Home Nautica Yamaha testa HARMO: fuoribordo elettrico con motore pod

Yamaha testa HARMO: fuoribordo elettrico con motore pod

0
CONDIVIDI
barca elettrica
Harmo Yamaha

Yamaha con HARMO punta ancora sui motori elettrici marini. Ci prova da anni. Nel 2017 ha presentato un primo prototipo sperimentale mentre sul mercato è già presente da tempo con piccoli fuoribordo elettrici e modelli più avanzati dal 2019 (leggi qui).

Finora gli ingegneri Yamaha hanno puntato su motori pensati per le acque dolci. Poi nel 2019 ha presentato il MS20 Saltwater per il mare. Si tratta di motori dedicati, in particolare, ai pescatori o piccoli diportisti che navigano sotto costa.

HARMO è il nome di questo sistema governato da un joystick

fuoribordo elettrico
Il fuoribordo elettrico Yamaha-Harmo

La nuova creatura tecnologica si chiama HARMO ed è stata pensata per imbarcazioni più impegnative, anche se non è la velocità l’elemento più importante per il marchio giapponese. I manager aziendali la definiscono: “Una piattaforma di nuova generazione composta da un’unità di propulsione alimentata da un motore elettrico, un box di controllo remoto e un joystick”.

Il prototipo sperimentato nei Paesi Bassi, ora i test ad Hokkaido in Giappone

Yamaha non ha fornito le specifiche, l’autonomia, per esempio, dipenderà dalla scelta delle batterie da parte di armatori e cantieri. Stiamo parlando di un prototipo frutto di oltre un anno di progettazione e sperimentazioni condotte su scafi cabinati di circa otto metri lungo i canali olandesi. Ora i test sono in corso in Giappone su barche da diporto nel Canale Otaru di Hokkaido.

Un pod dotato di un’elica compresa in un cerchio

Molto interessante la tecnologica adottata ovvero parliamo di un sistema pod con il motore legato all’elica tramite un cerchio. In altri termini si è adottato un metodo di trasmissione dove il cerchio  dell’elica è azionato da un motore piuttosto che tramite un albero centrale. Una soluzione per Yamaha: “A più elevata efficienza e che  permette di generare una notevole spinta a basse velocità, riducendo al minimo le vibrazioni”.

Il video

Si punta sul mercato europeo: “Più aperto alle innovazioni elettriche”

Harmo è stato ideato e realizzato per applicazioni professionali, pensiamo ai pescatori a cui il marchio giapponese ha sempre dedicato grande attenzione, e soprattutto per acque interne. Le idee sono chiare anche sul mercato di sbocco: quello europeo, ritenuto più aperto e ricettivo per questi fuoribordo elettrici.

Yamaha lo fornirà ad altri produttori

il motore per il lago
Un fuoribordo elettrico Yamaha

Si considera Harmo un sistema semplice che segue la mission storica di Yamaha che intende continuare a fornire motori elettrici ad altri OEM come Ford e Volvo che storicamente hanno acquistato motori ad alte prestazioni da Yamaha in passato.

LEGGI QUI: Bangka: trimarano tradizionale che converte l’energia delle onde