Home Vaielettrico risponde Vespino, quanto costa la conversione? Già venduti 50 kit

Vespino, quanto costa la conversione? Già venduti 50 kit

8
CONDIVIDI

“Vorrei sapere quanto costa il kit di conversione della Vespa 125 Primavera da benzina ad elettrico”. È la domanda di Michele, un lettore, che vorrebbe capire quanto dovrà spendere per far diventare ecologico il Vespino. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati alla mail info@vaielettrico.it

vespinoVespino: per la batteria poco più di 3mila euro, ma la burocrazia ci mette del suo…

La domanda di Michele ha il dono dell’estrema sintesi: Vorrei sapere quanto costa il kit di conversione della Vespa 125 Primavera da benzina ad elettrico“. Per la risposta però non basta una cifra o un prezzo, in Italia amiamo complicarci la vita.

vespinoSiamo a 3.499 euro, la consegna in autunno

Risposta. Abbiamo chiesto direttamente al produttore: Alex Leardini, ingegnere e imprenditore riminese del marchio Motoveloci che seguiamo dal 2018. Sono passati quasi 4 anni, il Retrokit funziona, siamo saliti in sella alle sue Vespa convertite ma la burocrazia non ha ancora risolto un problema normativo. Leggiamo cosa scrive Alex: “Ho esaurito velocemente le preordinazioni dei primi 50 Retrokit per la Vespa. I primi clienti che hanno goduto di un prezzo di lancio da 3200  euro“. Questo il primo prezzo. E ora? “Il  prossimo round vedrà un prezzo da 3.499 euro“. Questa la riposta matematica a Michele, ma purtroppo non è finita qui: “Purtroppo il decreto legge già scritto e approvato in numerose sedi che permette l’integrazione delle due ruote al decreto retrofit del 2015  dedicato solo alle quattro ruote è slittato ancora“.

vespino

Omologazione come “esemplare unico”

Una storia infinita, nonostante i kit siano venduti in tutta Europa (leggi qui) e in Francia c’è pure l’incentivo statale.Dal Ministero parlano di approvazione che arriva prima dell’estate. Quindi bisogna pazientare qualche mese per il Retrokit. Per chi ha fretta si può fare con l’omologazione attraverso esemplare unico, una procedura più lenta, più complessa e che fa aumentare  i costi. Speriamo quindi, visto il successo delle vendite, che il decreto diventi operativo al più presto“. Il Retrokit si può montare su questi modelli di Vespa: 50N, 50R, 50L, 50Special, 90, 90SS, 125 Primavera, 125 ET3, tutti i modelli PK 50 e 125, 50HP, ETS, Elestart, 125 Nuova. Per maggiori dettagli tecnici e altre informazioni vi rimandiamo al link.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it

 

Apri commenti

8 COMMENTI

  1. Modificare una vespa di epoca è già unacisa bruttissima di per se. Una vedpa d’ epoca non inquina perché sta ferma, si guarda e non inquina. SOPRATUTTO NON si rottama!
    Spendere il doppio per un mezzo che non ha nemmeno metà delle prestazioni di un mezzo nuovo (e prodotto in maniera sostenibile), non ha nessun significato ecologico ma significa solo seguire ina moda e volersi distinguere in tutti i modi.

  2. Ma non sarebbe meglio comprare un mezzo nuovo elettrico?
    Più sicuro, più efficiente e meno costoso.
    Fare retrofit a questi costi sono soldi veramente spesi male

    • riconvertire un mezzo esistente è già un gesto efficiente. Anche in assenza delle migliori prestazioni del nuovo, si metta in conto l’energia risparmiata per costruire da zero tutto il veicolo.
      Inoltre riconvertendo un termico sei sicuro al 100% di aver eliminato un mezzo a combustione e di averne aggiunto uno elettrico. Non c’è il dubbio che il termico rottamato venga riciclato in paesi in via di sviluppo o anche in est Europa.

  3. Speriamo decolli e abbia successo. Un aiuto all’aria che respiriamo e probabilmente, qualche euro in meno ai demolitori di ospedali in “gita” in Ucraina

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome