Home Auto La fabbrica 4.0 di Uniti a Silverstone

La fabbrica 4.0 di Uniti a Silverstone

0
CONDIVIDI

La fabbrica 4.0 di Uniti, la la citycar elettrica svedese, si farà in un luogo mitico per l’automobilismo: Silverstone. È a due passi dalla pista resa famosa dai Grand Prix di Formula 1 che nascerà un impianto interamente digitalizzato.

Ponti d’oro dal governo UK e super-ingegneri

L’impianto sarà operativo dal 2020, anno in cui l’innovativa macchinetta arriverà sul mercato. La fabbrica di Siverstone servirà anche da blueprint per le fabbriche che nel mondo costruiranno la Uniti su licenza. Un nuovo modello di manufacturing decentrato di un prodotto che è stato concepito per essere assemblato in piccoli impianti super tecnologici. In un certo senso, la fine del fordismo e dell’industria dell’auto pesante. Ma perché il Regno Unito e non la natia Svezia o, magari, Paesi con un basso costo del lavoro? “L’approccio inglese alla produzione di veicoli, con il focus ai nuovi materiali e all’innovazione per rendere i veicoli più leggeri è ideale per produrre auto elettriche“, spiega il CEO di Uniti, Lewis Horne.Non è un segreto che molti dei migliori ingegneri del mondo sono localizzati in quest’area. Se si unisce questo alla grande accoglienza che il governo inglese ci ha dato, non si poteva trovare una casa migliore per la produzione“.

Alleanze high-tech e crowdfunding

Uniti è convinta di poter diventare un protagonista in un mercato promettente come quello inglese. Lavora con MEPC, l’autorità incaricata di attirare aziende ad alta tecnologia nel Silverstone Park, al progetto della nuova fabbrica. E nel frattempo stringe alleanze con aziende tecnologiche locali. Come KW Special Projects (Light-Weight Structure and Additive Manufacturing), Danecca (EV Powertrain), e Unipart (Global Supply Chain). Ma anche la parte finanziaria avrà una sede in Inghilterra, a Londra, per cercare in loco i finanziamenti necessari a sostenere programmi sempre più ambiziosi. Il tutto con campagne di crowdfunding con la piattaforma crowdcube (clicca qui per i dettagli). I piani di Uniti prevedono la presentazione del modello destinato alla vendita tra un anno esatto. Per poi iniziare le consegne nel Nord Europa nel 2020. In Italia non arriverà prima del 2021. Uno dei top manager della start-up svedese è un ex dirigente Fiat, Antonio Stanisci (guarda l’intervista).