Home Auto il mio anno elettrico 2/ Una famiglia, due EV: e-Up e Zoe

il mio anno elettrico 2/ Una famiglia, due EV: e-Up e Zoe

37
CONDIVIDI
Il romagnolo Enrico Golfieri con la moglie e le due elettriche di famiglia, una Zoe e una e-Up.
Il mio anno elettrico 2 /Oggi è Enrico a raccogliere l’invito a raccontare il 2020 con l’auto a batterie. Le elettriche in famiglia sono addirittura due. La mail per condividere la propria esperienza, nel bene e nel male, è info@vaielettrico.it
                                              di Enrico Golfieri
Io e la mia famiglia abbiamo acquistato l’anno scorso ad agosto una  Renault Zoe con batteria da 40 kW. La vettura la usa quasi esclusivamente mia moglie per tragitto casa-lavoro e per le commesse quotidiane nelle città vicine in un raggio di circa 60/70 Km.

Il mio anno elettrico / “Spendo in media due euro e mezzo per fare 100 km”

il mio anno elettrico
La wall-box (con copertura) usata per la ricarica a casa.

Ad oggi ha percorso circa 10.000Km con un consumo medio di circa 13,2Kw x 100 Km (utilizzando sia il condizionatore che il riscaldamento). La ricarica la effettuiamo prevalentemente a casa poiché ho acquistato una wallbox da 7,2Kw. Generalmente quando la batteria scende al 70% ricarichiamo e questo avviene circa 2 volte a settimana. Avendo sia i pannelli fotovoltaici sia un contratto di energia verde, col costo del Kwh a 0,0266€ ho stimato per 100Km un costo medio di circa 2,5€ (forse anche meno). Spesso ci capita di ricaricare al centro commerciale Esp di Ravenna, che mette a disposizione dei clienti 8 colonnine gratuitamente a servizio dei clienti con auto elettriche.

Il mio anno elettrico / I più e i meno

Posso solo dire che mia moglie è super contenta di non fare più benzina (al mese circa 90€). Ma anche per la facilità di guida col cambio automatico e per la silenziosità quando è in moto. Come al solito, era molto titubante ad acquistare un auto totalmente elettrica, ma dopo il primo mese aveva già cambiato idea.E adesso sicuramente non tornerebbe più all’auto endotermica. Che cosa non mi convince ancora? Sicuramente ci sono ancora poche colonnine  sopratutto in autostrada sono assenti. E questo costringe ad uscire e cercarne una nelle vicinanze, magari gratuita in qualche centro commerciale o ristorante. Altra cosa che al momento mi dà fastidio (so che i costi d’investimento sono elevati) è il costo di ricarica alle colonnine Enel o di altre aziende molto onerosi (più di 0,4€ per kW). Sono veramente tanti pensando che a casa ne spendiamo meno delle metà.
—-  Leggi anche /il mio anno elettrico Il mio anno elettrico: il bilancio di Gianmarco, numeri alla mano, dopo i primi nove mesi con la Tesla Model 3  —-

“E ora una e-Up per mia figlia”

il mio anno elettricoChe cosa mi convince? Sicuramente la silenziosità, la facilità di guida, ma sopratutto il concept alla base della mobilità elettrica la possibilità di andare dove si vuole senza inquinare l’ambiente. Unico neo sono ancora i prezzi molto elevati per l’acquisto, anche se una buona mano ce l’ha data il governo con gli incentivi. Altra cosa che fa piacere è il parcheggio gratis, poter entrare nella ZTL e avere il bollo gratis per tre anni e anche l’assicurazione ha dei costi più ridotti. Siamo stati talmente contenti della scelta che quest’anno abbiamo acquistato anche una e-Up Volkswagen per mia figlia neopatentata. L’abbiamo neanche da un mese e quindi non sono ancora in grado di poter fare una recensione completa. Ma per quel che l’abbiamo utilizzata, sia io che mia figlia, siamo molto contenti, anche grazie alla ricca dotazione di optional di serie presenti.
il mio anno elettrico— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

37 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome