Home Nautica Yamaha presenta il suo primo fuoribordo elettrico per il mare

Yamaha presenta il suo primo fuoribordo elettrico per il mare

0
CONDIVIDI
il motore per il mare

I fuoribordo elettrici Yamaha approdano in mare. Una novità presentata al 59° Salone Nautico di Genova dove agli elettrici  per acqua dolce M32 e MX18  si associa il MS20 SALTWATER.

Yahama già da tempo propone piccoli motori fuoribordo per lago e fiume, in particolare per la pesca. Un’offerta varia che si arricchisce con M32 e MX18, che entrano a far parte della gamma esistenti dei motori green. La novità esposta al Salone è il modello MS20 SALTWATER. Un design semplice, intuitivo e un motore facile da usare. Pesa solo 20,4 kg e assicura una buona manovrabilità sia in acque dolci che salate. Tutti e tre i modelli sono dotati del Digital Maximizer, un sistema introdotto per ottimizzare il livello della batteria.

Yamaha punta su MS20 Saltwater 

il motore per i pescatori
Yamaha MS20 il motore per i pescatori

Uno degli sforzi maggiori  è stata l’attenzione nel concepire un modello che grazie alla protezione avanzata contro la corrosione offre un duplice utilizzo: in acqua dolce e salata. Gli alloggiamenti dell’unità sono sabbiati, quindi rivestiti in alluminio per evitare l’ossidazione e la ruggine. Infine, uno strato finale di vernice a polvere fornisce al motore una maggiore protezione.

Pensato per pescatori e diportisti sotto costa 

MS20 Saltwater offre 20,4 kg di spinta massima e una manovrabilità estremamente precisa. Pensato per i pescatori sotto costa e per i diportisti “green”. Le caratteristiche principali del motore: parte inferiore rivestita, elettronica completamente incapsulata, anodo protettivo, Digital Maximizer, pulsante per verificare lo stato della batteria, staffa di bloccaggio della leva, timone telescopico, elica, albero composito. Assorbimento Ah 42, tensione 12, albero 914 mm. Per fare un confronto con un motore termico parliamo di 0,70 di potenza mentre l’autonomia è di circa due ore. Il prezzo: 560 euro (IVA inclusa).

Yamaha presenta anche il M32 

il motore per il lago
Lo Yamaha M32 per lago e fiume

Un’altra novità, ma riservata ai corsi di acqua interni,  è il modello M32, dotato di funzioni che consentono di collocare l’imbarcazione nella posizione desiderata.  Molto facile da usare, si mette il motore in acqua con un semplice meccanismo di sgancio rapido, utilizzando una sola mano. Insomma un versatile controllo dello sterzo e della barra guida che rende piacevoli le manovre dell’imbarcazione. Lo sappiamo bene ma da Yahama tendono a sottolineare che la propulsione elettrica: “elimina quasi completamente il rumore e non genera fumi di scarico, quindi i diportisti non dovranno più preoccuparsi di la fauna lacustre o marittima, un aspetto che qualsiasi pescatore o amante della natura non può che apprezzare”.

Le caratteristiche principali: spinta 32 kg max, stivaggio con una sola mano, barra per inclinare o allungare il timone, digital Maximizer, pulsante per verificare lo stato della batteria, regolazione della resistenza dello sterzo, regolatore della profondità con leva Quick-Lock, elica, albero composito. Alimentato da una batteria a 12 V, l’assorbimento è pari a 42 Ah, tensione 24, albero 1067 mm. Viene a costare 780 euro (IVA inclusa).

Yamaha promuove il MX 18

Il fuoribordo facile da usare
Yahama MX 18 è Il fuoribordo facile da usare

Il modello MX 18 è l’ultima novità, sulla linea dei precedenti è dotato di Digital Maximizer e conta su un assorbimento di 42 Am e tensione 12. Caaratteristiche: pulsante per verificare lo stato della batteria; staffa di bloccaggio della leva; timone telescopico; elica; albero composito. Il prezzo? Sono 420 euro (IVA inclusa).

LEGGI ANCHE: A Venezia gran successo per il fuoribordo di Mitek