Home Bici Gomme per e-bike da vecchi pneumatici, ci pensa Pirelli

Gomme per e-bike da vecchi pneumatici, ci pensa Pirelli

0
CONDIVIDI

Pirelli trasforma vecchi pneumatici di automobili in gomme adatte alle nuove e-bike. Si tratta di Cycle-e: cinque modelli che usano gomma riciclata e polverizzata

La gomma ha una vita lunga, e a volte anche due. Per questo Pirelli, leader nel settore dei pneumatici per due e quattro ruote, ha pensato di riciclare i suoi prodotti e farli vivere di nuovo. Il nome della tecnologia è Polverino. Si tratta di gomma polverizzata presa da coperture dell’automotive ormai arrivati a fine ciclo. Queste polveri vengono poi ri-generate e ri-utilizzate nella matrice polimerica, con una forte percentuale di gomma naturale. In tal modo si ottengono pneumatici nuovi per e-bike.

Due gli strati che compongono il battistrada della gamma Cycl-e: un compound di “cap”, a contatto con l’asfalto e un “base” con funzione antiforatura. Il primo nasce per offrire sicurezza, comfort e guidabilità su asciutto e bagnato e su diverse superfici stradali, mentre il secondo, grazie al suo spessore, permette di “inglobare” gli oggetti acuminati impedendo la perforazione dello pneumatico.

Cinque gomme per ogni esigenza

Tre le famiglie: Granturismo, Downtown, Crossterrain. Ad eccezione del Granturismo, Pirelli offre due modelli per ciascuna famiglia: una versione tradizionale ed una Sport. Le versioni tradizionali presentano incavi più marcati e radiali per la massima sicurezza in ogni condizione. Per quanto riguarda la Sport, offre un’ottima scorrevolezza e velocità attraverso una fascia centrale continua. Un minor numero di passi e la direzione prevalentemente longitudinale degli incavi.

Il modello Granturismo è quello che più si ispira agli pneumatici moto di Pirelli. Ripropone intagli ma soprattutto profili tipici delle due ruote a motore. Grazie a questo offre spiccata dinamicità di guida, ottimo contact feeling e capacità di controllo ad ogni angolo di piega: caratteristiche ideali per le moderne e potenti e-bike e per chiunque abbia esigenze di guida sportiva, anche in contesti urbani.

Per i modelli Downtown si è pensato di assistere al meglio ogni fase di piega, di frenata ed accelerazione, considerando anche le esigenze date dall’impiego su bici assistite sempre più performanti. Le due gomme Downtown e Downtown Sport hanno microtexture della superficie battistrada, numero di incavi, profondità e orientamento degli stessi, differenti rispetto ai pneumatici Cycl-e XT e XT-Sport, per cui è previsto anche un utilizzo in leggero fuoristrada.

Sui modelli Crossterrain, infine, il focus è stato il grip su terreni accidentati e leggero fuoristrada. A questo proposito, è stato inserito un tassello che interviene in modo sensibile in manovre brusche su fondi sdrucciolevoli, aumentando il grip meccanico laterale. Le linee DT e XT sono poi connotate da un battistrada caratterizzato da un’innovativa microtexture, variabile tra centro e spalla. 

Gomme con un progetto alle spalle

Il progetto Cycle-e di Pirelli nasce nel 2017 con la presentazione a Eurobike di una collaborazione con l’azienda svizzera Stromer. In quel caso il pneumatico nato dal connubio veniva montato sul modello di bici elettrica St5, utilizzando la strategia tailor-made. Sostanzialmente consiste nello sviluppo e realizzazione di un prodotto specifico per un tipo di mezzo. Lo stesso Pirelli fa già da anni con alcune case automobilistiche: collaborare da vicino per produrre pneumatici che assecondino le peculiarità del mezzo in questione. Ora che il progetto Cycle-e funziona e cammina da solo, l’azienda italia è pronta per lanciarsi nella commercializzazione su vasta scala. Tutta la gamma Cycl-e sarà disponibile sul mercato a partire da ottobre.

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome