Home Moto & Scooter “Vecchia Vespa in elettrico: la mia proposta per ri-omologare”

“Vecchia Vespa in elettrico: la mia proposta per ri-omologare”

0
CONDIVIDI

Max Ratano, l’autodidatta che ha trasformato una vecchia Vespa in elettrico scontrandosi poi con problemi di omologazione (qui l’articolo), ha scritto una lettera aperta al governo. Ratano aveva denunciato il costo esoso del percorso di riomologazione (circa 10 mila euro), sollecitando il ministero a intervenire. Sollecito condiviso dai ragazzi riminesi di Motoveloci, che hanno un realizzato un kit per mettere la vecchia Vespa in elettrico, il Retrokit (leggi qui). Ecco la lettera di Ratano, le cui opinioni politiche, ovviamente, impegnano solo lui.

                              di Max Ratano

Ciao,  sono contento che i ragazzi di Rimini abbiano giocato di sponda, alimentando la discussione su un tema che condividiamo. Dato che il problema è nostro, e quando dico nostro intendo tutti quelli come noi, sarebbe bello discutere la materia in modo da poter suggerire ai politici come agevolarci. Se non sbaglio la materia è di competenza del ministro dei trasporti e quindi di Danilo Toninelli. Non nascondo di essere un sostenitore filogovernativo! Toninelli mi è simpatico, sarà per l’aspetto bizzarro che contrasta con la serietà, sarà che ha un modo di fare genuino e nel contempo professionale.

Max Ratano con la sua vecchia Vespa trasformata in elettrico.

“Loro non han tempo, ci pensiamo noi”

“Penso che sia veramente uno di noi, “un cittadino” . Tuttavia ha una montagna di problemi più importanti dei nostri, e non ha tempo di pensarci ( Roma ci sta pensando? stiamo freschi…. Quindi  alla legge ci pensiamo noi ovviamente con cognizione e onestà, (chi fa da sé fa per tre ). Si chiama cittadinanza attiva. Loro devono solo votarla. Se le regole hanno concesso di salvare le banche in una notte, non vedo perchè non devono salvare anche noi, magari nel Milleproroghe. Sarebbe la prima volta che la manina dà qualcosa anche ai piccoli artigiani, che non hanno voce. Se può servire, sono pronto a fare la marcia su Roma in EcoVespa, senza targa! Magari scortato dai Vespaclub come fossero centurioni“.

“Costo massimo 300 euro con 4 verifiche”

“Avrei pensato una soluzione semplice e non da labirintite ( tanto per citare Beppe Grillo). Quando un veicolo semplice come la Vespa, la Fiat 500, la Citroen 2cv ecc.(mezzi definiti “ignoranti”, privi di apparati elettronici), devono essere esaminati presso la Motorizzazione (MTC), un tecnico MTC e un tecnico ASI  controllano che:

la struttura portante, telaio, tipo delle sospensioni, freni, sterzo, non siano state modificate.
la potenza in kW sia pari all’originale, o comunque con velocità massima invariata. E l’impianto di illuminazione non deve essere inferiore all’originale per efficienza.
la massa del veicolo non deve superare del 15% del peso originale in ordine di marcia, la distribuzione dei pesi non deve compromettere la frenata. E garantire un comportamento dinamico dignitoso in linea con l’originale. Sono ammessi ammortizzatori/ forcelle più consoni alle nuove esigenze, fermo restando che il tipo di configurazione della sospensione non cambi.
 si verifica a vista la bontà dei cablaggi, fusibili, interruttore termico di protezione.
Se il veicolo ha tutti i requisiti in ordine, viene ritenuto idoneo alla circolazione semplicemente con un cambio di alimentazione. Il tutto entro 30 giorni solari dalla richiesta e un costo massimo di 300 euro. La durata dell’esame dovrebbe essere circa un’ora.