Home Moto & Scooter Vendite elettriche a bassa tensione. Eicma darà una scossa?

Vendite elettriche a bassa tensione. Eicma darà una scossa?

5
CONDIVIDI

Effetto Covid (e relativi super incentivi) e una maxi commessa di scooter Silence per lo sharing avevano mandato in orbita le vendite elettriche di ciclomotori e motocicli nel settembre dello scorso anno. Perciò risulta impietoso il raffronto con lo stesso mese 2021, che ha visto un crollo del 48,11 a 1.004 % unità.

vendite elettriche
Lo scooter elettrico italiano WOW! sul mercato da fine anno

Vendite elettriche e Codice della Strada: quando l’ok su autostrade e tangenziali?

I  primi 9 mesi di quest’anno sono ancora positivi per vendite delle due ruote elettriche nel raffronto con gli anni precedenti _  8.153 unità con un incremento del 5,17% rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 140% rispetto al 2019 _ ma  le due ruote  a batteria non hanno ancora innescato il boom che si attendeva. Lo sottolinea anche Confindustria ANCMA chiedendo un intervento del legislatore. «L’attuale discussione del Ddl di conversione in legge del Decreto trasporti in Parlamento, ad esempio, rappresenta auspicabilmente già un’occasione importante per accogliere alcune nostre proposte di revisione del Codice della Strada come, molto concretamente, quella di un maggior riconoscimento della diffusione dei motocicli elettrici, normalizzandone la circolazione su autostrade e tangenziali» ha dichiarato il presidente Paolo Magri. 

vendite elettriche
Paolo Magri, presidente di Confindustria ANCMA

Oggi il Codice della Strada autorizza a circolare sulle autostrade e le tangenziali solo motocicli di cilindrata superiore ai 150 cc. I veicoli elettrici sono ignorati e pertanto esclusi da queste tipologie di strade, anche quando hanno prestazioni simili o superiori ai 150 cc termici.

Tornando ai dati di mercato, nei primi 9 mesi 2021 sono stati venduti 3.046 ciclomotori elettrici (-3,91),  476 moto elettriche (+92,71)  e 4.631 scooter elettrici (+6,83).

Vendite nei primi nove mesi dell’anno. raffronti 2020-2021

Eicma 2021 dal 23 al 28 novembre, “Bentornata adrenalina”

Anche il mercato nel suo complesso ha segnato un incremento del 16,6% sul settembre del 2019 e un calo del 10.3% sullo stesso mese 2020. E anche per i termici il settore in maggiore difficoltà è quello dei ciclomotori (-28,86%), insidiato dall’avanzata delle biciclette a pedalata assistita.

Nei primi nove mesi del 2021, invece, ciclomotori, scooter e moto segnano un aumento complessivo del 25,87% pari a 250.761 mezzi targati.

L’occasione per fare il punto sul settore sarà Eicma 2021, a Rho Fiera Milano dal 23 al 28 novembre. La principale fiera mondiale delle due ruote torna dopo l’anno di stop dovuto alla pandemia con lo slogan “Bentornata adrenalina”. Saranno presenti i grandi costruttori giapponesi (Honda, Yamaha,  Suzuki e Kawasaki) gli altri asiatici come Kymco, Sym, Benelli e Royal Enfield e gli europei Fantic Motor, Triumph, Aprilia e gruppo Piaggio. Mancheranno BMW, KTM, Husqvarna.  Ancora in forse la presenza ufficiale della Ducati.

Sono aperte le prenotazioni on line per gli ingressi, mentre il prezzo del biglietto non è ancor stato fissato.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

 

Apri commenti

5 COMMENTI

  1. Ma invece per le ss ci son gli stessi problemi? Che se non ricordo male è limitato ai 150cc, passi magari evitare le autostrade che per molti è fattibile magari

  2. Speriamo che il bando incentivi di Milano (vedi apposito articolo VE) stimoli un pó le vendite delle due ruote elettriche, anche se finché non potranno accedere ufficialmente alle tangenziali (come giustamente sottolineato nell’articolo) la vedo grigia..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome