Home Listini MOTO ELETTRICHE, IL LISTINO FACILE

MOTO ELETTRICHE, IL LISTINO FACILE

9
CONDIVIDI

Questo listino è una selezione delle moto elettriche delle principali marche.
Il prezzo è al netto delle spese di immatricolazione (franco concessionario). I modelli contrassegnati con un asterisco sono a prezzo franco fabbrica o franco distributore.  Ricordiamo che è in vigore l’ecobonus per l’acquisto di scooter e moto elettriche. Lo sconto arriva fino 30% del prezzo di listino (con un tetto a 3 mila euro). Ma c’è solo in caso di rottamazione di una moto, uno scooter o un ciclomotore  Euro 0, Euro 1 o Euro 2 ed Euro 3. Purché l’acquisto sia di un veicolo elettrico o ibrido. Dal 12 luglio non c’è più il limite della potenza massima di 11 kW(15 CV). 

 

 

 

Per comunicazioni scrivere a: info@vaielettrico.it

 

 

Marca KW/CV Autonomia KM Velocità Max Ricarica H Peso KG Prezzo Euro
CRB EAGLE 1
5/6,8 90/140 110 4/6 160 9.275
ELECTRIC MOTION emLITE
5/6,8 ND 50 2/3 71 *8.023
ELECTRIC MOTION emSPORT e emSPORT+
5/6,8 ND 60 2
1,5
74 *9.465
ELECTRIC MOTION eSCAPE e eSCAPE SPORT
5/6,8 ND 70 3 78 *9.465
*10.062
ELECTRIC MOTION eTREK
6/8,2
9/12,2
73
ND
85
95
2/4 98 *9.247
*10.156
ENERGICA EGO
107/145 145 240 3/4 258 31.537
ENERGICA EVA, EVA EsseEsse9 e EVA T07
80/109
107/145
ND 200 1/3,5 258 28.487
26.901
31.537
eVAI CELADON
3/4,1 60 45 8 123 2.980
HARLEY-DAVIDSON LIVEWIRE
55/74,8 177 ND ND 249 34.200
KTM FREERIDE E-XC
18/24,5 77 72 ND 110 11.746
SUPER SOCO TC/TCmax/TS
1,5/2
3/4,1
1,2/1,6
110
130
100
45
3/6 100
84
3.490
4.599
2.990
SUR-RON LIGHT BEE
3/4,1 100 45 3/4 42 4.650
TACITA T-RE 3.3 T-RE 4.0 T-RE 5.5
27/36,7 ND ND 1/3
2/4
2/5
140 *24.561
*25.973
*27.368
TACITA T-RR 8.0 e T-RR 10.6
27/36,7 ND ND ND
4/11
140 *34.338
*37.062
ZERO MOTORCYCLES SR/F STANDARD e PREMIUM
82/100 211 200 4,5
2,5
220
226
20.990
23.290
ZERO MOTORCYCLES DS/ DSR / S / SR
45/61,2
52/71
203
200
224
213
158
153
164
4/12 140
207
205
208
19.970
22.840
19.970
22.840
ZERO MOTORCYCLES FX e FXS
33/45 104
106
137
132
2/10 131
133
12.500

9 COMMENTI

  1. Per favore, no fake-news!!
    Non c’è più il limite di 11 kw già dal 12 luglio, e si può rottamare anche gli euro 3, inoltre (già dall’inizio degll’incentivo “Ecobonus”) si può rottamare un mezzo L1 e acquistare un L3 o viceversa, dal 12 luglio intercambiabili tutti i mezzi categoria “L”.
    Sono stato io a proporre l’incentivo “30% e 3000 Euro” per i veicoli a due ruote, grazie all’interessamento dei M5s è passato, ne vado orgoglioso, già troppe fake-news contro la mobilità elettrica, non mettetevi anche voi, per favore!!

      • Grazie a voi per aver “corretto” l’articolo, da quando è in vigore l’incentivo che a quanto pare “disturba” più di qualcuno, girano troppe fake-news, come auto elettriche che possono “esplodere” o scemenze del genere…
        Mi pare di essere tornato agli inizi del secolo scorso, quando anche contro le prime automobili giravano fake-news simili: possono esplodere in qualsiasi momento, mezzi pericolosissimi… ecc.. ecc..
        Un esempio è l’articolo sul Messaggero Veneto, giornale locale della mia Regione, dove era comparso un articolo sulle Nissan Leaf che pareva un bollettino di guerra. Avevo contattato anche il concessionario che era rimasto sbigottito da quanto scritto. Gli hanno comunque promesso di rifare una nuova prova. Vedremo, ma ho i miei dubbi, so chi è il proprietario di questo “giornale”, ha grossi interessi nella produzione di ricambi per auto convenzionali, multinazionale con bilanci in deficit, per loro l’incremento delle auto e moto elettriche è solo un danno…

        • La preoccupazione è effettiva.

          I fisici da alcuni anni ormai, non effettuano più ricerche sulle attuali batterie agli ioni di litio perché le reputano instabili ed arrivate da tempo al culmine della sfruttabilita’ e dello sviluppo.

          Non posso dilungarmi, consiglio questo servizio con interviste a Gian Piero Celata, Capo Dipartimento Tecnologie Energetiche dell’ENEA e Lorenzo Carbone, ricercatore del Graphene Labs dell’IIT.

          https://www.raiplay.it/video/2019/09/RAISCUOLA-PT-52-BATTERIE-bb7e37ac-e229-45b5-8685-324b20c9e025.html

          In sintesi, le batterie agli ioni di litio operano in un processo che prevede l’inserzione e l’estrazione di ioni litio tra i due elettrodi negativo e positivo.

          L’instaurarsi della corrente nell’elettrolita rivela l’esistenza di processi di decomposizione, ossidativa e riduttiva, che definiscono il suo dominio di stabilità.

          La batteria C/LiMO2 è termodinamicamente instabile negli elettroliti, ma opera in condizioni di stabilità cinetica: si ha infatti la formazione di un film protettivo, detto SEI (capacità iniziale irreversibile).

          Se ciò non avviene, esplode a contatto con l’aria.

    • Ciao Christian.
      Nel provvedimento Ecobonus, per quanto riguarda le categorie LE il peso indicato, per poche decine di chili, non consente alla Twizy di beneficiare del bonus. Saresti in grado di attenzionare la questione a chi di dovere? Immagina che riscontro potrebbe avere. Grazie, saluti

      • No problem, la Twizy, categoria L6e per la 45 da 446 kg totali e L7e la 80 ha un peso di 473 kg totali, ma comprese le batterie (circa 100 kg).
        Se vai sul sito dei “servizi ACI Art.47 Classificazione dei veicoli” troverai che il peso (max 350 kg per i quadricicli leggeri e 400 kg per i quadricicli pesanti) si considera ESCLUSO LE BATTERIE, quindi la Twizy rientra tranquillamente.
        Altrimenti sarebbe una M1, cioè considerata come autovettura, tutti i veicoli in circolazione nell’Unione Europea devono rientrare in una categoria, nessuna esclusa!
        Chiarisci pure con il concessionario che (presumo) ti ha dato l’informazione sbagliata.

        • Ciao, Christian, grazie per avere interaggito:
          Credo che il problema ci sia in quanto oltre ad avere interpellato tre concessionari Renault ho inviato una mail alla Renault Italia che mi ha risposto che il TwizY non rientra nell’Ecobonus, per cui temo che qualche ostacolo ci sia.
          Liberare questo problema potrebbe significare una grande adesione alla Twizy che garantisce una maggiore protezione rispetto ad una due ruote.
          A Te risulta che in altre regione i concessionari Renault abbiano applicato l’Ecobonus?
          Grazie, se riesci a darmi dati maggiori. saluti.

  2. Yamaha ha realizzato la TY-E, Gas Gas la TXE, Mecatecno la Dragonfly. Le motociclette da trial elettriche sono oggi in grado di competere ai massimi livelli tecnici senza turbare il silenzio dei boschi e delle montagne.

    In questo caso sono semplicemente irrinunciabili.

  3. In ambito stradale arriverà a breve, Fuell Flow, una moto, tante moto.

    L’ideatore è un mito: Erik Buell.

    Perché una moto, tante moto?
    Perché la Fuell Flow, oltre ad ereditare la compattezza e il corto interasse tipico delle Buell ha batteria, motore e caricabatterie sostituibili e aggiornabili.

    La Fuell Flow è stata progettata con criteri modulari per facilitare la sostituzione degli elementi della tecnologia elettrica – come nella Centoventi Fiat – quando questi verranno sostituiti da nuovi sviluppi tecnici per avere un mezzo sempre aggiornato nelle prestazioni. Questa soluzione inedita, chiamata da Buell MonoStruct© Technology, verrà presto brevettata e allora sapremo meglio come funziona.

    Anche Kawasaki ha recentemente brevettato un sistema per estrarre le batterie aprendo su un lato il telaio a traliccio tubolare.

    Le funzionalità hi-tech della Fuell Flow includono una modalità di movimento lento avanti e indietro per agevolare il parcheggio, il controllo di trazione “eTraction”, il rilevamento di punti ciechi, avvisi di collisione anteriore e posteriore e un’app per iPhone/Android che fornisce lo stato del veicolo.

    Praticamente una Tesla a due ruote.

    Ora non ci resta che aspettare il tour europeo e il test stradale.

Comments are closed.