Home Vaielettrico risponde Vendere la mia Touran che funziona per una EV?

Vendere la mia Touran che funziona per una EV?

57
CONDIVIDI
Vendere la mia Touran diesel, che funziona egregiamente, per acquistare un’elettrica? È l’interrogativo che assilla Simone, un lettore trentino. Vaielettrico risponde. Ricordiamo che i quesiti vanno inviati alla mail info@vaielettrico.it
                                           di Simone Ducati
“Vorrei condividere il mio dubbio con la comunità di Vaielettrico, che seguo da un po’ e ringrazio per gli spunti di riflessione che propone sulla mobilità elettrica e sostenibile“.
vendere la mia touranVendere la mia Touran? “Muovermi con un’auto a gasolio mi fa sentire sporco”
Ho la fortuna di vivere in Trentino in una casa di proprietà con garage ed ho installato da circa un anno un impianto fotovoltaico da 3 kWp. Impianto che preventivamente ho dotato di inverter sovradimensionato in previsione dell’arrivo della mia prima auto elettrica. Non ho ancora installato un sistema di accumulo perché credo che senza auto non valga la pena. Cerco il più possibile di avviare gli elettrodomestici energivori  di giorno (sentendomele da mia moglie perché non sono ancora in grado di stendere le lavatrici come vorrebbe). Ho due figlie di 2 e 4 anni e dal 2019 sono in possesso di una Volkswagen Touran diesel, acquistata usata con 23.000 km del quale sono molto felice. È parecchio tempo che sto pensando di passare all’elettrico. Negli ultimi tempi muovermi con un’auto a gasolio mi fa sentire sporco: ogni volta che accelero per un sorpasso o devo frenare per una precedenza, mi sembra di inquinare
vendere la mia Touran
Simone ha convinto il padre a passare all’elettrico, con una VW ID.3.

“Ho convinto mio padre a passare all’elettrico, io…”

Ho spinto mio padre, spalleggiato da mio fratello, a sostituire una vecchia auto a gasolio con una VW ID.3 Pro, della quale è molto soddisfatto. E grazie a Paolo Mariano per i tanti video che mi hanno aiutato nell’opera di convincimento. Ma ora veniamo al punto. Ho fatto questo pensiero: la mia auto è ancora relativamente nuova. Se riuscissi a venderla ricavandone una buona somma potrei reinvestirla per acquistare una elettrica, magari km 0 o usata. E per l’ennesima volta mi sono trovato a spulciare i siti di annunci per trovare l’auto adatta ad una famiglia, con un bagagliaio capiente ed una dotazione di ADAS soddisfacente. Così mi sono imbattuto nella Skoda Enyaq, della quale ho letto alcuni articoli qui sul forum. Il pensiero che mi pongo è: ha senso vendere un’automobile che funziona ancora egregiamente per sostituirla con una elettrica? Vi ringrazio per il lavoro che fate e spero in un mondo libero da CO2 e PM10!“.
vendere la mia touran
Per sostituire la sua VW Touran, Simone pensa a una Skoda Enyaq iV.

Vendere la mia Touran? Non possiamo pretendere tutto e subito

Risposta. Non posiamo pretendere che il passaggio all’elettrico avvenga dalla sera alla mattina. Ci sono anche compatibilità economiche da rispettare: l’acquisto di un’auto comporta un esborso pesante, da ammortizzare nel corso degli anni. Quindi: se l’acquisto di una EV può avvenire a condizioni accettabili, si vende la Touran e la si rimpiazza con la Enyaq o altro. In caso contrario si aspetta il momento giusto per fare il passaggio, senza per questo sentirsi “sporco“. Tanto più che il nostro rispetto sull’ambiente non dipende solo da che propulsore abbiamo sotto il cofano, ma anche da che utilizzo facciamo dell’auto. Per capirci: se l’auto a gasolio la uso solo per spostamenti essenziali, utilizzando per il resto bici e mezzi pubblici, non posso ritenermi un inquinatore. E infine: in un bilancio complessivo di sostenibilità, non è il massimo rottamare auto ancora in buone condizioni per sostituirle con veicoli nuovi. L’idea di Renault di adibire intere fabbriche a ricondizionare macchine di qualche anno fa, con carrozzeria ancora in ordine ma motori da sostituire, è ottima. Vedremo se decolla, tra difficoltà pratiche e normative.

vendere la mia touranVuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti alla Newsletter e al canale YouTube 

Apri commenti

57 COMMENTI

  1. Simone ma non è meglio se metti da parte quei soldi per le tue 2 figlie piccole? Chissà in che mondo vivranno quando avranno la tua età e avremo iniziato a terminare le materie prime …

    • Ciao Enzo, io spero vivamente che in un futuro prossimo il petrolio finisca definitivamente… Niente più rumori sule strade, niente più motociclisti che scambiano le strade per circuiti di gara…
      Detto ciò come ho commentato ad Euro7 sotto, dopo svariati conti e ricerche di mercato mi sono risposto che dovrò incrociare le dita e sperare che la mia Touran non mi faccia scherzi nei prossimi anni e poterla tenere finché cammina. Cosa che volevo fare anche con la mia precedente Golf ma che poi per uno scherzo della centralina, ho dovuto sostituire con soli 9 anni di servizio.

  2. Una Touran usata a gasolio del 2019 con pochi km vale grosso modo sui 24-26.000€ secondo autoscout.it con tutte le incognite del caso sul deprezzamento che fanno poi i concessionari sulle permute o sull’usato.
    L’esborso per sostituire la Touran con una Enyaq va dai 35.000€ ai 45.000€ a listino, a seconda dei tagli di batteria ed accessori esclusi; su autoscout c’è una Km0 Enyaq 80 executive a 42.000€
    E’ pur vero che il risparmio, la comodità ed il piacere di muoversi a zero emissioni sono straordinari ma dubito che Simone possa trarre effettivo vantaggio da una sostituzione di auto così onerosa.
    La risposta della redazione di vaielettrico.it è già molto completa, aggiungerei che Simone non rottamerebbe il veicolo ma lo permuterebbe con una km0 o un usato anche se con un esborso economico variabile tra i 10.000 e i 20.000€. Per lui suggerisco di tenersi l’auto 4-5 anni e sostituirla quando i prezzi delle Ev saranno meno assurdi.
    Io ho sostituito una utilitaria di 12 anni con un utilitaria stellantis, accedendo ad una pletora di incentivi statali e regionali mi è costata “solo” 6.000€ in più rispetto all’utilitaria basica priva di accessori che avevo in mente di cui 3.000 erano di accessori; ma la mia differenza di prezzo è giustificata dall’economicità d’uso, dai vantaggi nei parcheggi gratuiti e nelle eco-ztl, etc.

      • Era quello che pensavo anche io ad inizio percorso, ma per fortuna ho una bella rete di sostegno familiare che mi ha aperto gli occhi, dicendomi che sì, la mia auto ora vale 22000 € ma la differenza di costo (circa 23000€ li dovrei spendere ora e subito. Invece se da ora apro un piano di accumulo e verso l’ipotetica rata di 300€ al mese, fra 8 o 9 anni (o anche più, spero) quando dovrò cambiare la Touran, avrò lì una buona base per l’acquisto.

  3. Siamo sempre più vicini all’ossessione… vendere un veicolo recente e funzionante è l’antitesi del concetto di ecologia.. Perché obbliga a produrre nuovi veicoli ed essi non scendono dal cielo come le cicogne… Menomale avete dato una risposta sensata

    • Nel caso di Simone non si tratta di comprare un veicolo nuovo appositamente prodotto perché la Skoda Enyaq che aveva adocchiato era giá immatricolata (quindi una Km Zero o qualcosa del genere)

      • E l’auto attuale non verrebbe rottamata, come già detto.

        Io capisco che queste idee possano passare come “ossessioni” come detto da Giorgio, ma c’è un però. Se parliamo di un qualsiasi “elettro”domestico, una volta concluso “l’impegno ecologico” per produrlo, questo consumerà solo elettricità per tutta la sua vita. Ci sarebbero già dei distinguo sulla classe energetica, ma immaginiamo che questa differenza sia minima tra due prodotti distanti 10 anni tra loro. Qui ha senso ambientalmente tenere il prodotto finchè non si rompe.

        Ma l’auto a combustione non inquina solo per produrla. Inquina anche per ogni singolo metro che percorre, e non solo co2 ma anche particolato (tutti se lo dimenticano…). Anche le auto elettriche inquinano per essere prodotte, ma una volta in circolazione inquinano molto meno. I calcoli che si vedono in giro partono sempre da due auto entrambe nuove, che devono essere prodotte da zero, e dimostrano che nel ciclo di vita completo una BEV inquina almeno la metà. Ma immagino che anche partendo da un’auto ICE già prodotta e circolante, oltre un certo chilometraggio è più conveniente prendere una BEV, anche se nuova e che quindi va prodotta inquinando. Io non ho mai visto in giro calcoli di questo tipo, ma mi piacerebbe vederne.

        Oltretutto, la ICE di questo articolo verrebbe messa sul mercato dell’usato, non rottamata, e come hanno suggerito altri, chi la compra probabilmente rottamerebbe un’auto energeticamente peggiore. Quindi l’inquinamento “medio” delle auto in circolazione verrebbe ridotto da questa operazione. Ovvio che poi la BEV la devo tenere un numero di anni sufficiente a “neutralizzare” l’inquinamento necessario a produrla.

    • Concordo. Giusto ieri ho visto una prova dettagliata della Ioniq. Boh! Un mostro di 2100 kg che divora 75 Kw di elettricità per fare 300 km: gli stessi Kw che consumo in un MESE a casa mia!!! Rivoluzione ecologica? Mah!

          • Quello che conta è la quantità di energia dispersa in calore: che è il 70% mediamente per le auto a benzina e qualche percento (5-6%) per quelle elettriche. Il peso, inteso come resistenza all’avanzamento, è uno svantaggio in accelerazione, un vantaggio in frenata rigenerativa che recupera energia dalla forza di inerzia. In sintesi: l’auto elettrica è molto, ma molto più efficiente energeticamente di quella termica. Questo lo sanno tutti (con qualche eccezione).

          • Massimo eddai, la trasformazione dell’energia non avviene nell’auto viene nelle centrali termoelettriche con efficienze massime del 40%, più alto del termico, ma si tratta solo di spostare la produzione di energia per l’auto nella centrale anziché nel motore, un termico produce e consuma la sua energia, un elettrico la consuma soltanto, da un punto di vista di efficienza un sistema in grado di generare da sé l’energia di cui ha bisogno è molto più funzionale, la stragrande maggioranza della vita biologica si è sviluppata così su miliardi di anni un motivo ci sarà

          • Non trattare le cifre con l’elastico. Le centrali termiche a ciclo combinato arrivano al 60% di efficienza. E il 40% di rinnovabili? E il carburante nel serbatoio della tua auto come lo porti? Esistono centinaia di studi scientifici che certificano il vantaggio energetico della mobilità elettrica. Prendiamone atto una volta per tutte.

          • @Xardus non capisco come la combustione interna o esterna di un carburante renda una tecnologia superiore ad un’altra, e come “essere funzionale” sia accostabile ad essere “più efficiente”. Se per efficienza intendiamo la percentuale di potere calorifico di un dato combustibile che viene poi effettivamente usato e non disperso, una centrale termica è più efficiente di un motore di auto, e se ancora siamo qui a confutare questo dato, allora è inutile discutere.

            inoltre, stiamo ragionando sempre come se TUTTA l’elettricità disponibile sia prodotta con lo stesso carburante che mettiamo nelle auto. Ma sappiamo benissimo che non è cosi. Già le rinnovabili solo il 40% del mix energetico, e il valore può solo migliorare. Su un’auto a combustibile invece andremo avanti sempre a bruciare qualcosa, e si sono visti in decenni solo incrementi marginali di questa “efficienza”, e guarda molti miglioramenti sono arrivati con le ibride, ovvero quelle auto dove a fianco al motore termico hanno aggiunto una parte elettrica.

            PS. La “funzionalità” che lei indica secondo me non c’entra con l’efficienza. Le piante sono iperefficienti (sono gli unici organismi autotrofi e tutti noi siamo fondamentalmente parassiti di vario grado delle piante) ma non si muovono. Noi animali portandoci il motore appresso nei muscoli possiamo spostarci. Ma dobbiamo anche fermarci per rifornirci, cosa che fa anche un’auto a carburante, non solo una elettrica. Non avere un cavo lungo 1000km mi permette di spostarmi maggiormente, ma non è detto che lo stia facendo in modo più efficiente.

        • Boh…io ho fornito dei dati tecnici incontrovertibili che a mio avviso sono quanto meno preoccupanti…lei ha buttato lì un x3 frutto di chissà quale sofisticato calcolo cinetico/matematico. E comunque, sempre a mio modesto parere, passare dalla padella alla brace, non mi sembra una gran genialata… almeno dal punto di vista del nostro “unico” pianeta!

          • Caro Marck, mi spiace darti una delusione enorme, ma ebbene si il peso consuma se lo devi spostare, eccome se consuma!!! Certo se lo lasci parcheggiato nel garage ovviamente no, ma credo che lo scopo di una automobile sia quello di muoversi, non solo in discesa dove il peso persino agevola, ma anche in pianura e persino in salita!!!

          • Come quantifica il peso aggiuntivo di 600 kg?. Secondo lei un’auto termica di pari dimesioni e livello pesa 1.400 kg in assetto di marcia? Mi sa dire quale?

          • Ad esempio una puma 1.0 ecoboost 155 cv…circa 1300 kg…ehm….2100-1300=800 kg!!!! wow non male come zavorra in meno.

          • Certo, con 150 cv in meno, 60 cm in meno di lughezza e 10 cm di larghezza.

          • Ale capisco che siano tanti kw, ma il discorso vale solo per mettere in evidenza quanto non ci siamo mai accorti di quanta energia usavamo per muovere l’auto termica, l’energia che serve per muovere un auto è sempre quella, né serve un po’ di più perché pesano di più e vero, doppio peso doppia inerzia da vincere, ma una Twingo elettrica (vado a occhio mai guardati i pesi) oggi pesa quanto una a4 termica per dire, non è che abbiamo stravolto la situazione, certo sarebbe preferibile per il portafogli e l’ambiente averle più leggere ma comunque ciò non toglie che con termico comunque l’equivalente di 80/100kw lo fai per gli stessi km, li prendi dalla benzina anziché dalla spina ma comunque li paghi in modo molto simile (han accise molto diverse per questo sono molto distanti) in fondo più della metà della corrente viene generata da combustibili fossili, gas e petrolio, esattamente come le auto, il costo dellenergia è una conseguenza di quello del petrolio, soprattutto in questi mesi in cui idroelettrico italiano è in atroce sofferenza.
            Al mese a casa se fai 100kw spendi 30€ di corrente (tolto il quindici euro del contatore), con 100kw fai 800 km, con un diesel quei km li fai con 45 euro circa, se togli le maggiori accise sui carburanti rispetto alla bolletta praticamente ti ritrovi cifre molto simili.

      • Provi a trasformare i litri di benzina o diesel che consuma una termica in kwh (il conteggio approssimato è semplice.. all’incirca ogni litro sono 10 kwh….) è vedrà se il suo termico consuma più o meno di 75 kwh per fare 300 km (che comunque per una elettrica fatta bene sono un consumo enorme… la mia M3 SR+ 300 km in autostrada a 130 km/h li fa com 50 kwh…)….
        Lei riesce a consumare meno di 7,5 L per fare 300 km???

        P.S. si punta sempre il dito contro le elettriche perchè ad alte velocità i consumi si innalzano parecchio senza capire che quella è la normalità (la resistenza aerodinamica aumenta in rapporto al quadrato della velocità)… semmai a non essere tanto “normale” è la curva dei consumi dei termici… sono loro cha a basse velocità consumano un enormità perchè hanno un rendimento ancora più ridicolo rispetto a quello già basso di partenza alle alte velocità….
        Infatti al probkema della grandissima parte di energia cge si disperde in calore si somma anche l’altro handicap di avere coppia in un ristrettissimo range di velocità di rotazione… questo comporta il bisogno di demoltiplicare il rapporto motore/ruota (cambio a marce) per poter restare entro il rende di giri corretto.

        • Ottimo, Moreno. Aggiungo che fuori dall’autostrada ad ogni rallentamento-frenata una quota di energia rientra nelle batterie, mentre non ho mai visto benzina rientrare nel seratoio.

          • Volendo si puó inserire nei calcoli – se non è giá compreso – l’impatto energetico della “filiera” dei carburanti (estrazione greggio, raffinazione, distribuzione tramite oleodotti e camion..)

          • Forse con 800 kg in meno da spostare 150 cv sono più che sufficienti…non me ne servono 250 come per la Ioniq che pesa come un tir. Se poi vogliamo dire che 10 cm in più e 400 km in meno di autonomia sono un gran cosa, allora mi arrendo. Ha ragione lei. Scappo che ho appena visto un asino che vola e che vuole atterrare sul tetto di casa mia.

  4. Per Simone: ero nella tua stessa situazione fino settembre scorso, sono di Trento anche io, avevo un Touran tdi con 240k km con probabile valvola egr da sostituire in quanto l’auto fumava molto, dovevo fare revisione, cambiare le gomme, era un euro 3 e da un anno stavo valutando l’elettrica. Ho approfittato degli ultimi incentivi di settembre per prendere una Kia E-Niro 64kw dove per 7 anni non dovrò sborsare più ne ache un euro per i tagliandi.. La differenza principale é ovviamente lo spazio a bordo, dove il Touran é imbattibile ma viaggiare in EV siamo su un altro pianeta, siamo nel futuro 3.0… Provare per credere.. Ho garage senza FV, e devo dire che ho ricaricato a casa solo 4/5 volte ma abbiamo deciso di ricaricare alle colonnine pubbliche.. Ce n’è sono anche di gratuite in Trentino..
    Consiglio di scegliere auto con i paddle al volante, dove puoi regolare dinamicamente la frenata rigenerativa, non tutte le hanno (id3/4 non le hanno ad esempio, devi togliere le mani dal volante ogni volta)
    Ps; ho I suoceri a Milano quindi non ho paura dell’autostrada.. G. Z.

    • ti sbagli quello che tu consideri paddle si trova proprio li davanti al volante e non c’è assolutamente bisogno di togliere le mani dal volante parlo di ID 3 ID4

      • Come no, non puoi tenere entrambe le mani sul volante ma devi togliere la mano destra dal volante e regolare la levetta… parlo perché le ho usate entrambe.. e devo dire che non averle é stato un motivo determinante nello scegliere un altra auto..

    • Ciao Euro7, purtroppo (e dico purtroppo perché dopo molte ricerche e contatti alle concessionarie mi sono reso conto che il gioco non vale la candela) la mia situazione è un po’ diversa poiché, per dimenticanza mia, non ho riportato che il mio Touran ha solo 57k km. Per questo pensavo che poteva essere un buon momento per vendere e cambiare auto (visto che io la pagai 23500 € ed ora avrei trovato acquirenti interessati a 22500). Ora però il panorama elettrico non mi permette di avere ad un prezzo ragionevole un’automobile che abbia la stessa capienza del Touran.

  5. Mah… Boh…
    Io sono nella tua situazione, con auto decisamente meno importante e piccina (clio 1m5 tdi 90cv), e ho deciso da subito di aspettare, posso dirti i miei motivi che generalmente mi fanno passare per no watt ma spero qualcuno possa esserti utile

    -costa troppo per il segmento di auto, una smart elettrica costa il doppio di quella termica, ma la qualità dei materiali è il comfort interno è assolutamente identico al netto della differenza di propulsione, in pratica per avere un auto del livello del touran devi spendere parecchio, e la enyac trovarla usata oggi la vedo dura, a km zero si ma ti costa come prenderla con incentivi praticamente e almeno sai di avere una batteria che nessuno ha potuto rovinare usandola col fondoachiena

    -faccio mediamente un po più km della norma (tra gli 80 e i 150 al giorno nei giorni normali) e preferisco aspettare di avere più tranquillità di ricarica per emergenze esterne per il passaggio

    -troppa differenza di consumi a velocità sopra i 110, sommata alla totale inaffidabilita dei dati forniti dalle case e dai computer di bordo

    -l’auto termica comunque ha calato i valori di usato, io ho euro 5+ situazione forse peggiore della tua ma se come me abiti vicino a Milano o un’altra città particolarmente intollerante sui diesel trovare chi spende per un termico usato è più difficile

    -preferirei verificare direttamente tra 5 o 6 anni la reale media delle varie batterie delle varie case quando raggiungono la garanzia, i modi per bypassare il problema dal loro lato sono infiniti per cui voglio vedere con mano, ci pubblicizzano troppe ciofeche come rivoluzionarie al giorno d’oggi (non solo auto)

    -qualsiasi elettrica usata del triennio 2020/2023 tra 3 o 4 anni saranno talmente vecchie in tutte le tecnologie usate da avere valore bassissimo nella rivendita, ma ancora prezzi del nuovo molto alti tanto da perderci molti più soldi rispetto a quanto siamo abituati. (già oggi la 500e dimezza il valore appena la metti in strada)

    -le elettriche usate sono pochissime, data la scarsa necessità di manutenzione mi farei sempre domande sul perché uno cambia un’auto da almeno 30k dopo un anno di vita (secondo i venditori han sempre avuto un figlio inaspettato e han dovuto prenderla più grande.. Pure se è un Q8 gli serve più grande 😂)

    -incognita stato batterie su usato, a meno di essere presente e vedere come la rilevano, non mi fido di nessuno, come ora cercano di spacciare auto incidentate poco per mai incidentate e se non controlli tu eventuali riverniciature ti becchi la sola, non posso essere certo della loro buona fede

    -non esiste auto elettrica che non abbia dovuto batteria entro i 300k km (non so te ma mai buttato via un auto sotto i 380k km senza rifare mezzo motore e quasi sempre sopra i 450 quelle che stavano in garage, questa è una cosa molto personale ovviamente)

    -non posso permettermi stop auto di mesi in caso di guasti /errori fantasma e senza auto sostitutiva come a quanto pare capita molto spesso secondo le opinioni dei colleghi del forum

    -di assicurazione pago già pochissimo, risparmierei non più di 100€ all’anno, ma per il motivo precedente probabilmente mi sentirei sicuro solo con una casco full, metti caso che per qualsivoglia tamponamento stupido danneggi la batteria (e quindi garanzia ciaone) pagare dai 10 ai 20 mila euro per sostituirla… Anche no, e la casco comodo costa un millino solo lei e all’anno

    -acquistare una nuova auto, genera co2 e tante altre cose in abbondanza, una elettrica di suo nasce con un carico di co2 parti a una termica di stessa categoria con 70/80k km sulle spalle, prendendola usata comunque quellusato viene sostituito da suo proprietario esattamente come faresti tu acquistandola, se uno oggi ha un auto molto vecchia (euro 4) è probabile che sia perché non possa affrontare la spesa di una sostituzione e difficilmente comprerà un touran usato, soprattutto se te giustamente vuoi ricavare qualcosa di concreto per la nuova auto non la svenderai di sicuro

    -alla luce di quello che sta succedendo, guerra e siccità, il mix energetico non sarà più 40/60 ma più probabilmente attorno al 25/75 (idroelettrico è meta della produzione rinnovabile italiana), situazione transitoria sicuramente, ma dato che il motivo principale è sentirti sporco ho pensato fosse giusto farlo notare per ponderare un eventuale posticipo, è vero che se hai fotovoltaico aiuta tanto, ma devi anche acquistare un accumulo.. Quello è tutto fuorché gratis e a impatto zero

    -non trovo minimamente un plus avere il doppio dei cv a parità di auto, si bella la coppia quella mi piace, ma siam sempre andati in giro con auto da 80/130cv, averne 200 sullequivalente di una 500, se voglio correre doppiando qualsiasi limite stradale in città e autostrada vado in pista dove non sarò rischio di incidente per nessuno, poi.. Per carità qualche kw di potenza in più serve per pareggiare dato il peso molto maggiore dell’auto ma c’è differenza tra compensare e far auto inutilmente potenti, se da 0 a 100 lo faccio in 7 secondi anziché 5.5,di sicuro non arrivo in ritardo in ufficio.

    -nei prossimi 5/6 anni le tecnologie di batterie, materiali, spazi e comfort interni, standard e potenze di ricarica, obblighi di legge, adas etc son tutte destinate a migliorare notevolmente (o essere più cari nel caso degli obblighi di legge) dato che l’auto non è un cellulare che posso cambiare dopo un paio di anni se proprio esce qualcosa che mi cambierebbe l’esperienza d’uso, preferisco aspettare almeno una parziale implementazione di nuove tech

    Ho tralasciato volutamente i vari contro che vengono detti solitamente perché già hai in famiglia elettrico e se fossero un problema non staresti qui a chiederti se cambiare, ovviamente ci sono anche dei pro e li conosci già, ma appunto per le motivazioni di cui sopra nel mio personale caso ho deciso di posticipare (eventi esterni permettendo) il passaggio di almeno tre anni, l’ideale sarebbe 5 per me ma ahimè dubito reggerà la mia piccina

    • Dato che ho scritto poco mi son dimenticato un grosso fattore.. Se te invece sei comunque deciso a passare nel breve, tipo un paio di anni al massimo, invece allora affrettati, più passa il tempo meno il touran varrà qualcosa di utile per abbassare il prezzo della nuova, e di tech nuove difficilmente arriverà qualcosa quest’anno o il prossimo, quantomeno non nel segmento 25/40k euro, la tendenza ora è mettere roba più nuova su quelle da 80/120k

    • -mi farei sempre domande sul perché uno cambia un’auto da almeno 30k dopo un anno di vita-

      in merito a questo specifico punto, vedo anch’io la stessa cosa sui vari siti di vendite auto. Segnatamente autoscout con cui mi piace giocare.
      Non ho ovviamente la verità in tasca con cui rispondere, ma mi sto facendo l’idea che in questo specifico momento (che non so quanto durerà) c’è non poca gente che ha acquistato un’auto elettrica magari con entusiasmo salvo poi accorgersi entro poche migliaia di km che non va bene per loro in assenza di un accurato “ecosistema” e di tutti gli annessi e connessi che conosciamo alla perfezione. E ora si trovano sostanzialmente “costretti” a svenderle (di fatto).
      In pratica, fermo restando che tutto può essere, ad avere i soldi in bocca e la voglia magari di farsi qualche km per andarla a cercare… Insomma, si possono fare anche degli affari interessanti.
      Opel Corsa E a meno di 23k euro, diverse E-UP (che mi inteessa perchè alla larghissima stiamo valutando una cittadina anche per la nonna) anche nuove e massimo di 3 anni ben sotto i 20K, per non parlare delle Spring… Secondo me in questo specifico momento i “pentiti” (che ci sono, ma mai veranno a scrivere su Vaielettrico ovviamente) potrebbero darci delle belle soddisfazioni.

      • Ho notato anche io molte usate con pochi km in vendita, ma se per le piccole lo capisco anche (poca autonomia e ansia e tutto quello che sappiamo), non mi spiego le parecchie Tesla con 10.000km, vendute dopo 3-4 mesi. Sfizio di averne una e poi non si riesce a sostenere la rata? Problemi a ricaricarla in casa (ma non ci pensi prima???)? Boh.

        (comunque ben bengano, vendetemi una Model Y a 50k per favore :-D)

        • Quelle potrebbero essere aziendali o preso in leasing e poi rimessa in circolo per questioni fiscali. Come più o meno il 90% delle automobili costose che girano in Italia e che nessuno altrimenti si spiegherebbe vista la media delle dichiarazioni dei redditi

          • I primi anni in cui facevo l’assicuratore, ahimè era la norma proporre a qualcuno un risparmio piccino, il classico 100€ al mese, perché erano tirati avendo stipendio normale da impiegato/operaio, però oh come erano contenti di farti vedere il serie 3 che muore prima per vecchiaia che le rate del finanziamento, per tantissimi l’auto è assimilata alla propria posizione sociale desiderata o reale, e tanti vedono l’auto come una cosa da avere e mostrare (inconsciamente spesso) più che come uno strumento, tra un’auto e un trapano non c’è differenza dal mio punto di vista, svolge un lavoro che a me serve e non posso far da solo, con diversi gradi di comodità e piacevolezza ma alla fine deve solo portarmi da A a B, che abbia 500cv ventidue alettoni otto minigonne anche sul tetto comunque quando la usi ti serve per andare sa A a B.

      • Mah si, ho pensato anche a questa possibilità che è sicuramente molto probabile soprattutto nella fetta dei non tecnologici che abbonda, però poi cercando di mettermi al loro posto io cosa farei?
        Ho appena acquistato 30 o più mila euro di auto elettrica, mi accorgo che ci sto scomodo e ho dovuto farmi spiegare come installare app pagare etc e mi sta sul c… Bene.. Quanto è probabile che sia disposto a rivendere subito l’auto perdendo metà del valore (dato che il nuovo è incentivato l’usato sarà per forza molto più basso del prezzo incentivato) e spendere altri 20k per una termica equivalente? Oramai ho iniziato a capirci qualcosa tantovale provarci e imparare che tanto cmq l’auto successiva sarà comunque per forza di cose elettrica si rimanda solo il problema spendendo tanti dindi

        Cioè non parliamo di 200€ di cellulare che mi trovo male col touch e cerco un rugged phone coi tasti fisici, sicuramente ci sono auto in questa casistica, ma non sono disposto a credere che tutti gli usati ora in giro siano in queste situazioni, soprattutto se l’auto in questione è un “usato garantito” e rivenduto direttamente dalla casa, dal mio pessimista punto di vista quella sarà sicuramente una di quelle, come segnalato spesso da lettori, che son state 8 mesi su 12 in officina perché appena resistuita in due giorni ridava gli stessi errori e han fatto valere la garanzia e rimborsato il cliente.

        Di elettriche usate cenè, ovvio che cenè, ma appunto devi allargare molto la ricerca per trovare forse qualcosa che sia appetibile per prezzi e chilometri, non cenè sicuramente abbastanza per la domanda come c’è ancora sui termici, che per carità è normale sia così, il grosso delle elettriche le han vendute negli ultimi due anni serve tempo

        In pentiti son d’accordo con te, quando si ha a che fare con certi tasti legati a emotività, come una grossa spesa per una cosa molto desiderata, si finisce in due situazioni, gli auto negazionisti che si raccontano continuamente cose per convincersi di aver fatto comunque un ottimo acquisto, addirittura spesso i lati negativi si fa di tutto per trasformarli in positivi generalmente illogici (autonomia risicata al giornaliero? Ma si sai che bello non vedere il benzinaio! Quante volte al mese ci andavi? Generalmente una massimo due! Ahhh ok e ora ogni sera non puoi dimenticarti di attaccare la spina o sei fregato fantastic) oppure si sfocia nel silenzio, si spera che nessuno chieda mai com’è l’acquisto, generalmente una risposta tipo “bene ma speravo meglio” perché tanto l’acquisto oramai lo hai fatto, non puoi nemmeno raccontarti che è colpa del venditore che sappiamo benissimo quanto poco spingano elettrica rispetto ai termici, anzi è probabile che ha insistito col venditore per vedere solo elettrico e la colpa è tutta tua, nemmeno la soddisfazione di dar la colpa a qualcuno che ti ha truffato

    • Grazie mille per la tua analisi. Mi è stata utile. Spero che questo articolo possa anche aver aiutato altre persone nella mia situazione. Mia moglie è d’accordo con te riguardo le tecnologie e soprattutto aggiunge che, se per rispettare i “patti” del 2035 senza ICE, i prezzi dovranno necessariamente essere ritoccati di molto al ribasso.
      Il mio cruccio è solo che quando ho dovuto acquistare la Touran, il panorama elettrico non era molto vario (Evalia Env, che però esteticamente non mi piace affatto e il Tepee, però le case Francesi non mi attirano) per cui mi sono dovuto orientare sul diesel….

  6. Buongiorno a tutti, mi chiamo Marco ed è il mio primo intervento qui. È un quesito che mi sono posto anch’io. Ho una Mazda 6 Diesel comprata nuova 12 anni fa, che va come un orologio. Io ci faccio meno di 10.000 km annui, di cui 80% autostrada: infatti lavoro sotto casa e uso l’auto solo per il tempo libero. L’elettrico mi tenta, soprattutto quello performante, ma al contrario di altri non ho nessuna fretta di abbandonare la mia Mazda. Non ho fatto conteggi su costi vari, non è il mio forte; la cosa che mi trattiene al momento è l’esborso “inutile”, avendo un’auto funzionante, e il fatto che andrei ad usare un’elettrica proprio dove è svantaggiata (autostrada). Forse il cambio va effettuato solo quando la propria auto andrebbe rottamata, essendo arrivata naturalmente al suo fine vita…?

    • Sì, sono sempre stato anche io di questa idea, ho posto il quesito perché avevo anche io una pulce nell’orecchio ed il pepe dove non batte il sole per l’ elettrico. Ho un mio amico che lavora in una nota azienda che produce colonnine di ricarica che amichevolmente mi stuzzica mandandomi foto di queste BEV super performanti (sia chiaro, avendo due figlie non le userei appieno) ma forse quello che più mi attira sono gli ADAS e la tecnologia avanzata…. Intanto continuerò a sognare, finché rimarrà a costo 0 😉

  7. Chi può si prenda Tesla,
    io ho provato per più gg Model 3 2019, ID3, Q4 e tron e Model Y 2021 e posso dire che sul fronte dell’efficienza non ci sono paragoni.
    Poi con ID3 (a mio avviso anche esteticamente graziosa) te la cavi ancora, ma la Q4 e tron mette molto in difficoltà.

  8. Mi colpisce che tu abbia provato un’auto elettrica (ed essendo del babbo non sarà stato un test superficiale) e stia ancora pensando se fare il cambio…i forum sono pieni di nemici dell’elettrico…non avrai difficoltà a piazzare la pur bella touran 😉

  9. Grazie Simone per l’articolo, sono nella stessa situazione, Touran compresa, non siamo ancora dotati di FV quindi il primo passo deve essere in quella direzione dopodiché capire quale possa essere l’EV più consona alle esigenze familiari. Ho provato a chiedere un preventivo al concessionario dove ho preso la Touran per una ID4 e senza incentivi è un bel salasso! Anch’io aspetterò paziente.

    • Non ho capito perché prima di acquistare un auto elettrica ci sia bisogno di dotarsi a tutti i costi di un impianto fotovoltaico, non è sempre detto che quest’ultimo porti realmente un beneficio in termini di risparmio un bolletta perché se non si concentrano i consumi maggiori nelle ore centrali della giornata nelle quali c’è più produzione e tanto inutile. Ho visto persone con fotovoltaico e niente auto elettrica con bollette ben più alte della mia con auto elettrica e nessun impianto fotovoltaico.

      • Per esperienza personale posso dire che l’impianto fotovoltaico è uno strumento che va saputo utilizzare. Io ho circa 6Kw con accumulo di 13,5kWh e grazie al lavoro a turni e alla collaborazione di mia moglie siamo in grado di alimentare casa più auto elettrica per 6-8 mesi all’anno. Un mio paesano nonostante sia in pensione e potrebbe benissimo sfruttarlo meglio di me, non è così attento agli utilizzi elettrici di casa e infatti si lamenta che il risparmio in bolletta non giustifica la spesa dell’impianto. È una questione di mentalità e abitudini secondo me, però per chi lo sa sfruttare aiuta tanto

  10. Si vive una volta sola. Se la cosa le piace, la appassiona e non manda in dissesto le sue finanze… venda la touran (che qualcun’altro sicuramente sarà felice di usare, perchè magari ha tre figli e non si può permettere una vettura nuova così comoda e spaziosa) e si prenda la Skoda che le piace tanto. E che diamine, mica stiamo parlando di una Maserati nuova pagata in contanti. 😉

  11. /// Per capirci: se l’auto a gasolio la uso solo per spostamenti essenziali \\\ Simone non ha precisato la percorrenza annua con l’auto, se fosse meno di 15/20K km sarebbe un motivo in piú per abbandonare il gasolio /// in un bilancio complessivo di sostenibilità, non è il massimo rottamare auto ancora in buone condizioni per sostituirle con veicoli nuovi \\\ Se ho letto bene, l’idea è di vendere la Touran (non di rottamarla perché non si parla di incentivi)

  12. L’amico con il dubbio ha chiaramente detto che la sua auto la vende qyindi non verrà rottamato…. perciò non ha alcun senso dire che non è il massimo cambiare auto se la diesel funziona ancira bene…
    Infatti è un concetto condivisibile se la diesel venisse rottamata ma in questo caso verrebbe semplicemente immessa nel mercato dell’usato e chi l’acquisterà di sicuro lo farà per sostituire un auto ben peggiore (quindi cge inquina ancira di più). Perciò il bilancio complessivo di sostenibilità è comunque più cge positivo perchè va calcolato sulla differenza d’inquinamento fra l’auto elettrica nuova e quella che verrà dismessa che non è la Touran in questione ma per forza di cose una auto messa peggio….

    • Salve. Non ho neanche preso in considerazione l’opzione rottamazione in quanto, anche volendo, la Enyaq che ho addocchiato è già immatricolata, per cui bye bye incentivi…

    • E’ lo stesso dubbio che ho da quando ho preso la id.3, quindi mi sento molto vicino a Simone. La nostra Lodgy ha solo tre anni e 45.000km, cerchiamo di usarla il meno possibile ma quando lo facciamo ci assale il dubbio e il “rimorso” che ha descritto benissimo l’autore.

      Vorremmo passare a una elettrica, però non troviamo un modello che soddisfi i requisiti che abbiamo in termini di spazio e autonomia (a parte la Model Y, che però è assolutamente fuori budget), e un’altra considerazione è che noi la usiamo pochissimo, privilegiando l’altra elettrica, ma se finisse in mano a un’altra famiglia che la usasse come auto principale, il suo inquinamento peggiorerebbe in realtà, perchè magari invece di 10.000km ne farebbe 20 o 30k all’anno.

      Noi nel dubbio stiamo alla finestra e usiamo il più possibile la id.3, abbiamo visto la Enyaq ed era tra le papabili, ma per ora i limiti software di VW ci stanno tenendo alla larga. Quest’anno potrebbero uscire molti altri modelli, vedremo.

      • Salve Luca, anche io ho valutato incauto più piccola, per esempio una ID.3 o una Leaf (quest’ultima però esteticamente non amo molto). Essendo però l’unica auto in famiglia, ho bisogno di una certa capacità di carico… percorro circa 15000 km all’anno forse in futuro aumenteranno in base alle uscite nei week end.

        • Nono, ci siamo fraintesi. Noi abbiamo preso una id.3 per sostituire una Giulietta diesel, la Lodgy è ancora presente. Ma siccome la id.3 ci ha convinto dell’elettrico, vogliamo sostituire anche questa, e stiamo cercando il modello adatto.

          • @Luca grazie, capito! 😉
            Io in famiglia ho un’auto sola perché ho la fortuna di lavorare molto vicino a mia moglie, per cui ci muoviamo sempre insieme; già questo in effetti è un risparmio sia in termini di denaro che di inquinamento. Ho anche valutato la possibilità di comprare una seconda auto elettrica da usare tutti i giorni per il tragitto casa-lavoro . Però pensando con mia moglie a questa cosa, abbiamo convenuto che in ogni caso un’auto piccola tipo Zoe o Volkswagen Up, non hanno la comodità che offrono auto più grandi e concepite per la famiglia vedi crossover e\o monovolume. E comunque rimarrebbe il bollo e l’assicurazione da pagare per la Touran…. Senza contare che i prezzi dell’usato in questo periodo sono assurdi, come accennato da altri utenti.

  13. Io giro a metano e mi sento in colpa (seppur in forma minore in quanto non c’è la raffinazione iperinquinante e viaggia nei tubi) per quelle popolazioni che stanno pagando il prezzo più alto del surriscaldamento climatico.

    Qui abbiamo gente che genera volontariamente confusione pensando a come continuare a far guadagnare soldi agli straricchi del petrolio, in certi paesi la gente deve abbandonare tutto e migrare (e spesso morire) per cercare di sopravvivere trovando un posto dove coltivare senza siccità e piogge torrenziali nella speranza di mettere qualcosa sotto i denti.

    Ed in italia quando arrivano questi immigrati qualcuno ha pure il coraggio di essere da un lato ostile con loro, dall’altro amico e protettore di chi ci ha portati a questa situazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome