Home Alla ricarica Enel X mette in carica Trieste Airport

Enel X mette in carica Trieste Airport

0
CONDIVIDI
Alessio Torelli

A partire da marzo presso i parcheggi del polo intermodale di Trieste Airport,  l’aeroporto del Friuli Venezia Giulia, saranno attivi 16 punti di ricarica per auto elettriche, che saranno installati a cura di Enel X.

La società del Gruppo Enel per lo sviluppo dei nuovi business la sottoscritto in proposito un accordo di partnership  con i vertici dello scaloUn’isola di ricarica dotata di 8 colonnine di tipo Pole, in grado di rifornire contemporaneamente 16 veicoli elettrici, di cui 14 autovetture, sarà collocata presso il Park 8, quello situato tra l’aeroporto e la stazione ferroviaria. Per il Park 4 “sosta breve” Enel X e Trieste Airport hanno invece previsto l’installazione di una colonnina di tipo Fast, in grado di ricaricare due e-car contemporaneamente in circa 30 minuti, la cui installazione ed attivazione avverrà successivamente.

Il nuovo servizio si rivolge sia a passeggeri che, partendo dal polo intermodale, viaggiano in aereo o in treno e desiderano ritrovare la propria auto elettrica con il pieno di energia, sia a automobilisti in transito che hanno la necessità di ricaricare la propria auto, potendo nel frattempo fruire dei servizi e delle aree relax presenti nel terminal.

«Siamo l’unico scalo italiano che è in grado di offrire contemporaneamente tutte le modalità di trasporto integrando aereo, ferro, gomma con l’utilizzo di mezzi pubblici e privati – da oggi anche elettrici – in un unico sistema perfettamente sinergico» . Grazie alla partnership con Enel oggi il polo assume un ruolo baricentrico rispetto alla mobilità del Friuli Venezia Giulia e tutta l’infrastruttura aeroportuale si presenta come un nodo di servizi competitivo e sostenibile in grado di collegare in modio sempre più efficiente Regione, e i territori limitrofi, con l’Europa e il mondo”, ha dichiarato il presidentee di Trieste Airport, Antonio Marano.

Alessio Torelli

 

Alessio Torelli, responsabile Enel X Italia ha aggiunto: «Il nostro Piano nazionale prevede la posa di circa 7 mila colonnine elettriche entro il 2020 per poi arrivare a 14 mila nel 2022. Attraverso questa intesa le due aziende confermano il loro impegno a favore della mobilità sostenibile e della creazione di tutte le condizioni che agevolano e promuovono forme di turismo a basso impatto ambientale».

Alessio Torelli

Il Friuli Venezia Giulia nel corso del 2019 lancerà il progetto Noemix, che permetterà di sostituire 800 veicoli a combustione della pubblica amministrazione con 640 macchine elettriche.