Home Bici Prima Pagina Yx One manda in pensione i monopattini

Yx One manda in pensione i monopattini

1
CONDIVIDI

YX One a tre ruote unisce monopattino, hoverboard e skateboard in un solo veicolo elettrico. Grande successo su Indiegogo, aspettiamo una versione anche per le regole comunitarie

Elettrico è elettrico, ma è difficile definire cosa sia. YX One è un nuovo veicolo elettrico all-terrain che unisce le caratteristiche di monopattino, hoverboard e skateboard. La campagna di autofinanziamento su Indiegogo sta andando alla grande e a oltre 20 giorni dalla chiusura dei temini i 20mila dollari necessari sono già stati raccolti.

Questo e-board sta andando a ruba tanto che la prima informata di YX One con un prezzo di vendita a 990 euro, cioè meno della metà del costo finale (circa 2.060 euro) è praticamente già esaurita.

YX One: tre ruote e tanto altro

YX One ha tre ruote, due anteriori e una posteriore fissata nel mezzo della pedana di appoggio dei piedi. A occhio sembra appunto uno skateboard, anche per la posizione assunta dal guidatore. A questo va aggiunto l’asse centrale che fa da manubrio con manopola dotata di freno. Qualcosa di somigliante al timone montato sui pedalò al mare, se avete presente di cosa stiamo parlando.

A parole forse le cose si complicano un po’, ma il video promozionale lanciato dall’azienda risulta piuttosto esaustivo. Oltre che invogliare alla prova di questo nuovissimo mezzo elettrico.

L’asta di controllo (o timone come l’abbiamo definita) si posiziona curiosamente tra le gambe del conducente, e che alla sua estremità l’acceleratore e una leva per il freno del tutto simile a quelle delle bici. Questa va a controllare il freno a disco per la massima sicurezza.

Motore potente per YX One

Il motore elettrico è di tipo hub e si trova nella ruota posteriore, ha una potenza di 1.000 Watt ed è alimentato da una batteria al litio da 624 Wh, in grado di assicurare fino a 60 km di autonomia. Una ricarica completa impiega 3 ore. Mentre il massimo di carico consentito è 120 chili.

Questo significa che per ora YX One può essere guidato soltanto negli Stati Uniti oppure fuori dalle strade in cui vige il codice della strada in Italia e Europa. Facile pensare che se il successo fosse ancora più grande arriverà una versione consona alle nostre regole.

Questo e-board è progettato per offrire un’esperienza esaltante su qualsiasi terreno. Grazie alla sua grande potenza conferisce un’aiuto sostanzioso in salita ed è particolarmente indicato per il fuori strada grazie alle ruote larghe e tassellate. Può serenamente affrontare pendenze superiori al 15% senza perdere spinta.

YX One, quando e quanto

Certo non si tratta di un mezzo ultraleggero con i suoi 22 kg di peso totale. Ma ha una compattezza certo maggiore rispetto a una e-bike, paragonabile proprio per quanto riguarda il peso totale. Mentre consente una libertà di movimento maggiore rispetto a un monopattino qualsiasi, inadatto a ogni fondo che non sia asfalto o cemento.

La duttilità di YX One non è certo a buon mercato, con la versione speciale di lancio che viene proposta a 992 euro anziché i futuri 2.066 euro di listino. Ma oramai bisogna ragionare sulle due successive tranche. Una costerà 1150 euro per 50 esemplari e gli ultimi 50 saranno al prezzo di 1240.

Se tutto andrà secondo i piani, la produzione inizierà a febbraio 2020 con le consegne stimante per il successivo mese di luglio.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome