Home Auto Tesla paga e chiude la causa aggiornamenti-software

Tesla paga e chiude la causa aggiornamenti-software

0
CONDIVIDI
Una Tesla Model S: risarciti in modo poco più che simbolico oltre 1.700 clienti.

Tesla paga 1,5 milioni di dollari e chiude una causa del 2019: l’accusa era di aver ridotto l’autonomia 1.743 esemplari di Model S con un aggiornamento software.

tesla pagaTesla paga: autonomia ridotta anche di oltre 40 km

Tutto era nato da un incendio scaturito in un Model S in ricarica a Hong Kong. Per ragioni di sicurezza, Tesla era intervenuta aggiornando il software di di Model S e Model X con batteria da 85 kWh. Riducendo la tensione massima a cui potevano essere ricaricati. Secondo la Casa di Fremont gli aggiornamenti (numero 2019.16.1 e .2) servivano serviva solo a migliorare la durata della batteria. Ma in realtà le auto avrebbero accusato una perdita di autonomia compresa tra 20 e 48 km. Uno dei proprietario, David Rasmussen, aveva fatto causa per primo: “Il mio Model S 85, del 2014, era accreditato di un range di 397 km fino al 13 maggio. Ora, dopo i successivi aggiornamenti, l’autonomia è scesa sotto i 350 km in sole 5 settimane“. Tutti convinti che gli dopo gli aggiornamenti le Tesla non erano le stesse auto che avevano acquistato. A lui si erano poi accodati altri 1.742 proprietari,in una sorta di class action collettiva.

Elon Musk ammette: “Eravamo in torto…”

tesla paga

tesla paga
Elon Musk, patron di Tesla. Sopra il suo tweet.

È stato lo stesso Musk a confermare la chiusura della causa con un tweet molto secco in risposta a chi gli chiedeva della sentenza. “Quando abbiamo torto, abbiamo torto. E in questo caso l’avevamo“. Ognuno degli automobilisti coinvolti riceverà 625 dollari di indennizzo. Pochi? In realtà Tesla era già intervenuta per riparare il danno arrecato. Un aggiornamento successivo aveva ripristinato circa il 3% della tensione della batteria. Un terzo aggiornamento, rilasciato a marzo 2020, era stato progettato per ripristinare completamente la tensione delle batterie nel tempo. Questi particolari sono contenuti nei documenti che accompagnano quella che di fatto è stata una transazione. I dati prodotti da Tesla mostrano che 1.552 veicoli hanno avuto la massima tensione della batteria completamente ripristinata e 57 hanno avuto la sostituzione della batteria. Per gli altri, si legge nei documenti, il ripristino avverrà nei prossimi mesi.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome