Home Incentivi Bonus mobilità, uno scandalo: il Ministero batta un colpo

Bonus mobilità, uno scandalo: il Ministero batta un colpo

16
CONDIVIDI
Ministero Transizione

 

Bonus mobilità: altri due lettori, infuriati, ci scrivono dopo avere ricevuto risposte evasive dal Ministero. Vaielettrico risponde.

bonus mobilitàBonus mobilità: risposte sempre evasive

“Nelle news da voi ricevute ho letto la recensione del lettore Domenico Bonanno in merito al bonus mobilità e confermo che siamo in tanti nella stessa situazione. Per dare il mio contributo a una soluzione del problema allego documenti che vi autorizzo a pubblicare:

  • scambio di mail con l’ufficio del Ministero dell’Ambiente per avere un aggiornamento; faq scaricate dal sito del Ministero dell’Ambiente dove in ultima pagina si legge la finestra da ottobre 2019 a maggio 2020 per accedere al bonusbonus mobilità
  • scambio di mail con il Ministero che afferma la validità della rottamazione fatta nel 2019/2020 per accedere al buono. Ma quando?

Ritengo che sia un diritto dei cittadini ricevere dalle istituzioni risposte “molto” chiare e precise in merito ai quesiti posti. E  critico profondamente la superficialità e l’arroganza che invece riscontriamo dagli uffici preposti alle relazioni con il pubblico……che oltretutto sono nostri dipendenti come tutti i dipendenti della Pubblica Amministrazione……gli stipendi di queste persone, Ministri compresi, li paghiamo noi con le tasse“. Fabrizio Gardella

Bonus mobilità, la nostra risposta purtroppo è…

Risposta. Fabrizio abbiamo letto la corrispondenza con il ministero sul bonus 2021. L’incentivo prevede, dopo la rottamazione di un veicolo inquinante,  l’erogazione di un bonus di 1500 euro per acquisto bici o abbonamenti a mezzi pubblici. Siamo sconcertati dall’eccesso di burocratese. Riportiamo un piccolo stralcio per condividere coi lettori il tono della risposta: “L’articolo 2, comma 1, del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111, convertito, con modificazioni, dalla legge 12 dicembre 2019, n. 141, così come modificato dal decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77 istituisce il fondo denominato Programma sperimentale buono mobilità” Che cosa ci capisce un cittadino?

buono mobilita
Riaperti i termini per il rimborso del buono mobilità

Sembra chiaro che chi ha rottamato il veicolo non perde i diritti. Come si legge nella riposta ministeriale: “Buongiorno si fa presente che il decreto attuativo non cambia la legge approvata perciò i suoi diritti acquisiti rimangono“. Bene. Peccato che sui tempi si brancoli nel buio. Del decreto c’è la bozza, ma sono  quattro i ministeri che devono dire la loro più la Conferenza Unificata. Un calvario.

E a Simone dicono: “Allo stato non è possibile procedere…” 

bonus mobilitàVisto il Vostro interessamento per il Bonus rottamazione, vi allego il mio scambio di mail col ministero, che come al solito prende tempo e dice di aspettare il decreto attuativo…Le risposte si concludono sempre così: “Si precisa … che la scrivente amministrazione ha predisposto una bozza di decreto oggi in fase di concerto tecnico con gli altri Ministeri.  Al completamento di tale iter il Decreto attuativo recante le modalità e i termini per bonus mobilitàl’ottenimento e l’erogazione del beneficio di cui al Programma sperimentale buono mobilità sarà pubblicato in GURI. Tutto ciò premesso si comunica che, stante la permanenza del diritto al beneficio in capo a quanti abbiano i requisiti sopra citati, allo stato del procedimento non è possibile procedere all’attribuzione del buono mobilità in parola”Simone Frua

Contributi approvati con legge e inapplicati, non è serio

Risposta. Il Ministero è un muro di gomma: continua a rispondere a tutti rimandando a decreti attuativi da concertare con mezzo mondo. Lo stesso accade per l’incentivo del 40% per l’acquisto di un’auto elettrica riservato a chi ha un ISEE inferiore ai 30 mila euro: tutto fermo. Hanno ragione i lettori: non è una cosa seria, da Paese civile.

Ministero Transizione
Il ministero dell’Ambiente ha cambiato nome

Sono in tanti ad avere fatto affidamento su norme di legge regolarmente approvate dal Parlamento e finanziate. E noi continueremo a martellare fino a quando non sarà fatta chiarezza sul bonus 2021. In particolare sarebbe interessante capire cosa manca visto che esiste già una legge che ha fatto scattare un diritto. E in base a questo che i cittadini hanno rottamato i veicoli.

P.S. Un elogio al ministero va fatto: sono gli unici in Italia a tener vivi aggettivi ormai in disuso come “vetusti“…


bonus mobilità— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

16 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome