Home Agenda eventi Più barche elettriche al Salone di Venezia, ma non in città

Più barche elettriche al Salone di Venezia, ma non in città

2
venezia nautica elettrica
Aqua all'Arsenale di Venezia
Charxcontrol

Quasi neanche l’ombra di barche elettriche a Venezia, al contrario di tante altre capitali europee come Parigi, ma torna il Salone dove il sindaco Luigi Brugnaro fa sventolare la bandiera green ed elettrica. Peccato che in Laguna si navighi con puzza ed emissioni di idrocarburi. E si bastona pure chi ha osato affidarsi alla propulsione a emissioni zero (leggi). 

Crescono le barche elettriche del 30% ma quelle esposte mica in acqua

nautica barche
Una panoramica di una edizione precedente del Salone Nautico di Venezia

Il Salone nautico prende il via dal 31 maggio al 4 giugno con la quarta edizione, appuntamento confermato nello storico Arsenale, cuore della marineria della Serenissima. Una delle prime industrie della storia umana.

Sul lato economico sembra sia possibile alzare il alto i calici e brindare. In sintesi: la presenza dei più grandi gruppi nazionali e internazionali, oltre il 50 per cento di presenze in più per la velacrescita del 30 per cento rispetto al 2022 delle barche elettriche. Se è vero quello che si legge nel comunicato  “confermata la vocazione green” al contrario in città dominano i colori più scuri generati dalla propulsione inquinante dei motori termici.

Topetta Veneziana
Navigazione in un canale veneziano

Il Salone  è organizzato da Vela spa per conto del Comune di Venezia e con la collaborazione della Marina Militare Italiana.  In totale, saranno più di 220 gli espositori (gli italiani 180 e una quarantina da Regno Unito, Croazia, Slovenia, Polonia, Spagna, Francia, Germania, Austria, Montecarlo, Svezia, Danimarca, Finlandia) che porteranno a Venezia 300 imbarcazioni, di cui 240 in acqua.

Il sindaco Brugnaro e la sostenibilità

Venezia
Il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro

Vi aspetto dal 31 maggio al 4 giugno all’Arsenale per festeggiare con noi la nautica. Senza la nautica non c’è Venezia e valorizzare questo settore per noi è la parte fondante del nostro evento fieristico“.  Invito e parole del sindaco Luigi Brugnaro che non rinuncia al racconto green: “E’ importantissimo lavorare nella sostenibilità, altra sfida che ci siamo prefissati: l’inaugurazione della Biennale della Sostenibilità nei giorni del Salone Nautico” E poi ancora belle parole sulla sostenibilità al Salone Nautico che porta “dalle imbarcazioni, ai motori, alle centraline di ricarica e alle persone che con il loro sapere in questi giorni racconteranno questa importante sfida”. Bene, a terra lodevolmente Brugnaro ha investito sugli autobus elettrici, ma in Laguna questo impegno al momento non si vede.

San Lorenzo con il tender senza motore termico

Al di là delle considerazioni sulla lentissima conversione della mobilità  veneziana il Salone offre interessanti occasioni per conoscere le ultime novità della nautica elettrica e sostenibile. Massimo Perotti, Ceo di Sanlorenzo Yacht, ha annunciato:  “Sanlorenzo investe su Venezia da alcuni anni e nel 2024 inaugurerà la sede della sua Fondazione Sanlorenzo in un palazzo di fronte alla Chiesa della Salute. Saremo presenti anche con il tender di Coppa America, una barca di 10 metri con i foil e le fuel cell, che non avrà motore termico e farà 50 nodi per 180 miglia a zero emissioni; questo tender correrà insieme ad American Magic nel match race che si terrà a Barcellona nel 2024”. Le prestazioni annunciate sono veramente alte.

LEGGI ANCHE: EBS – Electric Boat Show a Milano (12/14 maggio 2023)

 

Nautica elettrica
Grrenline a Venezia

Completano il panorama degli espositori, tra le barche a motore, Sunseeker, Beneteau, Rizzardi, Absolute, FIM, Pardo, Loy Explorer, Green Line, Sirena e Arcadia. Espongono per la prima volta a Venezia i cantieri Invictus, Fountaine Pajot, Nautor Swan, Solaris Power, Prestige, Rio Yacht, Sensesyacht, Omikron.

Significativa la tendenza che si registra del ritorno della barca a vela, protagonista assoluta del pontile P3 con 30 imbarcazioni dai 10 ai 30 metri. Le presenze dei cantieri in tal senso raddoppiano rispetto alla scorsa edizione. Tra le presenze riconfermate compaiono i cantieri Beneteau, Lagoon, Dufour, More, Jeaneau e Pegasus e Italia Yacht, mentre arrivano per la prima volta all’Arsenale Elan, Bavaria, Solaris, Neo Yacht, Felci, Kufner e Hallberg-Rassy.

In esposizione 50 barche elettriche

Grande crescita si evidenzia anche nel settore dell’elettrico con oltre 50 imbarcazioni elettriche esposte, con un incremento del 30 per cento rispetto al 2022.  All’Arsenale tornano X Shore, Candela, Green Line 40, Alfastreet Marine, Fap (Falegnameria Artigianale Pesce) e Rand Boats. Tra le novità, invece Free Power, Propel, Laneva, Green Dream Boats, e Amperetta.

YouTube player

Ci saranno anche barche alimentata con idrogeno: il catamarano francese Sea Bubble e il progetto Hydrocell. Siamo alla terza edizione della E-Regatta con  le prove competitive all’interno del bacino dell’Arsenale e  l’Idroscalo di Venezia.

– Iscriviti alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube –

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Vi risulta emanata la nuova normativa per le barche da lavoro elettriche ? Il Regolamento di Sicurezza prevede solo motori termici. Altrimenti parliamo solo di aria fritta nella nautica.

Rispondi