Home Auto Vendite in Europa, l’auto elettrificata “vede” il diesel

Vendite in Europa, l’auto elettrificata “vede” il diesel

11
CONDIVIDI
Oltre 10 mila auto vendute per la Zoe in Europa a giugno, più delle Toyota ibride.

 

Vendite in Europa, l’auto elettrificata “vede” il diesel. I numeri dicono che, per ogni auto a batterie, se ne vendono meno di due a gasolio: 1,7 per la precisione.

Vendite in Europa: benzina e diesel a picco

Il dato è clamoroso e viene da una fonte attendibile come Jato Dynamics (qui il sito). In un mercato ancora in calo nei 27 Paesi europei esaminati (1,13 milioni di auto immatricolate, -24%), le vendite di auto elettrificate sono ancora cresciute. Siamo a quota 183.300, con un aumento del 65% rispetto al giugno 2019 e una quota del 16,5% del mercato complessivo. Le vendite di auto a benzina sono invece in calo del 32%, quelle dei diesel del 31%.

Felipe Munoz, analista di Jato Dynamics, ha spiegato: “Nonostante una situazione afflitta da disoccupazione e scarsa fiducia dei consumatori, il mercato sembra offrire una prima vera opportunità alle auto elettrificate. Un fenomeno mai visto dalla loro introduzione. La combinazione tra offerte migliori, incentivi più alti e una maggiore coscienza ecologica sta spingendo una domanda più forte che mai”.

La Renault Zoe vende più delle Toyota ibride

Dato interessato, evidenziato dalla tabella sopra: ormai la più venduta delle elettriche, la Renault Zoe, vende più della prima delle ibride (10.225 pezzi contro 7.791). E non è lontana dalla top ten assoluta (prima colonna  a sinistra). Venendo alla classifica delle elettriche pure (in alto, ultima colonna a destra) anche giugno conferma che la Zoe e la Tesla Model 3 sono di un’altra categoria. Con l’auto di Elon Musk che passerebbe in testa se, invece del solo dato delle immatricolazioni, si considerasse il fatturato, visto che il costo unitario è il doppio della Renault.

vendite in Europa
La divisione delle quote di mercato in Europa tra auto a benzina (53%), a gasolio (28%) ed elettrificate (16%).

In terza posizione resiste un’auto che sta per uscire di produzione come la e-Golf, ormai prossima a lasciare il passo alla ID.3. Seguono la Peugeot e-208 e le due coreane Hyundai Kona EV e Kia e-Niro. Tra le auto top di gamma, si conferma l’Audi e-tron, con 1.704 immatricolazioni. Tra le ibride plug-in-in, invece, si conferma il successo della Ford Kuga, con 3.757 auto vendute. Ma non si può non notare che siamo ben lontani dai numeri dell’elettrica più venduta, poco più di un terzo: il doppio motore con la spina stenta ad affermarsi. Mentre l’elettrico va.

— Leggi anche / Giugno elettrico 2020 in Italia: vendite a +53% in un mercato a picco

 

 

 

 

 

11 COMMENTI

  1. Si, il titolo fa ben sperare, ma le ibride sono una presa per i fondelli comprese anche le plug-in che il più delle volte sono solo un lasciapassare la dove ci sono limitazioni.

    Per non parlare delle fiat e delle toyota che prendono in giro le persone fin dalla loro pubblicità: “senza prese di ricarica”.

    • È inutile che cercate di pompare l’elettrico, o l’ibrido con l’ausilio di tv, media internet ecc… La realtà è che l’elettrico è un progetto nato già male e finirà peggio. Perché invece non favorite il metano? Ho un touran 2012 con 23 euro mi fa 540 km non inquina e non mi da noie! La renault Zoe? Con 300km di autonomia? E poi? Le colonnine per la ricarica? E quando un giorno ci saranno più auto che colonnine cosa facciamo? La fila per ogni 200\300km?. Beh ora si è capito “qualcuno “ha investito ed ora ste auto si devono comprare a tutti i costi!

  2. In effetti, dopo un primo momento di entusiasmo, in cui le ibride plug in mi convincevano, ho riconsiderato che hanno i difetti di entrambe le motorizzazioni ICE e BEV. Due motori, quindi manutenzione doppia, peso, prezzo alto, ecc. Non credo avranno molto mercato.

  3. Se consideriamo gli sconti reali su una Zoe, gli incentivi e il risparmio di carburante, dopo 5 anni costa meno di una clio benzina, ovviamente sempre 130 cv cambio automatico.

    • Non sarebbe in ogni caso corretto un confronto con al 130cv, perchp i cavalli disponibili nel termico ci sono sempre e tutti fino alla fine del serbatoio anche alla massima potenza. La Zoe al massimo potrebbe funzionare per 30 minuti alla massima potenza poi dovrebbe fermarsi a ricarica per 1 ora e passa…

  4. io mi sento più tutelato negli spostamenti con la mia Honda Crv Hybrid che con una pura elettrica, certo, le prestazioni dell’ elettrica sono esaltanti, ma la spensieratezza che mi dà il mio ibrido, l’elettrico non sa trasmettermelo…
    Vado ovunque senza “ansia” da ricarica …

    • ok, Ruggero, capisco l’ansia, ma ha mai calcolato quanti km fa in elettrico? Vale veramente la pena di portare a spasso due motori, con relativi pesi e consumi aggiuntivi?

  5. Tutte le case Automobilistiche scommettono sull’ibrido (semplice x le piccole , plug-in medio grandi) Toyota vende un milione e mezzo di auto ibride ogni anno Per le elettriche pure i numeri saranno sempre bassi ( max 20%) nei prossimi 10 anni

    • Questo perché i “polli”, statisticamente, abbondano in ogni popolo e a ogni latitudine.

      Quente cose comperiamo, o scegliamo, noi “polli”, perché ci hanno convinti che ci conviene, che “va bene così”, che “è più buono”, che “è più bello”? Mai letto del riflesso condizionato usato dai tecnici del marketing? Guardi la pubblicità in TV? Ascolti la pubblicità alla radio? Vedi i cartelloni pubblicitari in strada, o inframmezzati ai contenuti dei tuoi siti web preferiti? Per quelli del marketing sei esattamente come il cane del dott. Pavlov! Consolati Giovanni!

  6. Il problema è come al solito per chi non ne ha da spenderene.
    L’ibrida è una presa in giro, basta riflettere sul prodotto in sè, per comprenderne il perchè.
    La sola elettrica è ancora troppo indietro come qualità/prezzo, per non parlare delle varie problematiche dovute al sistema di ricarica e gruppo batterie.
    Nel mentre che le elettriche evolvono si era parlato di combustibili alternativi ad emissioni zero o emissioni minime, sono stati anche presentati, ma vedi questa o quella faccenda economico/politica, non vengono commercializzati o resi tali.
    Prima obbligano a norma di legge a evolvere in motori euro* superiori, poi si accorgono che le emissioni di questi essendo ancora più microscopiche sono anche peggiori perchè l’organismo non riesce più a bloccarle talmente sono microscopiche.

Comments are closed.