Home Incentivi Boom di richieste, in Lombardia incentivi già esauriti

Boom di richieste, in Lombardia incentivi già esauriti

4
CONDIVIDI
Cattaneo
L'assessore all'ambiente della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.

Boom di richieste per gli incentivi su auto elettriche della Regione Lombardia. Già prenotate tutte le risorse del bando,  16,2 milioni di euro: esaurita così la dotazione a disposizione. 

Boom di richieste, restano soldi solo per le due ruote

boom di richiesteSono ancora disponibili invece le risorse del bando per l’acquisto di motoveicoli e ciclomotori non inquinanti (qui le info). Ne dà notizia l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo. Un successo al di là delle aspettative – commenta Cattaneo – e non pensavamo che le risorse si esaurissero in così poco tempo. Evidentemente il bando ha intercettato un bisogno reale dei cittadini”.  Oltre la metà dei contributi richiesti è per auto a emissioni zero. Le prenotazioni tramite i venditori/concessionari sono state 3.209: 1.081 per auto a zero emissioni con radiazione di un veicolo più inquinante; 704 prenotazioni per auto ibride; 606 per auto a zero emissioni senza radiazione di un veicolo; 493 per veicoli a benzina; 191 per veicoli a metano/gpl e 54 per auto diesel. 

L’assessore: “Vedremo se mettere altre risorse”

 “L’apprezzamento di questa misura – ha proseguito l’assessore all’Ambiente – e la predilezione per l’acquisto di auto a zero emissioni è un fatto che salutiamo con favore. Abbiamo dovuto sospendere le registrazioni al sito per l’accesso al beneficio, ma si erano già registrati molti cittadini che non hanno potuto accedere alle risorse“.  “Valuteremo nei prossimi giorni – ha concluso Cattaneo – insieme al presidente della Regione Attilio Fontana, alla Giunta e in base alle interlocuzioni con il Governo se sussistono le condizioni di poter integrare il bando con ulteriori risorse“.  L’annuncio è stato dato su Lombardia News, l’organo ufficiale della regione, dopo che per tutta la giornata si erano rincorse voci sul fatto che già in mattinata i fondi erano esauriti per il boom di richieste. Creando un notevole disorientamento tra concessionari e clienti. 

4 COMMENTI

  1. Buongiorno, ieri ho fatto la registrazione alle 10.02 nonostante i rallentamenti del sito, ho subito avvisato il venditore che avevo fatto la registrazione e che poteva inserire l’incentivo nell’ordine del 1/02/2021 semplicemente tramite il mio codice fiscale.
    Dapprima mi ha risposto che l’incentivo non fosse retroattivo, gli ho dovuto dimostrare FAQ alla mano che se l’auto nuova non era ancora fatturata e l’auto vecchia non ancora rottamata si poteva fare… Un’ora persa.
    Chiarito quello mi chiede il codice di registrazione che regione lombardia avrebbe dovuto inviarmi a seguito dell’accettazione della domanda, gli ho girato lo screen con i docidi di iscrizione ma mi ha detto che non erano quelli.
    La mattina dopo avevo sentito che i fondi stavano finendo, visto che RL non mi aveva mandato nulla mi informo e vedo che l’inserimento da parte del concessionario viene fatto tramite il codice fiscale del beneficiario, cosa che già avevano.
    Fatto sta che quando hanno modificato l’ordine, alle 9 del 2/03/21 (a loro dire), i fondi erano già esauriti…

    Come mi dovrei comportare ora visto che:
    1. il concessionario non sapeva che fosse retroattivo, ho dovuto dirglielo io
    2. il concessionario non sapeva che bastasse il codice fiscale del beneficiario già iscritto al bando, ho dovuto dirglielo io.
    3. il concessionario ha perso 23 ore da quando lo avevo avvisato e così facendo io ci ho perso 8.000€ di incentivi…

    Perchè se l’errore è loro i soldi dovrei perderceli io?

    • Un consiglio: fai il nome del concessionario e poi cambialo.

      Questa storia della prenotazione e’ veramente ridicola: basta con procedure con complicazioni da medioevo. Si va in concessionaria e si ha lo sconto. Punto!!!
      Mettono solo 16 milioni a budget e poi si “stupiscono”. Ma di cosa? Li hanno letti i numeri del bonus mobilita’ statale? Si vergognino, e con loro quelli che continuano imperterriti a votarli.
      Un bando serio e’ come quello dell’ex ministro Costa, che ha coperto TUTTE le richieste, altro che noccioline e poi “stupirsi”.

    • Come da Bando l’incentivo si considera ottenuto SE il codice ricevuto dal cittadino viene inserito dalla concessionaria che processa il pagamento della marca da bollo da 16€ in via telematica da parte del cittadino. Solo a quel punto arriva una mail con la conferma dell’avvenuto pagamento del bollo e la concessionaria stampa la conferma dell’ottenimento dell’incentivo.

      L’1 marzo ho ottenuto il bonus regione Lombardia e ho impiegato 5h in concessionaria per fare tutta la pratica, il sistema (lato concessionaria) è stato off-line per ore e il contatore fondi residui scendeva a vista d’occhio. Per quella che è stata la mia esperienza non era possibile ottenere l’incentivo senza presenza fisica perchè il pagamento l’ho dovuto effettuare io con carta di credito a me intestata direttamente alla concessionaria.

  2. Ma se si inseriscono diesel benzina gpl metano ed ibrido è normale che vengono polverizzati. Invece di continuare a mettere la testa sotto il terreno come lo struzzo cercando di accontentare un po’ tutti, scegliessero di fare azioni chiare e nette come gli incentivi solo ad elettriche e plug-in stop!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome