Home Vaielettrico risponde Vespa, c’è il kit per la 125 super ?

Vespa, c’è il kit per la 125 super ?

2
CONDIVIDI
Vespa Elettrica
Il retrokit Vespa di Motoveloci di Rimini

“La mia Vespa é una 125 Super del 1966 telaio uguale alla Granturismo con manubrio della 125 primavera. Esiste un kit anche per questo modello?” È la domanda di Luca, un lettore che vorrebbe capire se esiste un kit specifico per elettrificare la sua Vespa. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati alla mail info@vaielettrico.it

Un Kit per la Vespa 125 Super, ma lo vorrei con due batterie

Questa la domanda di Luca: “Avrei bisogno di chiarimenti, il mio modello di Vespa non é presente tra i kit che ho visto, é una 125 Super del 1966 telaio uguale alla Granturismo con manubrio della 125 Primavera, ma con i mozzi piccoli, ho la sella sdoppiata. Dietro ho un bauletto sulla sinistra e sulla destra ho il motore con il suo bauletto, se volessi mantenere le selle sdoppiate, facendo il modo di aprire il vano per la batteria é fattibile? Altrimenti rimane il posto nel bauletto lato destro, volendo si possono usare entrambi? Con due batterie, una di scorta“.

Il kit  che piace a Luca è già in arrivo

Retrokit elettrico Vespa
Sul tavolo del ministero dei trasporti il Retrokit di Motoveloci

RISPOSTA- Abbiamo chiesto direttamente al produttore, Alex Leardini, ingegnere e imprenditore riminese del marchio Motoveloci che seguiamo dal 2017. “La Vespa 125 Super del 1966 monta il motore simile a quello della PX quindi viene identificata come large frame, le Vespa si identificano in due macro categoria small e large frame, telaio piccolo e telaio grande. In particolare il telaio large frame monterà il kit che uscirà quest’estate, sarà il kit per Vespa PX in generale, si parte da 125 per arrivare fino a 200. La potenza sarà maggiore e con due batterie“.

Cosa cambia? Risponde sempre Leardini: “Permetterà di affrontare gli stessi km o anche di più rispetto alla Vespa small frame di cui abbiamo il kit, la potenza massima sarà fino a 15 kW e permetterà di arrivare almeno fino ai 120/130 km/h. Saranno disponibili dalla prossima estate, faremo i test in primavera“.

E gli incentivi?

Oltre la domanda tecnica Luca fa un ragionamento sugli incentivi: “Per ora ho bisogno solo di informazioni, perché in Francia ci sono le agevolazioni e la possono omologare, qui solo come unico esemplare ma lo stato non ti da delle agevolazioni“. L’incentivo, almeno per la quattro ruote, c’è anche in Italia. Ma solo in teoria, in pratica c’è un decreto attuativo che si aspetta da tempo, ma non arriva mai al traguardo (leggi qui).

Infine l’ultima considerazione di Luca: “Mi fa piacere che si stanno intraprendendo queste modifiche per conservare i veicoli d’epoca anche se é un peccato non sentirle più in moto, l’odore della miscela ecc ecc. Ma più avanti si va  ed iniziano ad esser rari i meccanici in gamba, farei la scelta elettrica solo per questo“.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico—

Apri commenti

2 COMMENTI

  1. Mai capirò il complicatismo italiano. Dovremmo spingere a elettrificare mezzi già esistenti piuttosto che rottamare e immatricolare…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome