Home Aziende Mate Rimac si compra la Bugatti dalla Volkswagen

Mate Rimac si compra la Bugatti dalla Volkswagen

6
CONDIVIDI
La Volkswagen avrebbe ormai deciso di vendere la Bugatti, non più strategica.

Mate Rimac si compra il marchio Bugatti? La Volkswagen sembra sul punto di cedere il marchio francese al costruttore croato di supercar elettriche.

Mate Rimac: il “Ferrari di Croazia” ha solo  32 anni

mate Rimac
Mate Rimac, classe 1988, con una delle sue incredibili supercar elettriche.

L’operazione, secondo quanto anticipa la rivista britannica Car, passerebbe attraverso la Porsche, che è azionista sia di Bugatti sia di Rimac. L’affare sarebbe stato sostanzialmente concluso la settimana scorsa, mancherebbe solo l’approvazione del Comitato di sorveglianza Volkswagen. Un timbro che viene considerato una formalità, vista la decisione del presidente Herbert Diess di disfarsi delle partecipazioni ritenute non più strategiche. L’acquisto della Bugatti da parte del Gruppo Volkswagen  risale al 1998, quando al timone del gruppo c’era il mitico Ferdinand Piech. L’ambizione era di costruire l’auto di serie più veloce al mondo e in effetti la Bugatti ha prodotto bolidi dalle prestazioni incredibili. Obiettivo raggiunto con modelli come la Veyron e la Chiron, entrambi con prezzi che si misurano in milioni di euro.

L’idea di fare della Bugatti un marchio solo-elettrico

Mate Rimac è considerato l’astro nascente dell’automobilismo europeo, il “Ferrari di Croazia“. Ha solo 32 anni e ha fondato la sua azienda nel 2009, quando di anni ne aveva soltanto 21. Non costruisce solo supercar: fornisce anche componenti e tecnologia ad altri costruttori. Ed è stimato al punto da avere stretto legami molto intensi con nomi come Hyundai, Kia e Aston Martin, oltre a Porsche, il suo primo supporter.

Mate Rimac
La Rimac Concept Two, C Two.

Anche qui parliamo di supercar i cui prezzi si misurano in milioni: il suo Concept One è stato lanciato nel 2016, con 1.224 cavalli di potenza e una velocità massima di 340 km/h. È stato seguito poi dal Concept Two (C Two), che secondo la società può superare i 400 km/h. L’intenzione di Rimac sarebbe di fare anche della Bugatti un marchio solo elettrico, trasferendo tutta la sua esperienza e tecnologia in un brand di grande fascino. Un marchio el quale mai il vecchio Piech si sarebbe privato.

— Leggi anche: Ferrari o Maserati, sull’elettrico uno dei due sta sbagliando

6 COMMENTI

  1. La cosa importante è che un altro marchio venga strappato al motore termico. E’ vero che si venderanno 10 Bugatti l’anno ma il pensiero di un’auto inutile che farà forse 2 km/l, di questi tempi, mi disgusta. Se proprio i milionari devono trastullarsi con questi cosi, lo facciano almeno in modo silenzioso e piu efficiente possibile

    • di Bugatti all’anno se ne vendono decisamente più di 10, circa 100 (non che siano tante). Ma il bello è che non fanno neanche 1km/l… 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome