Home Auto Nextmove cancella l’ordine di 85 Model 3: “Qualità carente”

Nextmove cancella l’ordine di 85 Model 3: “Qualità carente”

1
CONDIVIDI
Tesla Model 3 Nextmove
Le prime Tesla Model 3 consegnate a Nextmove a Berlino

Nextmove, un noleggiatore tedesco di automobili, ha cancellato un ordine per 85 Tesla Model 3, per un valore complessivo di 5 milioni di euro. 

“A rischio la sicurezza dei clienti”

La notizia della rottura del contratto sta avendo un grande clamore. Alla base di tutto, le motivazioni addotte da Nextmove. Ovvero i problemi di qualità riscontrati nelle prime macchine consegnate, un lotto di 15 vetture su una fornitura che in totale sarebbe arrivata a 100. Problemi che la società tedesca ha esplicitato in una mail: “Le Tesla Model 3, che Nextmove avrebbe dovuto ritirare dopo il pagamento e soltanto un breve controllo, a volte presentano seri problemi. Pneumatici difettosi, paint and body danni nel corpo vettura e nella verniciatura, controlli della carica inesatti, rivestimenti dei cavi approssimativi o tasti mancanti per le chiamate d’emergenza. Questi problemi hanno messo a rischio la sicurezza dei clienti e la profittabilità di Nextmove”.

Nextmove-Tesla
La foto sul profilo Facebook di Nextmove, con la cancellazione dell’ordine

L’azienda tedesca (qui il sito)non si è limitata alle parole, postando su YouTube un video, in tedesco con sottotitoli in inglese, poi rimosso dalla stessa Nextmove.

L’amministratore delegato Stefan Moeller ha sritto a Tesla, intimando di consegnare i restanti 85 veicoli in condizioni di qualità impeccabili. Ma secondo Nextmove l’azienda californiana, a quel punto, ha preferito cancellare l’ordine di sua iniziativa. “Sappiamo che Tesla deve affrontare enormi sfide, dato che le consegne sono iniziate contemporaneamente in Europa e in Cina. Ma i processi produttivi devono essere tali da non consentire che un modello su quattro sia affetto da difetti”, ha aggiunto Moeller.

Tesla Nextmove
Stefan Moeller (Nextmove) e Jochen Rudat (Tesla) alla sigla del contratto.

Anche se consideriamo il Model 3 la migliore auto elettrica al mondo, ora puntiamo fortemente su altri costruttori in arrivo sul mercato l’anno prossimo con modelli competitivi. E che conoscono il customer service. Ma, naturalmente, continueremo a monitorare Tesla per vedere se riesce a uscire da questa situazione di difficoltà”. In effetti Nextmove, che è specializzata nel noleggio di veicoli a emissioni zero, si aspettava grandi risultati dal Model 3. E lo scorso anno aveva salutato con grande enfasi l’annuncio della firma del contratto con Tesla (qui il nostro articolo).

Tesla: “Non ci risultano problemi”

Tesla ha replicato con una mail inviata al sito americano Electrek: “La qualità dei veicoli Tesla ha raggiunto livelli record. E i nostri dati non indicano problemi di qualità particolari specifici della Germania o di altre parti del mondo. Anche se esiste sempre una piccola possibilità che un’auto possa andare incontro a imperfezioni durante il trasporto finale al cliente, il problema non riguarda solo Tesla e  comunque ci prendiamo cura rapidamente di chi ne sia stato vittima”.

Tesla - Nextmove
Quando il matrimonio tra Tesla e Nextmove sembrava assai promettente…

“Stiamo inoltre approntando dei service center in tutto il mondo, compreso un aumento del 50% dei nostri veicoli di Mobile Service e un incremento di cinque volte della copertura dello stesso Mobile Service in Europa.Teniamo alta la barra della qualità per le nostre vetture e ogni cliente può restituire l’auto entro 7 giorni, con rimborso totale, se non ne è soddisfatto. I dati sulla customer satisfaction mostrano che i clienti tedeschi sono largamente soddisfatti dei nostri veicoli, inclusa la qualità e le condizioni delle auto dopo la consegna”. Tesla sostiene poi di non avere cancellato l’ordine, ma di avere ricevuto un ordine di arrestare le consegne a causa di un’altra controversia con Nextmove. La partita è solo all’inizio.

SECONDO NOI. Ci sono aspetti ancora da chiarire in questo affare e non riguardano solo la qualità delle auto. Tesla è molto innervosita dal clamore che Nextmove ha dato alla controversia. E ovviamente c’è il sospetto che il sistema del made in Germany abbia tutto l’interesse a enfatizzare le magagne di un concorrente che sta diventando insidioso. Servirebbe un esame indipendente sulla qualità dei Model 3 consegnati all’azienda di Berlino, per far luce sul tema che a noi sta più a cuore.

 

 

 

 

 

 

1 COMMENTO

  1. Secondo me i crucchi furboni hanno usato la leva del probabile acquisto di 100 model 3 per avere le 15 Model 3 che gli interessavano ad un prezzo super scontato ecco tutto. Moltissimi clienti di flotte aziendali lo fanno. Spero che Elon si rifaccia quando ci saranno da ordinare le 100 Model Y.

Comments are closed.