Home Alla ricarica Le cabine telefoniche lasciano il posto alle colonnine

Le cabine telefoniche lasciano il posto alle colonnine

0
CONDIVIDI

Le cabine telefoniche lasciano il posto alle colonnine di ricarica, segno dei tempi. Succede in Irlanda, per opera della società dell’energia Eir e di EasyGo.

Le cabine telefoniche non servono più, le ricariche sì

le cabine telefoniche
Una colonnina AC di EasyGo

Saranno 180 le cabine telefoniche sostituite da punti di ricarica per veicoli elettrici. Nell’era dei cellulari, nessuno utilizza più le vecchie gettoniere, ormai preda solo di vandali e malintenzionati. Al contempo, chi installa punti di ricarica si scontra regolarmente con la difficoltà di trovare spazio in città in cui ogni centimetro è già stato utilizzato. . Le colonnine non saranno solo delle quick in corrente alternata AC. EasyGo, infatti, monterà anche delle ricariche fast in continua DC, fornite dalla società australiana Tritium, fornitore anche dalla rete Ionity. Gerry Cash, direttore di EasyGo, spiega così come è nato il progetto: “La nostra strategia è di andare nelle città, in luoghi facilmente raggiungibili. Le location delle cabine telefoniche sono proprio in questo tipo di luoghi. E installare lì significa rendere l’esperienza di ricarica delle auto facile, comoda e sicura“.

Una buona idea anche per la realtà italiana

Ovviamente nel progetto andranno coinvolte anche le amministrazioni locali, per riservare alle auto in ricarica la sosta negli spazi antistanti alle vecchie cabine. EasyGo (qui il sito) attualmente ha già più di 1.200 punti di ricarica in tutta l’Irlanda, con la prospettiva ora di rendere il suo network molto più capillare. L’obiettivo dell’Irish Climate Action Plan 2030, voluto dal governo, è di avere poco meno di un milione di veicoli elettrici sulla strada, con un’adeguata rete di ricarica.

le cabine telefonicheIn effetti quella irlandese sembra una buona idea, replicabile anche da noi. In un recente articolo abbiamo ricordato che le installazioni in Italia sono in costante crescita, ma troppo spesso sono fatte un tanto al chilo. Senza tener conto delle reali necessità. Ricariche piazzate male e poco curate dai Comuni, che le rendono di fatto inaccessibili. Installarle dove ancora ci sono le ultime cabine telefoniche sicuramente le renderebbe ben visibili e anche facilmente sorvegliatili.

 

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome