Home Nautica Voltaire: catamarano da 12 passeggeri, 20 nodi, 100 kW e...

Voltaire: catamarano da 12 passeggeri, 20 nodi, 100 kW e 100 miglia di autonomia

7
CONDIVIDI
Bue Marino Barca Elettrica
Il catamarano elettrico Voltaire in un rendering alle Grotte del Bue Marino a Cala Gonone

Voltaire Electric Yachts è un nuovo marchio tedesco-americano che punta sulla mobilità elettrica e sceglie il mare italiano per promuovere il suo dayboat: le acque cristalline davanti alle Grotte del Bue Marino, nella costa di Cala Gonone in Sardegna.

La barca, prende il nome di Voltaire 33 SKY, si può già ordinare ma sarà consegnato nella primavera del 2021. La start-up di Florian Nierich e Michael Reardon spera in una buona accoglienza sul mercato.

Voltaire:100 miglia di autonomia con due motori 50 kW e batteria da 42,2 kWh

catamarano elettrico
Voltaire il catamarano elettrico da 20 nodi e 100 miglia di autonomia

I progettisti del catamarano annunciano una buona potenza grazie ai due motori Torqeedo da 50 kW che vengono alimentati da un pacco batteria composto da due moduli da 42,2 kWh. Si tratta del pacchetto classico offerto dal marchio tedesco e frutto della sinergia con un brand illustre dell’automotive ovvero il BMW i3 venduto con una garanzia di 9 anni. Non male. L’autonomia promessa è di 100 miglia ad una velocità di crociera da 9 nodi mentre la velocità massima è annunciata in una forbice tra 17 e 20 nodi.

Lungo meno di 10 metri, a bordo 12 passeggeri, può avere tetto con pannelli

catamarano elettrico
Le specifiche del catamarano elettrico

Possiamo parlare di un piccolo catamarano dayboat da 9,9 metri, dislocamento di 4,7 tonnellate, che può ospitare 12 passeggeri. Numero che permette un utilizzo per charter di lusso. Rispetto ai catamarani classici presenta forme arrotondate firmate da Jonas Hertwing. Una delle opzioni  più interessanti è la possibilità d’integrare nel sistema di propulsione un dispositivo che funziona come tetto solare. Un buon incentivo a produrre parte dell’energia in navigazione e durante le soste.

Ricarica durante la notte in porto oppure fast con l’80% in 30 minuti

Rispetto alle auto le colonnine, meglio la presa elettrica, si trovano in ogni porto dove Voltaire può essere ricaricata completamente durante la notte. Se si hanno altre esigenze l’azienda sostiene: “Un caricatore rapido opzionale può fornire l’80% di carica in circa 30 minuti“. Una navigazione tranquilla sottolineano dalla start-up: “La struttura a doppio scafo rende il Voltaire 33 SKY molto solido e mantiene le vostre bevande sulla tavola anche nelle baie più trafficate“.

Quanto costa? A partire da 389.000 euro

La scelta sostenibile si ritrova anche nei materiali scelti per lo scafo. Giustamente per una propulsione elettrica anche il materiale di costruzione deve essere petrol free: al poliestere rinforzato con fibra di vetro si è preferita la fibra di lino con resina epossidica bio. Voltaire sarà assemblato a Daedalus, nello stato americano del North Carolina, mentre il prezzo base del modello è annunciato a 389.000 euro. Per info qui il link

 

LEGGI ANCHE: Fuoribordo da 250 kW: in acqua con Tecnoelettra da Vignola (video)

7 COMMENTI

  1. I conti non tornano. Il dato di autonomia non è realistico! Una barca del genere per fare 9 nodi ha bisogno almeno di 20 kW di potenza, per cui servono non meno 180 kWh per fare le 100 miglia dichiarate. Infine l’energia imbarcata da brochure è di 2 pacchi batterie da 42.2 kWh, quindi 84 kWh. Con 4 pacchi forse ci si avvicina alle 100 miglia…….

    • Se non fa 100 miglia per 389 mila siamo messi male. Ci sono altre barche elettriche che dichiarano autonomie simili.

    • Per maggiore sicurezza, ma abbiamo pubblicato la scheda tecnica aziendale con tutti i dati, il costruttore alla sua domanda ci risponde: “The Voltaire 33 SKY has 2 x 42 kWh (2 x 39 kWh nominal) battery capacity. With this capacity it will be possible to reach the 100 nm if you are going 9 knots” e poi aggiunge: “The Voltaire 33 SKY only weights 4,7 t and has a slim race sailing catamaran hull. It is designed to meet the figures which have been set as a goal to the project. We are currently making some changes which will even increase the performance” Insomma sono sicuri di fare anche meglio, seppure sottolineano: “However, we will only have certainty about all figures after the real sea trials where we will push the boat to its limits”.

  2. 4.7 tonnellate non è poco per una barca di 9 metri, tanto per dare un’idea un taxi veneziano lungo uguale e che porta sempre 12 persone ne pesa 3.5 t a p.c.. Evidentemente l’autonomia è realizzata confidando sulla bassissima resistenza al moto della “slim race sailing catamaran hull”; mi permetto di essere piuttosto scettico sul fatto che si possa spingere a 9 nodi una barca di 4.7 t con soli 8 kW (8 kW x 11 h = 88 kWh).

    • Aspettiamo le prove gentile Maurizio, vedo però che i catamarani sono le barche che meglio si prestano all’elettrificazione. E rispetto alle altre barche hanno delle ottime prestazioni. Aspettiamo le prove in mare.

Comments are closed.