Home Auto Vendite in Europa: Tesla torna prima

Vendite in Europa: Tesla torna prima

9
CONDIVIDI
La Fiat 500e spodestata dalla Tesla Model Y al vertice delle EV più vendute in Europa.

Vendite in Europa: Tesla torna prima nei dati d’agosto, spodestando la 500e dalla vetta con il Model Y. Anche VW ID.4 e Skoda Enyaq superano la citycar Fiat.

vendite in Europa
Le 10 EV più vendute in agosto. Fonte: Jato.

Vendite in Europa: la 500e arretra al quarto posto, il dominio ora è dei Suv

Complice la crisi energetica, con i prezzi dell‘elettricità alle stelle, la crescita del mercato delle auto con la spina perde slancio anche in Europa. Mentre le immatricolazioni di veicoli a benzina sono aumentate del 6% a 422.659 unità, quelle di veicoli elettrificati è aumentato solo del 3,2% a 157.075 unità. Tra queste, le elettriche pure (BEV) sono aumentate dell’11%, un ritmo ben inferiore rispetto alla prima parte dell’anno. Ristagnano le vendite di ibride plug-in, che rappresentano il 39% nelle immatricolazioni di auto con la spina, contro il 61% delle BEV. Tesla si è ripresa la testa grazie all’exploit del Model Y (quasi 7 mila immatricolazioni), legato anche ai tempi di consegna più rapidi consentiti alla produzione in Germania. Molto bene anche la Volkswagen ID.4 e la Skoda Enyaq, altri due Suv. Mentre la 500e continua comunque a dominare il mercato delle piccole, lasciandosi alle spalle la low-cost Dacia Spring.

Vendite in Europa
A sinistra la top ten assoluta delle vendite di agosto, includendo tutte le motorizzazioni. A destra la top ten delle ibride plug-in, con 4° la cinese Lynk .

Il 20% delle EV vendute in Europa è prodotto in Cina

Jato Dynamics, la società che cura queste rilevazioni, fa notare che il 20% di tutte le BEV registrate ad agosto sono stati prodotte in Cina. Solo la Germania ha una quota di produzione più alta, con il 28%. In agosto le immatricolazioni di BEV prodotte nel grande Paese orientale sono aumentate del 78% rispetto ad agosto 2021, mentre quelle prodotte in Europa sono aumentate solo del 17%. Felipe Munoz, analista di Jato, spiega: “La rapida crescita dei veicoli elettrici di fabbricazione cinese in Europa è un primo indicatore di come, prima o poi, giocheranno un ruolo chiave nel mercato globale“. Attenzione, però: la maggior parte delle auto prodotte in Cina non è  stata prodotta da marche locali. Quasi la metà arrivano dalla fabbrica di Tesla, ma al totale hanno contribuito anche la Dacia Spring e diversi modelli MG. Ad agosto, solo il 18% delle elettriche fabbricate in Cina e registrate in Europa è stato venduto con un marchio cinese. Ma c’è da segnalare la comparsa di un modello cinese nella top ten delle ibride plug-in: la Link&C0 01 è al quarto posto con 2.090 auto consegnate.

Vendite in Europa
La Lynk& Co. 01, auto cinese al 4° posto in Europa tra le ibride plug-in.

—  Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico.it  —

Apri commenti

9 COMMENTI

  1. Siamo sicuri che la capacità della casa di Elon Musk di consegnare le vetture in tempi più rapidi rispetto alle altre case automobilistiche abbia influenzato l’ascesa di questo modello sul mercato. La difficoltà a reperire molte materie prime, infatti, sta rallentando notevolmente le consegne di molte vetture: per mettere mano sulla propria auto nuova, alcuni clienti devono attendere oltre un anno dal momento dell’ordine. Speriamo che Tesla continui a conquistare automobilisti e a immettere sempre più veicoli a zero emissioni sulle strade!

  2. Si conferma quanto visto nei ultimi mesi: l’elettrico in Europa è un affare di Tesla e Volkswagen. La 500 è solo un caso fortuito di un’azienda senza visione.

    • Finita la festa?
      Tesla sta vendendo quintalate di Model Y che costano di listino mediamente (RWD a parte, che però non è ancora in consegna) di più della Model 3 ma a Tesla costano NETTAMENTE meno come costo di produzione (la Model Y ha avantreno e retrotreno costituiti da un singolo pezzo pressofuso, la linea di produzione utilizza UN TERZO di robot per la saldatura), per cui ogni Model Y venduta in più rispetto ad una Model 3 loro incrementano ancora i guadagni di svariate migliaia di dollari!!! Tra una Model 3 e una Model Y cambia ESCLUSIVAMENTE la carrozzeria, TUTTO il resto è identico: motore, batteria, sedili, freni, TUTTO tranne carrozzeria e superfici vetrate.
      La festa è appena iniziata: si chiuderà il trimestre con un nuovo record di produzione, nonostante le chiusure in Agosto di Shanghai causa Covid.
      Lunedì della settimana prossima sapremo i pezzi del Q3. Ci vediamo qui a commentare, ok?

      • Tra l’altro, Guido, il prezzo così basso della MY RWD è localizzato solo in alcuni mercati. Qui in Norvegia, se ricordo bene, costa 13k in più della M3 RWD.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome