Home Bici Prima Pagina Vendite e-bike, crescita senza fine

Vendite e-bike, crescita senza fine

2
CONDIVIDI
vendite e-bike in crescita

Vendite e-bike in crescita anche nei mesi estivi. E non si fermano con l’arrivo di settembre. Vaielettrico ha sentito alcuni importanti rivenditori che confermano un incremento a doppia cifra rispetto al 2019.

Il successo sul mercato delle e-bike non conosce rallentamenti. Con vendite quasi raddoppiate durtante tutta l’estate rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e un autunno ancora incoraggiante possiamo dire che il boom della mobilità elettrica su due ruote sta assumendo contorni da cambio negli stili di vita. 

Vendite e-bike: crescita a doppia cifra

E per successo intendiamo aumenti nel volume di affari «anche del 50% se raffrontiamo i mesi estivi del 2020 con quelli del 2019». A dirlo è Andrea Liberini titolare di E-bike store a Brescia che avevamo sentito a maggio in piena esplosione delle vendite nel post-lockdown. «Ecco magari non siamo sui volumi di quei primi giorni in cui ci fu una vera e propria corsa alla e-bike – precisa – impossibile continuare così. Mese su mese comunque stiamo andando meglio del 50% rispetto ai mesi scorsi».

Le vendite post pandemia non hanno mai frenato

Merito dell’incentivo statale che copre tutto il periodo da maggio fino a dicembre, ma che verrà erogato solo dal 4 novembre. Ma non solo. «Perché noi praticamente non trattiamo prodotti sotto i 2.500 euro e la nostra media si aggira sui 5.000 di controvalore».  Quindi  se un cliente decide di fare questo tipo di investimento non sta solo assecondando una moda passeggera. «I modelli urban sono cresciuti in tutto il periodo estivo – certifica Liberini – anche se non credo siano molti a sostituire del tutto l’auto con una e-bike. Quantomeno decidono di affiancarla». Settembre invece pare suggerire una riscoperta del bosco: «In questo momento stanno crescendo le vendite delle e-mountain bike sempre di alto livello».

Un successo da nord a sud

Sappiamo che la Pianura Padana e il nord in generale sono terre  di biciclette molto più del sud Italia, ma alcune conferme di un cambio di passo arriva dall’Abruzzo. Ebikelike di Tortoreto ha creato in un paio di anni un mercato che adesso si allarga: «I nostri clienti sono perlopiù in Abruzzo e nelle Marche – ci racconta Valentino Catarra uno dei due soci – ma spediamo in tutta Italia». 

Dopo le city adesso è boom di Enduro

E dice anche altre cose interessanti: «La nostra attività nasce due anni fa e dunque lo “storico” è piuttosto breve. Siamo partiti da zero, ma grazie a investimenti mirati abbiamo visto sempre crescere le vendite. Poi con l’arrivo delle vendite on-line abbiamo fatto il primo boom». Niente a che vedere con quanto avvenuto da maggio però: «Posso quantificare in un raddoppio secco le vendite dell’estate 2020 rispetto all’anno scorso. Ma vi dico che pandemia e incentivi sono solo una parte delle motivazioni». 

Il bonus importante, ma non essenziale

Infatti Ebikelike aveva già molti ordini da prima della riapertura dei negozi. «Sentivamo che si stava muovendo qualcosa ben prima del 7 maggio quando abbiamo potuto effettivamente riaprire. La nostra mossa vincente è stata l’approvvigionamento preventivo, così abbiamo potuto continuare a vendere per tutta l’estate». Già perché a un certo punto trovare e-bike dai produttori o dai grossisiti era praticamente impossibile. «Noi vendiamo 12 marchi differenti e tutti avevano i magazzini vuoti». Nel tempo sono cambiate le richieste: «Con l’onda del covid-19 si vendevano bici da 1.000-2.000 euro, lì lo sconto statale si faceva sentire di più. Tutti volevano e-bike da città, impossibile soddisfare tutte le richieste di pieghevoli».

Si vendono bene anche le e-bike “costose”

Dopo le urban, boom delle e-MTB

Anche Catarra conferma che in questo mese qualcosa è cambiato: «Notiamo una forte richiesta di enduro, anche di modelli buoni per gli sterrati, cambia l’utente e anche le disponibilità economiche. Vendiamo e-bike più costose». Questi i modelli da fuoristrada adattabili anche alla città di cui abbiamo parlato recentemente. 

Insomma il campo ci sta dicendo che gli studi avevano ragione. Infatti l’Osservatorio mensile Findomestic di settembre parla di vendite e-bike in crescita del 24,2% rispetto a luglio. Simili gli altri mezzi elettrici: auto nuove (+11,7%), auto usate (+12%) e motocicli (+16,6%) di settembre su agosto. Trend confermato da Decathlon che ci fa sapere: «Registriamo ancora una buona progressione di bici vendute, complice il bel tempo che si è protratto oltre la norma».

La nuova e-mtb venduta da Mediaworld

Un interesse così grande che anche Madiaworld si lancia nella vendita di e-mtb nella sua catena. Si tratta di Argento Pro performance con telaio in alluminio, spinta da un motore Oli Move Plus (azienda italiana, qui il nostro speciale) da 80 Nm di coppia e la solita potenza di 250 W. Il motore è supportato da una batteria con celle LG, con capacità di 461 Wh.

2 COMMENTI

  1. Speriamo non sia solo una moda, ma soprattutto per le urban e-bike, un vero cambiamento culturale nella mobilità urbana.

Comments are closed.