Home Bici X-Scooter LOM, il primo monopattino alla giapponese

X-Scooter LOM, il primo monopattino alla giapponese

0
CONDIVIDI

Mancava un Paese ai nastri di partenza della grande corsa alla micro mobilità elettrica: il Giappone. Arriva oggi il Sol Levante, con la start up Glafit Inc e il suo nuovo X-Scooter Lom  (Lom è l’acronimo di “last one mile”, ultimo miglio). Presentato al CES 2020 di Las Vegas in gennaio, X-Scooter Lom è ora oggetto di una campagna di finanziamento sulla piattaforma Kickstarter. Obiettivo: incassare 25 mila euro, per avviare la produzione a fine primavera e consegnare i primi esemplari in estate. Finora, quando mancano 33 giorni alla chiusura, la campagna ha raccolto circa 17 mila euro.

Glafit - X-Scooter Lom

X-Scooter Lom  è uno scooter innovativo.   Può essere ripiegato per il trasporto nel bagagliaio di un’auto o in metropolitana. Ma al contempo è stato progettato per garantire livelli di confort, connettività, prestazioni e sicurezza molto superiori rispetto a tutti gli altri monopattini sul mercato.

Glafit - X-Scooter Lom

Infatti, secondo Glaft inc. è stato sviluppato, interamente in Giappone, sul concetto delle 3 C: compatto, connesso e confortevole. Offre cioè un’esperienza di guida più vicina a quella della moto. A partire dalla soluzione adottata per le gomme, da 12 pollici all’anteriore e 10 pollici al posteriore. Dimensioni e design sono studiati per garantire, scrivono i costruttori,  ” stabilità e agilità senza pari nella guida ” anche su terreni sconnessi e in qualsiasi condizione della strada.

Le prestazioni sono superiori a quelle dei monopattini tradizionali. Pur con una velocità massima limitata a 25 km/h, ha un’autonomia che va dai 40 ai 60 km, a seconda del pacco batterie Panasonic installato e del motore prescelto, che varia da 350 o 750 kW.

 

Può trainare anche un piccolo rimorchio per un peso massimo aggiuntivo di 100 kg.  Supera pendenze fino al 12%. E’ adattabile alla normativa di ogni Paese e alle condizioni di viaggio grazie a tre differenti modalità di erogazione della potenza (alta: 25 km/h, media 12 km/h, eco: 6 km/h). Segnalatori di direzione, avvisatore acustico e fari a led completano la dotazione di sicurezza, a prova di qualsiasi normativa nazionale.

Come detto Glafit X-Scooter Lom si ripiega in pochi secondi, semplicemente premendo un pulsante. Una volta ripiegato, può essere trasportato con una sola mano. Pesa infatti solo 16,5kg, batteria compresa (2,5 kg). Tuttavia la struttura del telaio è molto robusta e rigida. Un traliccio centrale collega e rinforza il telaio. I due poggiapiedi laterali paralleli fronte marcia, ai lati del pacco batterie posto in basso al centro, aggiungono confort al guidatore e stabilità nella guida sia alla massima velocità sia a bassa velocità nella aree pedonali più affollate. La frenata è garantita dal freno a disco anteriore e posteriore.

Anche la connettività presenta  aspetti molto innovativi. Un codice di accesso condiviso alla App di gestione, per esempio, consente a gruppi di amici e familiari di ricevere le stesse informazioni del guidatore sulla localizzazione del mezzo, lo stato di funzionalità, l’autonomia residua, i viaggi effettuati.

Il sistema di gestione della batteria, sviluppato in collaborazione con Panasonic, ha una capacità di autoapprendimento installata all’interno della batteria. Più chilometri percorri a bordo di LOM, più dati e più precisi avrai a disposizione sulla durata residua della batteria e sulla distanza di viaggio disponibile.

 

La campagna di finanziamento su Kickstarter prevede diverse formule di versamento. All’aumentare della somma versata, aumentano gli sconti previsti sull’acquisto del veicolo e degli optional aggiuntivi. Il prezzo finale al pubblico verrà comunicato a fine campagna, ma dovrebbe aggirarsi attorno si 1.000 euro. E’ prevista la spedizione dell’e-Scooter LOM in gran parte dei Paesi europei, Italia compresa, al costo di 100 dollari. Ecco di seguito una breve guida filmata all’utilizzo di LOM:

Accendere e spegnere, tenendo premuto il pulsante.

Per attivare/disattivare i lampeggianti, far scorrere il pulsante a sinistra/a destra.

Per partire premere la leva dell’acceleratore dopo aver spinto da terra con il piede.

Stessa frenata delle biciclette normali: leva del freno destra per la ruota anteriore e leva del freno sinistra per la ruota posteriore.

Come si ripiega: tirare il blocco della maniglia e piegarlo verso il basso. Quindi, fai scorrere la parte rossa verso il basso, quindi se spingi la leva verso il basso puoi tenerla.

 

La batteria si estrae con la rotazione della chiave.

Si ricarica da qualsiasi presa di casa tua. Con la batteria collegata al veicolo o rimossa.

LEGGI ANCHE:  Il listino facile dei monopattini elettrici

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome