Home Vaielettrico risponde Ci sono wallbox programmabili per sfruttere le tariffe migliori?

Ci sono wallbox programmabili per sfruttere le tariffe migliori?

12
sperimentazione arera
Webinar

Ci sono sul mercato wallbox programmabili per ricaricare l’auto nelle fascie orarie di maggior favore? Inviate i vostri questiti a info@vaielettrico.it

wallbox programmabili
Il display di una wallbox con la funzione di programmazione oraria della ricarica

In attesa della mia nuova Dacia Spring Extreme…

punto interrogativo“Sono in attesa della consegna della nuova DACIA SPRING EXTREME 65CV.
Vorrei sapere se è possibile -tramite idonea wallbox domestica – effettuare la ricarica  RITARDATA, in modo da programmare la stessa nelle ore notturne di minor costo ( dalle ore 11 alle ore 6)f.mossberg

La risposta è sì, ma nella gamma medio-alta

punto interrogativoRisposta- Molte delle wallbox in commercio sono programmabili per avviare la ricarica nelle fascie orarie più convenienti. La funzione che a lei interessa, però, è presente in prodotti di gamma medio alta.
Alcune posso essere gestite anche da remoto, con il cellulare, utilizzando App che consentono di avviare o interrompere la ricarica in qualsiasi momento con un semplice comando.

Un’occhiata al nostro listino, ma non l’installi “fai da te”

wallbox  programmabili
Ovviamente queste sono funzioni presenti nei modelli un pò più costosi con prezzi di listino che vanno dagli 800-900 euro a salire. Per farsi un’idea può consultare il nostro listino interattivo 8Vedi foto qui sopra). Tutte le principali marche europee dispongono di una rete di installatori qualificati che possono indicarle il modello più adatto.
Sconsigliamo invece l’installazione fai da te: la ricarica di un’auto elettrica richiede che l’impianto elettrico a monte della wallbox sia in buone condizione e correttamente dimensionato per una richiesta di energia non trascurabile e soprattutto prolungata.

-Iscriviti alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Phoenix
Vesper
Apri commenti

12 COMMENTI

  1. Forse nella mia precedente email il quesito non era posto in modo corretto, quindi riespongo il mio problema: in attesa della consegna della nuova DACIA SPRING EXTREME 65CV ho ordinato una WALLBOX di alta gamma ( possibilità di programmare la ricarica con un ritardo da 1 a 9 ore, oltre ad impostare l’amperaggio di ricarica ( da 6 fino a 32Ampere) a seconda dei carichi già attivi nelle utenze domestiche.
    Il rivenditore della WALLBOX però – molto onestamente- mi ha detto che molte auto ( tra cui la DACIA) non sempre accettano la ricarica ritardata, perchè al momento dell’inserimento del connettore nell’alloggiamento dell’auto la stessa si pone in modalità “SLEEP”: quindi è possibile ricaricare solo in tempo reale.
    Il problema dovrebbe essere del firmware non aggiornato.
    Ho posto il quesito al concessionario, ma non mi hanno saputo rispondere (!)
    Qualcuno sa darmi notizie?
    Molte grazie!
    Mossberg

  2. Zappi non solo è programmabile con orario ma ha un contatto predisposto per i contatori intelligenti che mandano un segnale quando passano alla tariffa migliore

    • @Enzo: Tu citi un post di un anno fa, NON scritto da Tesla.
      Senza la batteria Tesla PowerWall, puoi programmare la ricarica agendo sulla app dell’auto o sulla auto medesima.
      Io posso farlo sia con la mia Tesal che con la mia Twingo ZE.

    • No,
      la WB di Tesla è “stupida”, presuppone che venga utilizzata su autovetture dotate di controlli autonomi.
      L’unica cosa che fa (a parte aggiornarsi da sola come qualsiasi prodotto Tesla) è di gestire il carico complessivo tra più WB collegate in serie, in modo da non superare complessivamente il carico massimo della linea e poi ha l’opzione per abilitare la carica per un VIN esclusivo o per qualsiasi Tesla o per qualsiasi auto, nient’altro.

  3. A livello di quadro elettrico la cosa è gestibile anche con un timer programabile (ciircuito molto semplice alla portata di qualunque elettricista qualificato). Ovvio che se la programmazione la dobbiamo fare da remoto, variarla spesso, oppure tenendo conto di un eventuale impianto fotovoltaico con e senza accumulo la cosa diventa complicata, qui andiamo a livello di domotica e deve essere modificato in alcuni punti l’impianto principale.

    • -con un timer programabile ciircuito molto semplice alla portata di qualunque elettricista qualificato-

      Ma anche squalificato come il sottoscritto… 😂
      Ma a margine dell’ottima idea consiglio di guardare con molta attenzione a quanti ampere il suddetto timer è in grado di sopportare perché in genere è scritto piccolo ma la dicitura tipo “non più di 16 ampere” mi è capitato di leggere diverse volte anche per moduli da installare su barra DIN.
      Quindi fate attenzione a sceglierlo bene il timer in questione. 😉

      • Ovvio che bisogna considerare tutte le variabili in gioco, ma il discorso dell’elettricista qualificato é un “disclaimer” Che parte da lontano. Fui cazziato da un moderatore sul forum Teslari.it perché diedi in risposta ad un utente un parametro da considerare (dimensione del Cavo in mmquadri) per la scelta dei cavi da usare x una wallbox. Fui cazziato nonostante avessi precisato Nella stessa risposta, a fine risposta, che queste valutazioni le doveva comunque fare un progettista qualificato.
        Cazziata che non meritavo (fui minacciato di cancellazione del mio post, Manco avessi scritto come costruire una bomba nucleare) ma che mi ha fatto abbandonare quel forum per sempre. Forum Sul quale a mio parere erano solo presenti post tutti sommato futili.

  4. Ma farlo programmando lato automobile? Con la mia kuga si può fare, che io sappia anche con la spring tramite app. Sempre che il venditore con cui avevo parlato mi abbia detto bene.
    Attenzione al connettore incriminato! Legga l’articolo inerente.

    • Stavo giusto per rispondere la stessa cosa!
      Io ho fatto installare una Prisma base (poco più di 700€, anche grazie ad uno sconto 10% offerto proprio qui su Vaielettrico.it 😊) e imposto inizio e durata della ricarica nell’app della Zoe o direttamente nella Zoe.
      Se l’auto e/o la sua app consentono di farlo, è la cosa più semplice.

Rispondi