Home Alla ricarica Volkswagen e Bp: intesa per 8mila stazioni di ricarica

Volkswagen e Bp: intesa per 8mila stazioni di ricarica

4
CONDIVIDI
Bernard Looney di BP e Herbert Diess di Volkswagen presentano la prima colonnina Flexpole.

Volkswagen e BP insieme per costruire una rete di ricarica in tutta Europa con le nuove colonnine Flexpole da 150 kW . Entro tre anni previste 8 mila stazioni.

Aral e BP
Ecco le prime colonnine Flexpole con l’insegna ARAL BP.

Volkswagen e BP installeranno le Flexpole da 150 kW

L’accordo è stato presentato a Dusseldorf come “una partnership strategica per aumentare l’adozione di veicoli elettrici (EV) in tutta Europa”. Le innovative unità di ricarica Flexpole da 150 kW di Volkswagen, ciascuna con due punti di ricarica, sono dotate di un sistema di accumulo della batteria integrato. In grado quindi di superare uno dei maggiori ostacoli all’introduzione delle di ricariche rapide in Europa: la necessità di connessioni alla rete ad alta potenza. Le Flexpole possono essere collegate direttamente a una rete a bassa tensione, che elimina la necessità di una sottostazione dedicata e di costosi lavori di costruzione. Riducendo notevolmente i tempi di installazione, ma fornendo comunque velocità di ricarica elevate, sufficienti per fornire fino a 160 km di autonomia in 10 minuti o poco più.

volkswagen e BPLe colonnine nei benzinai  (con le raccolte-punti)

La prima fase del piano vedrà fino a 4.000 punti di ricarica aggiuntivi presso le stazioni di servizio Aral (gruppo BP) in Germania e nel Regno Unito nei prossimi 24 mesi. Entro la fine del 2024, dovrebbero essere disponibili fino a 8.000 punti di ricarica in Germania, Regno Unito e altri paesi europei. Il comunicato emesso dai due partner enfatizza il fatto che i veicoli elettrici potranno essere ricaricate in stazioni sicure e ben illuminate. Con accesso a servizi aggiuntivi come cibo e bevande, nonché servizi igienici. Basta con le colonnine in mezzo al nulla, insomma. La localizzazione delle stazione sarà integrata nella navigazione e in altre app per auto di Volkswagen, Seat e Skoda. E, come già avviene per i rifornimenti di benzina e gasolio, i conducenti di veicoli elettrici potranno registrarsi e raccogliere premi dai programmi-fedeltà BP/Aral.

volkswagen e BP—-  Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —–

Apri commenti

4 COMMENTI

  1. Resto dubbioso sul discorso accumulo e bassa tensione, cioè ok il senso lho capito, ma non c’è il rischio che quando le auto saran diffuse e quindi gli stalli son occupati quasi di continuo… Che non basti l’accumulo? Cioè arrivi a metà giornata che le trovi ad erogazione bassissima perché l’accumulo della notte (che presumibilmente le impegna poco) è già esaurito?

  2. A me sembra che in Italia sule colonnine siamo “al palo”. Non che non ne vengano installate ma il ritmo è troppo blando.

    • Nel primo trimestre 2022 il numero di colonnine è aumentato del 7%. A questo ritmo a fine anno saranno quasi il 30% in più, cioè grosso modo 35 mila.

  3. Questa è una GRANDE notizia!
    Ecco, magari se tra gli “altri paesi europei” ci fosse anche l’Italia, sarebbe GRANDISSIMA…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome