Home Tecnologia Droni: via all’accademia di volo

Droni: via all’accademia di volo

0
CONDIVIDI
droni
L'accademia di volo per droni

Droni per monitorare l’ambiente e per fare ispezioni in ambienti critici e pericolosi. Si studiano nel centro di ricerca Enea del Brasimone di Camugnano, sull’Appenino bolognese. Qui nasce l’accademia di volo per l’addestramento dei super droni   e un campo scuola di volo.

I droni per le missioni impossibili

droni
I droni del progetto Exadrone pensati per missioni impossibili

Queste macchine permettono di sostituire l’uomo nel monitoraggio ambientale in siti critici e pericolosi, pensiamo alle aree nucleari ma non solo, dove la sicurezza delle condizioni di lavoro non è assicurata. Vengono definiti: “Droni per missioni civili impossibili,  veicoli ad alte prestazioni e con caratteristiche superiori agli standard commerciali di mercato”.

Sono in grado di effettuare ispezioni e rilievi e supportati da avanzati sistemi di acquisizione e archiviazione di big data.

droni
E’ stato realizzato un campo di volo aperto anche al pubblico

Questi sono gli obiettivi e i risultati del progetto Exadrone, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 581.000 euro su un totale di 775.000, nell’ambito di un protocollo d’intesa tra Enea, Regioni Emilia-Romagna e Toscana. L’attività si è svolta nei laboratori del centro di ricerca Enea del Brasimone di Camugnano, sull’Appenino bolognese.

L’accademia di Volo nell’Appennino bolognese

Exadrone ha permesso anche la realizzazione dell’accademia di volo per l’addestramento teorico e pratico di Apr (aeromobile a pilotaggio remoto), aperta anche al pubblico, con relativo campo scuola, autorizzata e certificata dall’Enac.

droni
Nell’Appennino l’accademia di Volo per i droni

L’iniziativa  punta a favorire lo sviluppo del centro Brasimone e farlo diventare un  Polo scientifico e tecnologico di elevato rilievo internazionale.

Enea e Metaprojects, un laboratorio di ricerca privato con sede nell’Appennino emiliano, hanno sviluppato congiuntamente Exadrone. Il progetto ha portato alla realizzazione di un laboratorio automazione e controllo in cui realizzare e testare strumenti Lidar (Laser imaging detection and ranging) per monitoraggio ambientale e sensori per il monitoraggio nucleare e che comprende anche uno spazio dimostrativo interattivo fruibile anche per attività di didattica, di comunicazione e informazione al pubblico e a soggetti imprenditoriali.

— Iscriviti gratuitamente alla newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

 

Apri commenti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome