Home Auto Volvo C40 e 500e: la vita elettrica di Alberto

Volvo C40 e 500e: la vita elettrica di Alberto

14
CONDIVIDI
La Volvo C40 Recharge di Alberto in sosta sommersa dalla neve.
Volvo C40 e 500e: solo auto elettriche per Alberto, un lettore che condivide esperienze e numeri della piccola flotta familiare. Risparmio compreso.
Volvo C40 e 500e
La Fiat 500e di Alberto & famiglia.

Volvo C40 e 500e: dove ricarico con quali app e abbonamento

              di Alberto Susco
“Sono un felice possessore di una Volvo C40 Recharge Twin e di una Fiat 500e. Ho letto i vostri articoli delle esperienze degli utenti, purtroppo non posso fare un resoconto su un anno intero perché la 500 (presa all’uscita) è la macchina di tutta la famiglia. Ed è sempre stata ricaricata a casa con pannelli solari, Quindi non ho mai tenuto traccia. Mentre la Volvo l’ho ritirata a settembre e ho fatto poco più di 3.000 km quindi è un po’ presto. Ma volevo condividere comunque con voi una Dashboard che ho creato. da quando ho ritirato la C40. Segno tutti i dati in un foglio excel di ogni ricarica fatta, Segnalo che tutte le ricariche sono state effettuate da colonnine pubbliche (poiché non vivo nella casa dove ho i pannelli ed il garage, se non durante le vacanze estive). Al momento uso principalmente un abbonamento Juicepass da 145kw/45 euro. Ma al bisogno utilizzo anche Telepass e Nextcharge (ultimamente Enel non funzionava benissimo)“.

volvo C40 e 500eQuanti kWh ho consumato e quanto ho speso

I mei dati riepilogativi per la Volvo C40 Recharge Twin sono questi:
La spesa totale energia elettrica: 473 euro per 976 kWh
Il prezzo medio per ricaricare è stato: 0,49 euro /kWh
– Rispetto ad una auto termica ho risparmiato il 23% (111 euro)
Ho ricaricato 47 volte, un totale di 7 giorni
Il mese scorso ho ricaricato 294 kWh spendendo 119 euro ad un prezzo medio di 0,4 euro/kWh
Nel mese in corso ho ricaricato 139 kWh spendendo 60 euro, ad un prezzo medio di 0,43 euro/kWh
L’autonomia reale della batteria è in media di 250 km, con un consumo di 3,47km/kWh.
———————————————–
———————————————–
———————————————–
Volvo C40 e 500eIL VOSTRO 2022 IN ELETTRICO – Abbiamo già pubblicato i racconti di: Michele con la Ford Mustang Mach-e (qui e nella foto). Carlo con la Tesla Model 3 (qui). Christian e Antonio con la Skoda Enyaq (qui). Guido con la Model 3 SR (qui). Roberto con la Leaf (qui), Paolo Mariano con la VW ID.3 (anche in VIDEO). Fulvio con la Corsa-e, Silvio con la Zoe (qui), Antonio in ID.4 (qui). Bruno in ID.3 (qui), Fares con la Citroen eC4 (qui),  Ivano con la Ioniq 5 (qui), Maurizio con la Fiat 500 e (qui) e Giovanni con la Tesla Model 3 (qui). E a voi com’andata? Raccontatelo scrivendo alla nostra mail  info@vaielettrico.it
Apri commenti

14 COMMENTI

  1. Dico la mia da uno che non controlla i costi che spende in pieno o ricariche con i veicoli aziendali(come auto personale non ho l’elettrico). Dopo la brutta parentesi della Nissan nv200 ,bussolotto instabile, rumoroso, scomodo ,con pochissima autonomia che dopo aver stracciato le 🏀🏐🥎🏀 all’ennesima potenza in ditta l’ho fatto rendere anticipatamente all’autonoleggio l’ho fatto sostituire con un Toyota Pro Ace verso lounge passo lungo 75 kW. Per i consumi vedo, dopo un mese di uso quotidiano in giro per il Veneto un consumo medio di 31kwh/100km quasi equivalente al teorico dichiarato 27,7 , con 2,1t di massa a vuoto, facendo autostrada e tangenziali . La volvo sicuramente ha anche lei ha un peso equivalente anche se migliore come aerodinamica ma al peso non si comanda su strada.

  2. Salve a tutti.

    976 (kW/h ricaricati) * 3,47 (km/kW/h)= 3387 km percorsi e arrotondati in eccesso.

    473 (€ spesi) / 3387 (km) = 0,139 €/km

    105 (€ spesi) / 920 (km) = 0,114 €/km cioè costo al km del mio inefficiente diesel…

    Non mi sfugge ovviamente che il costo al km di un veicolo si componga anche di altre voci (alcune volutamente adulterate per spingere verso scelte “green”) però i conti sul “carburante” fanno pensare…

  3. Buona sera Sig. Alberto. Grazie per le sue indicazioni.
    Mi auguro però di aver mal interpretato quanto da lei indicato, cosa possibile vista la mia età e l’ora tarda, oppure c’è qualcosa che stride nei dati. Così come sono mi lasciano molto perplesso. Ne è sicuro?

    Dopo aver detto che: “…la 500e… è sempre stata ricaricata a casa con pannelli solari, quindi non ho mai tenuto traccia” e dunque interpreto che nei dati che espone più sotto la 500e non sia compresa), lei indica:
    “Mentre la Volvo l’ho ritirata a settembre e ho fatto poco più di 3.000 km”
    “La spesa totale energia elettrica: 473 euro per 976 kWh”

    Facciamo 3.100 Km per il “poco più”, cosa che vorrebbe dire 15 centesimi al Km e 3,18 Km/kWh (31,45 kWh/100Km)!

    Se sono dati corretti, o lei guida in percorsi tipo montagne russe e/o con un “piede” da pilota da rally, o l’auto ha qualche problema.

    Io ho una Plug-in Hybrid, due motori e, quindi, due consumi, ma ho speso in totale per entrambi i motori più le pre-climatizzazioni in garage prima di partire 617 € per fare, in poco più di due anni, 16.100 Km.
    Insieme, i due motori hanno “mangiato” 3,8 centesimi al Km!
    Non è possibile che lei abbia speso quasi 4 volte più di me ogni Km, che ho un’auto per definizione meno efficiente di una BEV, soprattutto quando uso il motore termico.
    Facendo finta che il termico non esista (cosa che faccio per il 95% dei miei viaggi), in elettrico ho un consumo vita auto, con un’infinità di errori iniziali, di 6,66 Km/kWh (15,01 kWh/100Km), e quest’anno passato (2022) il consumo è stato di 7,51 Km/kWh (13,32 kWh/100Km). In questi 17 giorni del 2023, pieno inverno, ho un consumo elettrico (non ho mai usato il termico) di 7,1 Km/kWh (14,13 kWh/100Km).

    Davvero, non è possibile che i suoi dati siano corretti, c’è qualcosa che non quadra!

  4. Salve

    Ma leggo che ha speso per le ricariche 479 euro, e ha fatto 3000km. Non so se ha sbagliato, ma io con un pieno di diesel, Audi A5 40TDI quattro 200cv, a circa 70€, faccio 1000km circa e neanche andando pianino, è fanno circa 210€. Facciamo che arrotonda a 100 euro per un pieno e riduco l’autonomia dell’auto al 75%, questo, significherebbe che anche volendo falsare pesantemente in negativo idari della mia auto, arriverei a spendere 400€. Come fa il signore ad aver risparmiato 111€? Ha speso un botto!!!!

  5. consiglierei all’autore Alberto di farsi spedire a casa le TESSERE di Enel X e becharge, così si evitano problemi dell’app, e puoi usare gli abbonamenti a 0,3-0,35. Nextcharge e Telepass solo in emergenza per i prezzi che hanno.
    e per i conteggi e altri dati ti consiglierei di trovare un app che te li segni in automatico, forse Tronity e J+ Pilot sono abilitate per Volvo (io uso Eevee app, che funziona solo con Tesla, Bmw, Audi, Mercedes , Mini al momento)
    avendo anch’io la 500e, ti risulta che in pratica la Volvo abbia la stessa autonomia, quindi sui 200-249 km? Per quel prezzo non ti conviene cambiare per una Tesla Model Y RWD e avere almeno 100 km di autonomia in più a parità di prezzo e migliore tecnologia?

  6. Scusate, magari sono fuso io, ma c’è qualcosa che non mi quadra nel risparmio dichiarato.
    Io l’anno scorso, con la macchina diesel, ho fatto 10.868 km spendendo 1.037 euro
    Se non ho sbagliato a fare la proporzione, per farne 3000, avrei speso 286 euro, quindi quasi 200 euro in meno di quanto ha speso lui in corrente.
    Da tenere conto che, per motivi che non sto qui a raccontare, è stato l’anno in cui ho avuto la media di consumi peggiore da quando ho questa macchina, e che come tutti sappiamo i prezzi del gasolio erano alle stelle.

    Ciao, Mario

    • Hai ragione Mario, non mi ero accorto di questa cosa, in effetti i dati non tornano. “la Volvo l’ho ritirata a settembre e ho fatto poco più di 3.000 km” e dopo “I mei dati riepilogativi per la Volvo C40 Recharge Twin sono questi: La spesa totale energia elettrica: 473 euro per 976 kWh”. Questo significherebbe che l’auto fa poco più di 3 km con un kWh e questo non è possibile, neanche un Hummer consuma tanto. Per cui o i km sono di più (6000 ?) oppure i 976 kWh consumati sono stati usati per ricaricare anche l’altra elettrica (questo giustificherebbe anche l’elevato frequenza dei rabbocchi che avevo evidenziato nell’altro commento).

      • Nella lettera ha scritto chiaramente che la 500 è stata ricaricata solo con fotovoltaico. I 479 si riferiscono ai costi per i 3000 Kilometri. Altra cosa: 7 giorni in carica per poter fare 3000Km. Mi sembra inaccettabile.

    • 7 Giorni di ricarica per 3000 km….. Ma Stiamo a scherza… :-))?!
      Io penso che al massimo ci metto 10 minuti complessivamente.
      Ah già si chiama evoluzione…

  7. Intanto un sentitissimo grazie ad Alberto per la tabella riepilogativa con tanti dati preziosi, per aver condiviso la sua esperienza con noi e per aver evitato (davvero grazie) di buttare frasi lì a caso su chi ancora non è passato all’elettrico.

    L’elettrico lo si promuove così, raccontando la propria esperienza e portando dati preziosi.

    C’è un dato in particolare che ho notato: l’autonomia media è di 250 km, i km percorsi in tutto sono 3000 e i rifornimenti (o “rabbocchi”) sono 47. Questo perché, com’è giusto che sia, si “rabbocca” ogni volta che si può e tutti i rabbocchi avvengono presso colonnine pubbliche, auspicabilmente mentre si stanno compiendo altre faccende (palestra, cinema, spesa, ristorante, etc.).

    La prima domanda è: con che frequenza Alberto ha rabboccato? Spessissimo! 3000 / 47 = 64, ovvero ad ogni “rabbocco” ha incamerato circa 64 km. Il che è perfetto se si hanno tante occasioni per brevi rabbocchi, però certo il dato fa pensare. 3000 km un’auto diesel li copre in 6 pieni circa, qui i rabbocchi sono stati 8 volte più frequenti il che è un po’ una seccatura: apri il bagagliaio, srotola il cavo, collega, passa la tesserina e fai l’inverso quando devi ripartire.

    Il secondo dato è il risparmio: per 3000 km ha risparmiato 111 euro. Questo significa che su 200000 km, a questi prezzi, il risparmio sui rifornimenti ammonterebbe a 7400 euro distribuiti su 20 anni circa.

  8. Ho una domanda per Alberto. Ho notato che 1/3 delle tue ricariche vengono fatte con Nextcharge, in quale occasione o con quali operatori conviene utilizzare questo provider? Io, per il poco utilizzo che ne ho fatto, ho sempre cercato di evitare Nextcharge per i prezzi non proprio economici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome