Home Auto Ioniq 6, MG4…novità a getto continuo

Ioniq 6, MG4…novità a getto continuo

7
CONDIVIDI
La Ioniq 6: si allarga la gamma elettrica premium della Casa coreana.

Ioniq 6, MG4…I nuovi modelli elettrici si susseguono a getto continuo. Questa settimana ne abbiamo selezionati due (in arrivo dall’Asia) tra i più interessanti. 

Ioniq 6Ioniq 6: la Hyundai va all’attacco di TeslaIoniq 6

Hyundai alza l’asticella della sua nuova gamma elettrica, svelando le linee della Ioniq 6, basata (come la 5) sulla Electric Global Modular Platform (E-GMP). Con un coefficiente aerodinamico  di tutto rispetto: 0,21. La presentazione ufficiale, con tutti i dati tecnici, è in calendario per i prossimi giorni, ma tutto lascia pensare che anche la Ioniq 6 sarà un’auto da 800 volt, con ricariche super-rapide. E un pacco-batterie fino a 77,4 kWh, in grado si assicurare una notevole autonomia, ben oltre i 500 km. Con questo nuovo modello, il gruppo coreano si conferma tra i concorrenti più insidiosi di Tesla a livello globale nella fascia premium. Anche in maggio la Ioniq 5 e la Kia EV6 insieme hanno superato le 15 mila immatricolazioni, rispettivamente con 8.173 e 7.676 auto vendute.

Ioniq 6MG 4 / Arriva a fine anno, con autonomia fino a 450 kmla Ioniq 6

Il marchio è inglese, ma la proprietà (e la produzione) sono da tempo basati in Cina, con grandi ambizioni nell’elettrico. Questa MG 4 nasce su nuova piattaforma intelligente, la  MSP (Modular Scalable Platform), sviluppata dalla Casa madre di MG, SAIC Motor. Sarà disponibile in Europa a fine anno, con la possibilità di scegliere tra due pacchi-batterie:da 51 o 64 kWh (autonomia 350 o 450 km).  La trazione posteriore e la distribuzione bilanciata del peso (50:50) dovrebbero garantire una notevole piacevolezza di guida. Quanto alle dimensioni, parliamo di un auto piuttosto compatta: lunghezza di 4.287 mm (la stessa della VW Golf), una larghezza di 1.836 mm e solo 1.504 mm di altezza. Con un notevole spazio a bordo, ovviamente per 5 persone. La MG è già presente in Italia con due modelli elettrici: la ZS (164 immatricolazioni nel primo semestre) e la Marvel R (122).

Ioniq 6

———————-

  — Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube 

Apri commenti

7 COMMENTI

  1. Mg si conferma come la casa automobilistica più innovativa e interessante, forse anche più di Tesla che rimane il punto di riferimento automobilistico mondiale. La vera chicca della Mg-4 è la modulabilità della batteria che grazie a uno specifico telaio e sistema di scambio il proprietario può adattare nel tempo alle proprie esigenze la capacità della batteria, sostituendola con una più o meno grande, dal taglio 40 ai 150, una bella rivoluzione!

  2. Prezzi previsti (stime):
    – MG4: da 35000 euro
    – Ioniq 6: da 45000 euro

    Il prezzo della MG4 è stimato da me secondo questo criterio: visto che la MG4 in Cina sarà venduta col nome MG Mulan ad un prezzo pari a circa il 90% di quello della Marvel R, il prezzo da noi dovrebbe essere intorno ai 35000 euro. Non è chiaro però se il prezzo cinese annunciato faccia riferimento alla versione base o alla più potente: nel primo caso sarebbe deludente, nel secondo caso, invece, inizierebbe ad essere interessante. Peccato per gli interni anonimi, per l’accelerazione 0-100 in meno di 8″, i 160 km/h di velocità massima e l’aspetto da crossover perché per altri aspetti merita: batteria cell to pack, baricentro a 49 cm dal suolo, 1665 Kg, ha già superato il test Euro’NCap con 5 stelle, 7 anni di garanzia su tutto … Ad ogni modo in futuro potrebbe arrivare una versione dual motor con 0-100 in 4″.

    Il prezzo della Ioniq 6, secondo alcuni media, dovrebbe aggirarsi sui 45000 euro, considerato che la Ioniq 5 parte da 42000 euro. Con la sua forma a banana e i suoi interni disco ’80, non riscalderà troppi cuori …

  3. Abbordabile per lei cosa significa?
    Lungi da me l’idea di volerle fare i conti in tasca.
    Ma cogliendo la cosiddetta “palla al balzo”, a coloro che magnificano il mondo elettrico evidenziando il minor numero di componenti dell’auto e la minor quantità di manodopera chiedo: ma non dovrebbero costare meno delle auto tradizionali?
    Perche invece costano di più?
    Direttore Mauro Teseschini, cosa mi risponde?

    • /// a coloro che magnificano il mondo elettrico evidenziando il minor numero di componenti dell’auto e la minor quantità di manodopera chiedo: ma non dovrebbero costare meno delle auto tradizionali? \\\ La batteria è un componente che influisce molto sul prezzo di un’auto elettrica per vari motivi, con l’aggravante della produzione in (relativamente) piccola serie.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome