Home Alla ricarica Webasto lancia la 2°generazione della wall-box Pure

Webasto lancia la 2°generazione della wall-box Pure

5
CONDIVIDI

 

Webasto lancia la stazione di ricarica Pure di seconda generazione. Obbiettivo di questa wall-box è rendere la ricarica a casa ancora più semplice (qui altre info).

Webasto punta sulla solidità e la facilità d’uso

Webasto
La spina di ricarica Tipo 2, utiliizzabile in monofase e in trifase

Proprio come il modello precedente, la nuova Webasto Pure è disponibile nelle due varianti di potenza da 11 kW e 22 kW. E, per agevolare la scelta di di dove posizionare la wall-box, anche la lunghezza del cavo di ricarica integrato può essere scelto in base alle esigenze dei clienti, tra 4,5 e 7 metri. Entrambi sono dotati di spina di ricarica di Tipo 2. Il funzionamento, come si diceva, è semplice: il display centrale a LED indica che la ricarica è attiva con una transizione di colore fluida e leggermente pulsante. Come parte del  servizio, Webasto offre una garanzia di cinque anni senza costi aggiuntivi, estendendo in modo sostanziale il periodo legale di due anni. Un’altra caratteristica: è predisposta per essere utilizzata all’esterno, con uno chassis esterno che protegge da sfondamenti e fulmini. Proprio per l’installazione all’esterno, la Webasto propone anche dei totem in cui alloggiare una o due wall-box.

Webasto ha studiato la Pure soprattutto per i privati

WebastoLa Pure è studiata soprattutto per i privati. In alternativa l’azienda tedesca offre la wall-box Live, destinata a utenti con esigenze più sofisticate, come la possibilità di monitorare i e gestire i consumi. Per esempio nel caso di un hotel che fornisca le ricariche ai clienti o di un’azienda che le renda disponibili ai dipendenti. Una nuova caratteristica della Pure rispetto alla prima generazione è poi la disponibilità di amperaggi aggiuntivi, utili all’installatore nella messa in servizio della wallbox. Ciò consente di abbinare meglio la corrente di ricarica all’impianto già disponibile in loco. La nuova wall-box Webasto mantiene alcune caratteristiche della serie precedente, quale l’interruttore a chiave universale, che blocca l’accesso alla stazione di ricarica per gli utenti non autorizzati. Così come la semplice installazione, la rapida messa in servizio e la facilità di funzionamento (plug & charge). Una caratteristica importante per gli operatori della rete consiste nel fatto che la nuova Webasto Pure è predisposta per l’accesso remoto tramite un ricevitore di controllo delle ondulazioni per garantire la stabilità della rete stessa

Un gruppo con una lunga storia nell’automotive

Il Gruppo Webasto (qui il sito) ha il quartier generale a Stockdorf, vicino a Monaco di Baviera, mentre la sede italiana è a Molinella, nel bolognese. Webasto è entrata nel business della ricarica quattro anni fa, acquisendo un’azienda del settore. Ed è un partner globale di sistemi innovativi per quasi tutti i produttori automotive (è tra i primi 100 fornitori in questo settore industriale). Il portafoglio prodotti comprende una vasta gamma di tetti e sistemi di riscaldamento e condizionamento per ogni tipo di veicolo e tutti i tipi di trasmissione. Oltre a sistemi di batterie e soluzioni di ricarica. Inoltre, è attiva nel mercato aftermarket, fornendo a rivenditori e clienti finali soluzioni e servizi personalizzati per la gestione termica e l’elettromobilità. Nel 2019 l’azienda ha generato un fatturato di circa 3,7 miliardi di euro e ha impiegato quasi 14.000 dipendenti in più di 50 sedi (oltre 30 sono stabilimenti di produzione).


—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

5 COMMENTI

  1. Buongiorno
    Se ho capito bene questa wall box e compatibile con un offerta v1g?
    Modulazione unidirezionale da parte della rete in cambio a tariffe preferenziali?
    Grazie
    Patrick Droulers

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome