Home Turismo elettrico Verbania green: 11 colonnine, bike sharing, pista ciclabile e barca elettrica

Verbania green: 11 colonnine, bike sharing, pista ciclabile e barca elettrica

2
CONDIVIDI
Verbania

Verbania con Enel X investe a 360 gradi sulla transizione energetica. Elettrico in primo piano: aperto il cantiere per il pontile destinato alle barche elettriche e quella comunale in costruzione. Sempre in questi giorni si stanno installando tre colonnine vicino alla ciclopedonale. In preparazione  il bando per dare in gestione le sei stazioni del bike sharing. Tanta roba.

Al via i lavori per il pontile, in cantiere la barca elettrica

pontile Verbania
Il sito dove sarà costruito il pontile e installata la colonnina

L’amministrazione di Verbania, sul Lago Maggiore, ha consegnato nei giorni scorsi il cantiere per realizzare il pontile di attracco nel porto comunale di Intra. Nel sito dove saranno accolte le barche elettriche dei turisti, c’è già una certa domanda dalla  Svizzera per questo servizio comprensivo di colonnina.  Sempre nel territorio comunale sarà ormeggiata la barca elettrica, del marchio Barchelettriche, e installata una colonnina per la sua ricarica. Una delle poche in Italia dove, al momento, sono molto rare (leggi qui), anche a Venezia. Il costo del pontile sarà di 94 mila euro e permetterà di accogliere e offrire servizi alle imbarcazioni elettriche.

barca elettrica
il modello di barca elettrica scelto dall’amministrazione del marchio barchelettriche

Il progetto Mobster però è più ampio come spiega l’assessore all’ambiente Giorgio Comoli: “Oltre il nuovo pontile c’è la barca elettrica per escursioni turistiche e scolastiche nella Riserva Naturale di Fondotoce e sulla foce del Toce“. Pian pianino, ma sta crescendo la rete degli approdi con barche a emissioni zero. Almeno nelle acque interne.

Progetto con Enel X, a  Verbania è iniziata l’installazione di 11 colonnine

Enel X
Una delle colonnine di Enel X collocate a Verbania

L’amministrazione guidata dalla sindaca Silvia Marchionini sta lavorando, in collaborazione con Enel X, anche sul fronte stradale. In questi giorni i tecnici stanno installando le prime tre colonnine di ricarica, nel parcheggio del Teatro Il Maggiore vicino a diversi impianti sportivi e cabine elettriche. In totale il progetto prevede 6 colonnine per le auto targate Enel X mentre  le altre sono dell’azienda Neogy e dedicate anche alle biciclette elettriche. Un dato interessante è la prossimità delle stazioni alla pista ciclopedonale tra Suna e Fondotoce, prossima al completamento. Un incentivo al suo utilizzo.

Verbania punta sul bike sharing elettrico con 6 stazioni, pista ciclabile e itinerari

Verbania
Verbania punta sul turismo elettrico

Spesso le piste ciclabili sono poco utilizzate, per non correre questo rischio il progetto comunale prevede anche un servizio di bike sharing articolato in sei stazioni: Pallanza, Suna e Fondotoce lungo l’asse della pista ciclabile. La gestione sarà affidata a soggetti privati selezionati attraverso un bando comunale. Il cerchio si chiude con la realizzazione di percorsi ciclopedonali lungo le vie cittadine. L’insieme di queste azioni ha sicuramente una ricaduta sui cittadini con la riduzione dell’inquinamento atmosferico, ma si tratta anche di un’operazione di valorizzazione turistica come sottolineano gli amministratori: “La mobilità elettrica è la nuova frontiera del turismo su cui scommette Verbania“. L’assessore Giorgio Comoli spiega: “Siamo passati  da 1 a 12 colonnine, un bel salto in avanti. Noi abbiamo un turismo nord europeo che ci richiede questi servizi: dalla ricarica alle piste ciclabili e al bike sharing“. Questione ecologica ma pure la risposta a una domanda di mercato.

— Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it —

2 COMMENTI

  1. Caro Gian Basilio, leggo con attezione e piacere tutto quello che scrive vai elettrico e tu in particolare, ma se accanto ai progetti ci fossero delle date previste penso sarebbe meglio.
    Barca elettrica: quando dovrebbe essere pronta?
    Sevizio di bike sharing: quando sarà operativo?
    Colonnine di privati: troppo generico.
    So bene come il mercato sia in fase di aggiustamento, ma è troppo vago, mi sono sorbito per un paio d’anni quello che mi hanno rifilato i vari politici sulle infrastrutture e poi ho deciso di smettere con quegli argomenti in quanto ben poco si era smosso.

    • Caro Tealdo grazie del contributo, ma ho scritto non di un progetto sulla carta ma che si sta realizzando ora, in questi giorni. I lavori sono stati assegnati, i cantieri sono aperti e gli operai al lavoro o pronti per essere impiegati. Dare le date? Sai bene che spesso saltano all’infinito e di cronoprogrammi che saltano sono troppo pieni i giornali per non parlare di finte inaugurazioni. Qui a parte il carattere innovativo si tratta di piccoli lavori quindi con un traguardo abbastanza vicino.
      Bisogna inoltre considerare che proprio in questi giorni tutto si sta fermando e rallentando in gran parte d’Italia vista la terza ondata del Covid. Quindi i cantieri possono saltare molto facilmente.
      Detto questo mi sembra di aver offerto un quadro abbastanza chiaro, anche se non definitivo. I lavori per il pontile sono stati consegnati nei giorni scorsi ed è una notizia; sulle colonnine ho scritto: “Sempre in questi giorni si stanno installando tre colonnine vicino alla ciclopedonale”. La barca è in cantiere è sarà consegnata nei prossimi mesi. Mi dici che sono generico sui privati coinvolti ma ho scritto nome e cognome come mi è stato riferito: “L’amministrazione guidata dalla sindaca Silvia Marchionini sta lavorando, in collaborazione con Enel X, anche sul fronte stradale”. Sugli altri privati ho usato il condizionale.
      Insomma Tealdo sugli infiniti annunci che leggo ogni giorno, in questo caso mi sembra si tratti di un progetto che “sta camminando”. Poi ci torneremo con le foto e i video delle diverse inziative.
      Buona giornata

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome