Home Due ruote Debutto a Misano: ecco la prima Ducati elettrica

Debutto a Misano: ecco la prima Ducati elettrica

9
Prende forma (e velocità) la prima Ducati elettrica da competizione. Lo annuncia la casa di Borgo Panigale. Il prototipo V21L (questo il nome in codice) ha completato i primi giri di prova. Parteciperà al campionato FIM Enel MotoE World Cup  come fornitore unico di tutti i team. Prenderà il posto della modenese Energica Ego Corsa a partire dal 2023.
prima ducati elettrica

Il tester Pirro: molto simile a una MotoGp

I primi test sono sono stati effettuati al Misano World Circuit Marco Simoncelli. In sella il collaudatore ufficiale Ducati Michele Pirro che a fine test ha commentato: «Una grande emozione, l’inizio di un capitolo importante nella storia della Ducati». 

Pirro ha definito la moto leggera ed equilibrata. La risposta dell’acceleratore in fase di accelerazione sarebbe già «molto simile» a quella del modello MotoGp, benchè in questo primo test la potenza sia stata tagliata al 70%.

Anche l’ergonomia alla guida sarebbe paragonabile a quella della moto termica, della quale mancherebbe soprattutto il rumore.

Se effettivamente il prototipo elettrico avesse un comportamento così simile al bolide MotoGp vorrebbe dire che la Squadra Corse Ducati ha fatto passi avanti quasi miracolosi. Nel campionato MotoE scorso, infatti, le Ego Corsa di Energica spiccavano tempi sul giro a cavallo tra quelli della MotoTre e della MotoDue, quindi molto più alti della categoria regina.
La sfida: matenere le prestazioni per tutta la gara
I tecnici Ducati hanno detto però che la sfida ora è mantenere questo livello di prestazioni per tutta la gara. Cosa finora impossibile senza dotare le moto di pesantissimi pacchi batteria.

prima ducati elettrica

Primo passo per la eDucati da strada

Attraverso l’esperienza dell’azienda in MotoE, Ducati intende acquisire le competenze per produrre una moto elettrica stradale che «sia una vera Ducati» come ha sempre affermato l’amministratore delegato Claudio Domenicali. Quindi una moto leggera, sportiva, emozionante, maneggevole «in grado di soddisfare tutti gli appassionati del marchio».

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube
Vesper
Apri commenti

9 COMMENTI

  1. (Modalità carogna on) Ma poi, ripensandoci a freddo… la vera grandissima sfida è la seguente: in Ducati riuscuranno a fare anche le moto elettriche che sbiellano? Perchè se non sbiellano non sono Ducati. Lo sanno tutti. (Modalità carogna off)

      • Lei è un saggio mototurista. Ergo non sbiella. Chiaramente trattasi di sfottò tra appassionati di diverse parrocchie. Che ad esempio fanno diventare il Monster ne lo Smonter. Nello specifico, un fondo di verità c’è. Le ducati bicilindriche usate tanto in pista hanno diverse volte mostrato questo tipo di fragilità. La verità è che a questo mondo vorrei vedere quale bicilindrico ad elevata potenza specifica e usato spesso o sempre in circuito non sbiella dopo un po’ di anni di sta vita. Di qui la leggenda. Io invece un Guzzi l’ho sbiellato. Secco. Meglio che sto zitto. Ma è rinato dalle sue ceneri, più bel che pria. E già che c’ero, con 193 cc in più. Ma piuttosto, non si riesce davvero a sapere un tempuccio anche indicativo fatto dalla V21L?

          • Beh, ma sapere in quanto ha girato a misano una moto da corsa non mi pare esattamente un dettaglio o andare fuori tema… non sarebbe una notizia da poco sapere se (per esempio) la ducati, anche col motore al 70% , girava sugli stessi tempi dell’energica… poi la notizia come l’avete riportata voi l’ho trovata anche altrove molto simile, il che mi fa pensare che il comunicato stampa sia quello. Ma magari lei ha qualche fonte che noi umani…

          • Appunto, solo il comunicato abbiamo ricevuto. Per sapere di più ci vorrebbe un giornalista d’assalto. Magari uno di Fanpage infiltrato fra i meccanici della Squadra Corse

          • Io una telefonata all’ufficio stampa gliela farei. Sempre stati preziosi in ducati, ma in fondo chi e cosa meglio di vaielettrico per parlar di mezzi elettrici? Ricordavo Giulio Fabbri… ma è passato un po’ di tempo…

  2. Chiedo scusa, quando ho detto che le altre due categirie citate girano 7 secondi più svelte ho dato per scontato, senza specificare, che lo facciano a parità di circuito. In questo caso Misano.

  3. -I tecnici Ducati hanno detto però che la sfida ora è mantenere questo livello di prestazioni per tutta la gara-

    Esatto, che la moto vada più o meno forte in questo momento è del tutto relativo. Quello che è certo al momento è che i 1000 Superstock (moto molto simili alle attuali supersportive normalmente in vendita) girano in media sette secondi più veloci delle Energica, idem dicasi le Moto 2. Quindi lasciamo stare le MotoGp e concentriamoci su queste due categorie che potrebbero essere le più “vicine” per un confronto sensato. Partendo da questo dato vedremno presto se Ducati, come penso, riuscirà a ridurre il gap. Pronto a scommettere che riescono a dimezzarlo senza grossi problemi.
    Detto questo, a mio avviso il discorso prestazioni è assolutamente secondario in questo momento se parliamo di ricerca e sviluppo. Potenza non ne manca, e che un motore elettrico possa andare forte è assodato da sempre. La speranza è che si rendano conto, ma non in Ducati perchè secondo me lo sanno benissimo, bensì a livello organizzativo, che la vera “gara” per un po’ di anni sarà su velocità di ricarica e tenuta delle batterie. Personalmente ritengo che un campionato di velocità per veicoli elettrici sia solo spettacolo, ma sportivamente privo di senso. Molto, ma molto ma molto e ancora molto più interessante sarebbe impostare delle gare di endurance, con tanto di rifornimenti (e spettacolarizazione dei medesimi) e magari anche di “cambio pilota”. In Formula E ci stanno arrivando pian piano.
    Quello sarebbe veramente interessante da vedere come va a finire. Perchè il fatto che una moto faccia sette/otto giri come una lippa e poi si fermi al box tutto sommato aggiunge poco alle necessità tecniche che si vuole risolvere. Bene così comunque, vediamo il seguito.
    Sarebbe interessante sapere in quanto hanno girato, temo sarà un dato impossibile da ottenere.

Rispondi