni fa.
        E’ molto diverso, che ci voglia tempo lo sanno tutti ma il tempo è proprio l’elemento che più ci manca.
        Ed allora perchè tutti questi infiniti ritardi?
        A scanso di equivoci la transizione ecologica non è la sostituzione delle auto termiche con le EV, questo è solo un tassello… tassello di cui si occupa questo portale.

  3. Elon Musk, il grande bluff!!!
    Tutti sappiamo che dipendiamo dal petrolio e dal gas ed ora il grande genio, proprio lui ci tiene a ricordarcelo. Mah…..

    • ma se lo dice il genio, ora il petrolio fa figo…perchè lo dice Elon come lo chiamano…perchè ci vanno a cena assieme…

    • già già
      “..scoperte scientifiche non autorizzate dai governi europei…”

      perchè le scoperte scientifiche hanno bisogno di autorizzazione…già già…

      Galileo ha scoperto i satelliti di Giove senza autorizzazione:
      ha ritrattato, ma la scoperta era stata fatta ed è rimasta!

      ma santo cielo, ma come funziona la ricerca scientifica nel mondo è una rgomento così sconosciuto da far sconfinare le menti verso i soliti complottoni?

      • È dai tempi della guerra fredda che viene affrontato apertamente il tema del controllo della tecnologia duale.
        Definire le tecnologie duali di interesse strategico e militare ed impedire che tecnologie aventi possibili applicazioni militari vengano rivelate è stato il campo più dibattuto dall’origine degli stati.
        In Inghilterra l’Official Secrets Act del 1889, negli Stati Uniti The Defense Secrets Act del 1911.
        In Italia sussiste il segreto di Stato posto dal Presidente del Consiglio dei ministri – mediante apposizione, opposizione, o conferma dell’opposizione – su atti, documenti, notizie, attività, cose e luoghi la cui conoscenza non autorizzata può danneggiare gravemente gli interessi fondamentali dello Stato.
        Si tratta di un atto politico che può essere disposto esclusivamente dal Presidente del Consiglio dei ministri in quanto vertice del potere esecutivo.
        La costruzione dell’istituto – concepito quale elemento di tenuta dell’intero sistema democratico – è volta da un lato, attraverso la previsione di limiti e garanzie, a circoscrivere e regolare l’utilizzo del segreto di Stato, dall’altro ad assicurarne l’effettività, limitando l’accesso alle notizie tutelate da questo vincolo a un numero estremamente ristretto di soggetti.
        Indicativamente annovera:
        segreti riguardanti le principali decisioni politiche in materia di affari di stato;
        segreti nella costruzione della difesa nazionale e nelle attività delle forze armate;
        segreti nelle attività diplomatiche e in attività legate all’estero, nonché segreti da mantenere come impegni verso l’estero;
        segreti dello sviluppo economico e sociale nazionale;
        segreti riguardanti la scienza e la tecnologia.
        L’elenco delle tecnologie duali si arricchisce continuamente: dalle nanotecnologie ai sistemi di produzione dell’energia.

  4. Salve, proprio oggi pomeriggio parlavo con un mio conoscente circa la sua favorevole apertura a centrali nucleari oltre che termovalorizzatori per i rifiuti, quando gli ho prospettato il fatto che ci vogliono anni prima che entrino in funzione anche se cominciassero a costruirle oggi stesso senza considerare il tempo per decidere dove costruirle ( chi le vorrebbe nel proprio comune di residenza ? ) mi ha chiesto allora quale fosse la mia soluzione.
    L’ Italia ha il 90 % di costa e si potrebbe sfruttare l’ energia che si puo’ ricavare dal moto ondoso del mare, costante ogni giorno e visivamente non impattante in quanto sotto il livello del mare, non costoso come il nucleare senza considerare il problema delle scorie poi.
    La tecnologia c’e’, le idee e brevetti anche, quello che manca e’ la visione ma soprattutto la volonta’ da parte di chi ha in mano le sorti di un paese.
    P.s. Questa sarebbe solo una delle soluzioni.

    Saluti.

  5. Un sognatore, 9000 aziende chiuderanno in autunno per aver chiuso i rubinetti del gas e del petrolio dalla Russia! Fonte Tg. L’energia per oggi la stiamo pagando in bolletta il triplo, in autunno vedremo. Apriamo le centrali a carbone che inquinano il triplo del gas. una strage

  6. Ho sempre detto e affermato le stesse cose che oggi dice Musk, tutti a menarmi, offedermi. Adesso che lo dice il vostro idolo, tutti a sbavare bhoo.

    • Nessuno sbava e Musk non è il nostro idolo. Lei ha sempre scritto una sola cosa: elettricità a 1 euro per kWh in ottobre. Vedremo.

      • Ho sempre detto : prima energia rinnovabile e pari passo veicoli elettrici. Si deve ricaricare solo da energie rinnovabile non solo all’orgine, da case se hai i pannelli, dalle stazioni se hanno FV o eolico. Riguardo al prezzo, lei sicuramente è ben documentato, arera per il mercato tutelato da ottobre ci sarà un grando salto. Con tutti gli oneri siamo a circa 0,9 euro al kwh.

        • bene. allora comincia anche tu,
          hai affermato di avere un grosso impianto fotovoltaico,
          quindi che auto elettrica compri?

          • È tarato per i consumi attuali sono no gas. Produco circa 12000 anno, consumo tutto. 8 macchine per riscaldamento e rinfresco, piano induzione, acqua calda, pompa per pozzo per innaffiare, motore piscina, 2 frigo, 1 congelatore, 4 PC, 5 portatili, asciugatrice, lavastoviglie, lavastoviglie, luci notturne accese, telecamere sorveglianza, cancello , forno pizza da 3kw. Devo prima ampliare almeno di 3 kW, da 8kw FV non posso passare a 11 in monofase, così mi ha detto la ditta che ha installato i pannelli. In ogni caso un’auto per sostituire la mia ci vuole almeno 50000

          • @Salvatore bianco 29 Agosto 2022 at 22:47
            beh, mi sembra che rientri nel gruppo di coloro che “vorrei ma non posso ma gli altri dovrebbero”…
            accidenti …con 12mila kWh annui che tu non riesca a ritagliare 4000kWh per l’auto elettrica (taro sui miei consumi, 25mila km, grossomodo) sembra leggermente strano
            e intanto
            conteggi il motore della piscina (300W ?), l’asciugatrice (pompa di calore immagino), telecamere (! 50W tra tutte?) e cancello (!!! 500W…quante volte al giorno???)
            per significare che hai consumi elevati
            e intanto, ancora, in altri commenti ti vanti di vendere l’eccedenza al prezzo attuale maggiorato

            beh, insomma, beato te che hai tutte queste disponibilità, sul serio e senza invidia sociale,
            ma non venirci a raccontare che non hai i soldi per comprarti una elettrica, per piacere!

            i soldi sono tuoi e se vuoi accendere una stufetta elettrica 24h su 24h anche d’estate sei liberissimo di farlo
            ma poi non venirci a menare il torrone sull’elettrico, e 1€ / kWh, e questo e quello e quell’altro spiegandoci come dovremmo vivere perchè il nostro modo è tutto sbagliato.

            per piacere. non siamo stupidi e nemmeno nati ieri e con le utenze che dichiari (e tutto quello che possiamo immaginare, ci mancherebbe) 12MWh annui NON li consumi di certo.
            semmai: fai qualche ragionamento di contenimento energetico magari!

          • Per Mario. Il motore della piscina non ha nessun fattore 0,6 consuma 1,5 kW per tutto il tempo che sta acceso. La pompa del pozzo consuma 2 kW per tutto il tempo. Innaffiare 3 giardini per 20 minuti ognuno di esso ogni giorno sono 2 kWh al giorno. Cosa centra il mio contratto ? La mia scelta di abbondonare il gas e rendermi autonomo nei consumi risale a 7 anni fa. Il prezzo dell’energia a 1 euro al kWh, deriva unicamente dal lavoro che svolgo : dove tratto derivanti di qualsiasi cosa. A molti è complicato comprendere queste cose. Non appartengo alla categoria del vorrei ma non posso, unicamente non valuto giustificato economicamente l’investimento nei veicoli elettrici. In ogni caso sono i climatizzatori a consumare molto. In una giornata uggiosa, tipica invernale il consumo supera anche i 60 kWh al giorno. Il tasso di autoconsumo è di circa il 40%, significa circa 7500 kWh da acquistare in regime di scambio. Il mio è un contratto pun coperto da derivati a 5 anni con un costo stimato intorno ai 15 centesimi, in questo modo a te possono fare la modifica unilaterale nei contratti derivati non è ammesso. Inoltre, ho anche il prezzo della benzina bloccato: quando ad aprile 2020, in piena pandemia i futures del petrolio andarono addirittura a negativo io cosa potevo fare ? Va con option call con scadenze trimestrali fino a 5 anni in quantità da coprire il consumo delle 4 auto della famiglia.

          • @Salvatore bianco 30 Agosto 2022 at 2:14

            Salvatore, guarda, facciamo che ciascuno parla di quel che sa, ok?
            “… Il motore della piscina non ha nessun fattore 0,6 consuma 1,5 kW per tutto il tempo che sta acceso…”: guarda che il fattore di servizio mica lo decidi tu! e nemmeno è scritto sulla targhetta! è ingegneria!
            e quindi quel motore DI SICURO non è da 1,5kW di potenza, ma almeno doppio. Che consumi 1,5kW in maniera costante ci può stare (se il motore è di potenza almeno doppia, altrimenti durerà moooolto poco) , immagino tu l’abbia misurata (l’hai misurata, VERO?) ma allora mi chiedo che razza di piscina tu abbia: di nuovo, lecito e legittimo avere una grande piscina, ci mancherebbe, ma stride leggermente con quel che viene dopo.

            “…il lavoro che svolgo: dove tratto derivanti di qualsiasi cosa…”: ecco, bene benissimo perfetto. uno speculatore di borsa che viene qui a raccontarci di come si vive e di come si dovrebbe vivere, e intanto tratta derivati che hanno mandato a ramengo intere economie, magari anche legalmente, ma dal punto di vista etico avrei qualche serio dubbio. in più hai presumibilmente una mega villa, che deriva dal tuo lavoro e dalla quale insegni a noi poveri elettrificati che la corrente arriverà a 1 € a kWh… Salvatore, non è che ne hai un ritorno economico da questo mantra che ripeti di continuo? il fatto di ripeterlo a ogni commento, e gli effetti che genera su chi legge ti serve a guadagnare?

            insomma: io di derivati so ben poco ma quel che so è che ho pagato a caro prezzo come la maggiornaza dei nostri concittadini la Grande Crisi dei Mutui Subprime. E non mi è piaciuto.

            tu continua pure a far soldi con i soldi e a sguazzare in consumi energetici leggermente poco sobri, legittimo e affari tuoi, ma evitaci la paternale probabilmente interessata sul costo dell’elettricità, e lascia stare l’ingegneria che non sembra propriamente il tuo campo…

          • Per Mario. Difficile comunicare con te. La pompa è una lowara + clorinatore, la controllo con una presa wifi, posso verificare il consumo in tempo reale, per tutto il tempo è 1,5 kw.
            Chi tratta derivati non è sempre un speculatore, anzi il contrario. Gli speculatori operano solo con contratti dove non c’è la consegna fisica: compro a 100 aspetto che va 130 e liquido. Invece io mi occupo solo di derivati con consegna fisica. Se un cliente ha un contratto del grano a 100 con scadenza a 1 anno e, dopo 3 mesi, il prezzo vola a 300, il mio cliente non chiude la posizione. Al cliente serve il grano dopo 9 mesi a 100.
            I mutui della crisi del 2008 sono state le istituzioni finanziarie o i privati che hanno investito in qualche fondo subprime.
            et qui vivunt, videbis

          • Salvatore bianco 30 Agosto 2022 at 2:14
            Comunque sia 9kw in monofase puoi arrivare, o dai 9kw in trifase in su ma i 9 non avrebbero senso quindi 10 o 15 o 20 etc.

          • Salvatore bianco 29 Agosto 2022 at 22:47
            Quindi dai dati che dici se vivi nel nord Italia hai un impianto da 12kwp circa
            Se vivi in centro Italia sui 10kwp circa
            Se vivi al sud Italia 8kwp circa
            Bisognerebbe saperee la giusta zona per i dati corretti.
            Comunque sia con tutto quello che hai se non hai accumulatori, non soddisfi il fabbisogno della tua villa, l’ecesso di produzione la vendi e quello che ti manca nelle ore notturne lo acquisti.
            Ora capisco perché speri che arrivi a 1€ kwh

          • Salvatore Bianco 30 Agosto 2022 at 16:24
            Ok 9 sbagliato di poco 😉
            Quindi con tutto quello che hai di elettico la corrente la devi comperare anche tu, anche se avessi 20kwh di batteria. Perché superi in fabisogno della casa, lo so che se hai ancora un vecchio contratto verso il GSE guadagni bei € ma ricorda che come dici agli altri che i contratti scadono scadrà anche il tuo, poi si vocifera che i conto energia 1/2/3/4 lo vogliono levare, quindi perderesti il guadagno e pagheresti la corrente 1€ a kwh, quindi tu continui ad insistere ma sei nella stessa nostra barca.🤷
            E non è che voglio farti i conti in tasca e non mi interessa, ma è altrettanto vero il contrario.

          • -8 macchine per riscaldamento e rinfresco, piano induzione, acqua calda, pompa per pozzo per innaffiare, motore piscina, 2 frigo, 1 congelatore, 4 PC, 5 portatili, asciugatrice, lavastoviglie, lavastoviglie, luci notturne accese, telecamere sorveglianza, cancello , forno pizza da 3kw.-

            Eh la Madonna!

            https://c.tenor.com/wktuPt0ZTlsAAAAC/madonna-eh-la-madonna.gif

            Cos’è casa tua? il Quirinale? 🙂

            (con un sorriso, eh?)

          • Per Fabio. Non ho nessun conto energia, ho fatto tutto di tasca mia. Ho solo lo scambio sul posto. La batteria è impraticabile a volte di inverno consumo 150 kWh in 3 giorni e solo nulla. Con lo scambio la batteria

        • Per Mario. Il motore piscina è 1,5 kWh se non vuoi le alghe con 45 mc di acqua deve stare accesso 8 ore al giorno. Il cancello a doppia battuta 1 kW, si apre 30 volte almeno. I PC sempre accesi ma soprattutto il consumo tosto è d’inverno per riscaldare. Con lo scambio sul posto guadagno tanto : pago con engie 15 centesimi tutto compreso, quella immetto che il GSE rimborsa il pun + oneri di sistema (attualmente a zero), questo mese circa 70 centesimi. Devo ampliare il FV per pensare all’elettricità ma il costo dell’auto mi blocca.
          Cerco di avvisare gli sprovveduti che la corrente difficilmente scenderà.

          • @salvatore bianco
            cosa vuoi che ti dica…
            1kW x 0,6 x 30s x 30volte/gg x 365gg = 54,75 kWh (0,6: fattore di servizio)…grossomodo 0,15 kWh al giorno, non mi sembra granchè, con la Zoe ci faccio 1km di strada… Direi che non starei a conteggiarlo, sennò si capisce che non hai ben chairo i concetti di energia e potenza…

            1,5kW x 8h x 120giorni x 0,6 (fattore di servizio, mica il motore lavora al 100% della potenza sempre!) = 864 kwh, cioè il 7,2% della tua produzione fotovoltaica ANNUALE se ne va per mantenere la piscina priva di alghe???

            “…Con lo scambio sul posto guadagno tanto…”: appunto, e quindi?
            stai (involontariamente) speculando, se immettessi tutti i 12mila kWh e li ricomprassi integralmente metteresti comunque da parte
            (0,70-0,15)€/kWh x 12000 kWh = 6600 € all’anno.
            in 3 anni ti ripaghi ampiamente il differenziale tra auto elettrica ed auto termica.

            ma soprattutto, e mi stava sfuggendo:
            MA ALLORA PAGHI LA CORRENTE 15 centesimi!
            0,15€/kWh!
            allora la storia di 1€/kWh, e le cavallette e Armagheddon
            alla fine non ti riguarda!
            alla fine cioè ci hai massacrato gli zebedei 2 settimane per poi dirci
            “lo faccio per voi, vi avviso, io me ne frego, pago 15 centesimi, gne gne!”
            quando più d’uno ti ha detto che aveva un prezzo bloccato esattamente come te!

            Riassumo:
            – hai un fotovoltaico che genera una produzione ampiamente sufficiente per mantenerti energeticamente una casa dignitosa e un’auto elettrica
            – hai dei consumi discutibili, legittimi ma che non legittimano a dire “non mi basta” in senso lato, detto altrimenti: sprechi energia, potresti efficientare
            – ci massacri di piagnistei che la corrente costa troppo per l’elettrico
            – ci dici che tu paghi 15 centesimi, cioè molto poco, e però l’auto elettrica non te la puoi permettere.

            Io, così, su due piedi, mi permetto una considerazione: mi sa che non hai ben chiaro cosa significhi la sobrietà energetica, e che cosa ci attende per gli anni a venire, e che certi lussi energetici io non li strombazzerei ai 4 venti…

            e guarda, mi fermo per decenza

        • L’auto elettrica ricaricata dalla rete no perchè sarebbe inquinante, ma la pompa della piscina che mangia 12kWh al giorno (con cui con una elettrica fai 60 km ai 130km/h oppure oltre 100 km a velocità urbana) è eticamente accettabile?
          Evviva la coerenza.
          Con questo direi che si è qualificato a sufficienza, per quanto mi riguarda: perchè ognuno fa le sue scelta, ma poi non fa la morale agli altri.
          Siamo tutti ecologisti coi kilowatt degli altri, vero?

          • i kwh vengono dal sole. Poi è bellissimo fare il bagno in un acqua limpida. Cosa centra con auto elettrica. La spesa per elettrica non vale la pena. Ho analizzato tutto. Forse quando il Kwh costava 10/15 centesimi e tesla con gli incentivi ti venica qualcosa piu’ di 30000 forse forse un pensierino lo feci.

      • Sono d’accordo con Salvatore. Musk che se non è il vostro idolo è il vostro guru, ha detto quello che dicono tutte le persone di buon senso negli ultimi anni, inclusi i ministri del nostro ormai ex governo.(e temo che con il.nuovo sarà molto peggio per tutti su questo tema).
        Mi meraviglia ma nemmeno tanto, per la mancanza nell’ articolo del consueto ultimo paragrafo dove chi scrive l’ articolo esprime cosa ne pensa al riguardo.

        • L’accontento subito: pensiamo (e abbiamo sempre pensato) che di petrolio e gas non si possa fare a meno da un giorno all’altro. E questa è una pura ovvietà. Pensiamo però che la traiettoria verso la sostituzione di petrolio e gas con fonti energetiche sostenibili sia quattro cose: giusta, inevitabile, conveniente e possibile. La crisi attuale può essere l’occasione per accelerare i tempi della transizione alla nuova tecnologia, come sempre è avvenuto a seguito delle guerre.

          • Buonasera sig. Massimo, una domanda: quando avremo energia elettrica 100% rinnovabile avremo anche una percentuale rilevante di energia da fonti rinnovabili non programmabili. Quali sarebbero le soluzioni da adottare per lo stoccaggio dell’energia elettrica a griglia per eolico e solare? Come si intende modulare la produzione dell’energia elettrica in base alla richiesta con eolico e solare?
            Ad oggi le uniche nazioni europee che sono quasi carbon neitral sono la Norvegia che modula la peoduzione con gli impianti idroelettrici a bacino e la Francis che modula la potenza, solamente in parte, delle centeali nucleari. Questo problema è enorme e non viene mai adeguatamente discusso

  7. “A sorpresa” è il titolo che potrebbe dare “Repubblica” o “xxx” (qualsiasi altro giornale, 4R compreso).
    Come giustamente scrivete, Musk, per quanto poco equilibrato, sociopatico e border line, è pragmatico e concreto. Per cui, nessuna sorpresa. La transizione è qualcosa che dura decenni e la Russia ha sparigliato le carte. L’unica speranza è che sia uno stimolo per le quattro cose che sono da fare urgentemente, in rigoroso ordine di attuazione:
    – ridurre i consumi (di qualsiasi genere, non solo energetici)
    – aumentare le rinnovabili
    – lasciare il petrolio all’industria petrolchimica
    – cercare di farsi trovare pronti quando la fusione sarà concreta.

    Pensiamo a SpaceX. Artemis I, il cui lancio era previsto oggi, costa 1 MILIARDO a lancio. Starship di SpaceX dovrebbe costare intorno ai 2 MILIONI, 1/50 del costo, ma con capacità di carico maggiore. Musk sa bene cosa significa “riusare” e sa cosa significa “investire” e la differenza tra TCO e TCA.

    Senza Tesla (e Musk) il mondo delle elettriche non sarebbe ancora decollato.
    Senza Tesla (e Musk), però, il mondo delle elettriche non sarebbe così osteggiato, probabilmente.
    Nel futuro capiremo se ringraziarlo o maledirlo. Per il momento, gran bei prodotti, comunque…

  8. Se abbiamo soldi disponibili nella finanza pari ad oltre dieci volte il PIL mondiale che cavolo aspettiamo a metterci di buona lena ad incrementare tutte le fonti di energie non fossili ed atomiche per fissione? Solo in tempo di guerra tutte le industrie vengono indirizzate a costruire armi??? Bene ora non siamo in questoe condizioni se non peggio???

  9. Diciamo che non ha tutti i torti , ma anche sostituire con il nucleare tutti gli idrocarburi, petrolio, gas e carbone vorrebbe dire che in Italia servirebbero 42 centrali, una media di due centrale a regione, non so se anche questa possa essere una strada percorribile.

  10. Sad but true. 😢

    -Di fronte alla crisi del gas, causata dalla guerra in Ucraina, la Germania ha riattivato un’altra grande centrale a carbone, l’impianto di Heyden a Petershagen, nel land occidentale del Nord Reno Westfalia. Lo ha reso noto l’operatore Uniper. Per l’associazione ambientalista Greenpeace si tratta di una decisione “amara, ma necessaria”.-

    Fonte: sole 24 ore di oggi

    🙄🙄🙄🙄

    • “Per l’associazione ambientalista Greenpeace si tratta di una decisione “amara, ma necessaria””
      Azz… pure Greenpeace si arrende? Siamo prossimi alla fine del mondo mi sa

  11. Personalmente non sono pregiudizialmente contro al nucleare e gli impianti che ci sono credo vadano tenuti. Poi ognuno ha la sua idea rispettabilissima. Trovo invece folle chi pensa, adesso, di mettersi a costruire un reattore con i costi e i tempi che sono implicati. Il problema più grande è che questi temi sono stati ideologizzati e quindi si difendono le tecnologie sulla base del proprio credo politico e non di scelte scientifico/razionali/economiche. Gli investitori comunque sanno cosa fare e nel triennio 2019/2021 le rinnovabili hanno attratto 20 volte gli investimenti del nucleare.

    • Folle no. I sottomarini nucleari americani e francesi già negli anni 60 con un reattore di dimensione 6×6× 20 mt garantivano 500 mwh per 30 anni con 1 carica utilizzando la stessa acqua (senza ricircolo). Sono passati 60 anni e non si riesce a ficcare un reattore delle dimensioni di qualche container in una miniera esausta? Boh sinceramente c’è qualcosa che non quadra. Temo che prima la lobby del petrolio ed ora quella delle palette(sempre ferme) e dei pannelli abbia fatto di tutto per impedire a tutti di avere la propria indipendenza energetica. Mi sbaglierò ma sinceramente non credo

      • “utilizzando la stessa acqua (senza ricircolo)” sfugge che la “stessa acqua (senza ricircolo)” fosse raffreddata dai 1.380.000.000.000.000.000 metri cubi di acqua che stanno intorno al sottomarino? Che in caso di surriscaldamento a seguito di incidente bastava banalmente allagare il guscio del reattore per raffreddarlo ed evitare la fusione del nocciolo?
        Che in caso di fuoriuscita di gas radioattivi si disciolgono in acqua senza disperdersi in atmosfera?
        (il numero da 19 cifre non è sparato a caso: è il volume degli oceani).
        Tutti stupidi e tutti asserviti alle lobbies, fisici ed ingegneri atomici in giro per l’Italia…

        • Vabbè scusa Guido ma allora abbiamo risolto.

          Facciamo le centrali nucleari subacquee.

          Anzi no, per dire come usa adesso: offshore.

          • Facciamo uno scostamento di bilancio e prendiamo pure quella. Il 3×6 mm al bricoman oggi lo vendono a 4.60 al metro lineare. 🤭

            (Ma hai capito che stavo scherzando o pensavi dicessi sul serio? 😂)

        • Credo le sfugga il funzionamento di un reattore nucleare per sottomarini. A proposito i gas radioattivi non si disciolgono in acqua( non sono solubili) e si disperdono proprio in atmosfera. Per quanto riguarda i sistemi di sicurezza passivi è sufficiente utilizzare il piombo o una lega piombo-bismuto (sottomarini d’attacco classe Oscar) che in caso di guasto “avvolge il reattore” e blocca qualsiasi radiazione verso l’esterno. Anche sui pwr si sperimentano sistemi di raffreddamento passivi per convezione naturale. Il problema della sicurezza delle centrali nucleari è legato all’efficienza e alla presenza di sistemi di raffreddamento passivi

          • Carlo
            sono molto lontano da essere un conoscitore di centrali nucleari, però le fughe di “gas radioattivi” da una centrale che abbiamo avuto più frequentemente hanno consistito in fuga di VAPORE usato nello scambiatore (quindi esterno al nocciolo) e come tale è indiscutibilmente solubile in acqua, essendola. Se parliamo di neon o elio allora sicuramente non è solubile, già il krypton lo è, non ho la minima idea se si usino anche nel reattore di un sommergibile.
            Al di là di questo, non credo che abbia senso sostenere che fare una centrale nucleare sia semplice solo perchè nei sottomarini lo fanno allegramente in pochi metri cubi, primo per la ragione del raffreddamento “passivo”, secondo perchè il bilancio militare e il bilancio civile seguono parametri totalmente diversi, nel primo caso è un costo, nel secondo ci si aspetta un ricavo a copertura del costo…
            Sì, il funzionamento di uno per sottomarini mi sfugge, mi ero interessato per pura curiosità a quella follia installata nell’aereo per renderlo ad autonomia illimitata…. ma lì il problema era il peso, che in un sottomarino non ho.

  12. Voi lo chiamate realismo e a me non sembra, nessuno nega che per almeno un decennio gas e petrolio siano ancora irrinunciabili, ma occorre accettare le sfide e mi sembra che Musk si sia un po’ imbolsito, si nasce incendiari e si muore pompieri, questo è certamente vero. Se si incomincia a dire che occorrono decenni allora diciamo anche addio alla nostra civiltà stando a quanto affermano gli scienziati. non ho mai considerato Musk un visionario e come dite voi si veste da di realismo e credo che dietro ci siano interessi un po’ pelosi, vedremo. Mi pare però che da tempo si sia iscritto al partito dello sviluppo illimitato anche se non si può negare che ha dato un forte impulso alla diffusione delle auto elettriche e dei critici del riscaldamento globale. Non ho letto tutto quello che ha detto, ma se il sunto di quanto avete scritto è questo, mi sembra che confermi una tendenza.

    • Sono andato a guardarmi l’intervista, ma non vedo che cosa abbia detto di così sorprendente:

      ha semplicemente detto che la transizione richiederà decenni, e che nel frattempo non possiamo restare senza energia. Non ha detto che la transizione non si può fare, ma anzi che bisogna accelerarla. Ma che la crisi del gas purtroppo, rende tutto più difficile. Non mi pare che sia nemmeno la prima volta che si è espresso così.

      La situazione è quella. Le rinnovabili potrebbero ricevere un impulso dagli alti costi del gas, speriamo, ma comunque possono essere messe in opera solo alla velocità a cui sono disponibili i componenti necessari.

  13. Per il petrolio c’e’ poco da sperare, riguardo il gas, se e’ l’idrogeno, non c’e’ limite produttivo, sacche equivalenti a 70 miliardi di metri cubi di gas naturale sono gia’ possibili. Per l’Europa si attende il pompaggio definitivo dalla produzione dell’idrogeno stesso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome