Home Bici V1: la V-ita nuova della ebike italiana

V1: la V-ita nuova della ebike italiana

1
CONDIVIDI

V1 V-ita è una ebike made in Italy compatta e leggera dotata di antifurto e dal costo ridotto. Ha stregato Eicma 2018 con i suoi milioni di combinazioni cromatiche e la sua concretezza

Una ebike semplicissima a prima vista, eppure dalla tecnologia all’avanguardia. Ecco l’italianissima  V-ita V1, bici che ha rubato l’occhio all’ultima edizione di Eicma all’inizio di novembre. Parliamo di una ebike dalle dimensioni ridotte (monta ruote da 20’’) e dal peso minimo: 16 kg tutto compreso.

Ma parliamo anche di una bici a pedalata assistita che vuole farsi notare per tante cose. Ad esempio il costruttore permette di configurare il proprio modello direttamente sul sito. Ci sono oltre 6 milioni di combinazioni differenti di colori per la scocca (6.834.735 per la precisione). 

V-ITA infatti offre un’ampia gamma di vernici applicabili su qualunque componente della bici: interno telaio, codino, cerchi e parafanghi, tutto è colorabile a proprio piacimento. Prezzi: la V1 V-ITA Smart è venduta a 1.299,99 euro, l’Evolution invece a 1.799,99 euro. Si può configurare direttamente sul sito aziendale e farsela spedire a casa. Oppure cercare un rivenditore autorizzato.

La V1 V-ita è anche concretezza

Elemento caratterizzante della V1 V-ITA è il telaio: è realizzato in aviation alluminium, una speciale lega di alluminio e zinco. Un telaio brevettato che garantisce leggerezza e un’alta resistenza a urti, sforzi, peso e torsione. La batteria è direttamente integrata all’interno della scocca come si conviene adesso. Pulizia della linea e resistenza agli urti ne guadagnano.

Il motore della V1 V-ITA, alloggiato nel mozzo ruota posteriore, genera 250 W di potenza da regola. Sfrutta quindi l’energia fornita dalla batteria al Litio da 4,4 Ah, che garantisce tra i 40 e i 50 km di autonomia. Il tempo di ricarica è tra le 2,5 e le 5 ore. 

Le ruote hanno diametro ridotto rispetto alle classiche city bike: sono da 20” e sono a raggi. I freni a disco sono azionati da un comando a filo. Ma V-ITA propone anche V1 E-Volution che ha una dotazione migliore. Ad esempio la batteria con una capacità di 5,8 Ah (50-60 km di autonomia). La forcella con un ammortizzatore, i freni idraulici, i cerchi in lega di magnesio. 

Optional disponibile per entrambe è il sensore Torque, che regola la coppia erogata dal motore in funzione dell’intensità della pedalata.

Non solo meccanica per V1 V-ita

La V1 V-ITA può connettersi via Bluetooth allo smartphone e, grazie a due altoparlanti nascosti nel telaio, farci ascoltare la nostra musica preferita. 

Attraverso la strumentazione appena sotto al manubrio invece si può selezionare il livello di assistenza desiderato tra i 4 disponibili: Fitness Mode (0%), Aerobic Mode (25%), Eco Mode (50%) e infine Speed Mode (90%).

V1 di V-ITA sfrutta un faro a LED frontale e due fari con tecnologia laser al posteriore (optional sulla versione Smart, di serie sulla Evolution). Servono a delimitare il percorso grazie alla proiezione di due fasci luminosi sull’asfalto, per essere ben visibili anche di notte. Non mancano nemmeno gli indicatori di direzione, sempre a LED.

Un sistema di allarme utile

Visto che le ebike fanno gola ai malintenzionati V-ita ha pensato all’antifurto. Di serie su tutti i modelli c’è l’antifurto con telecomando, che oltre a bloccare il vano batteria, emette un potente suono in caso qualcuno provi a spostarla con antifurto inserito. Disponibile una presa USB per ricaricare lo smartphone o altro.

V-ita parte da Napoli e dalla Campania dove la rete di rivenditori e ormai veramente capillare. Interessante come ci siano aziende che stanno innovando nel mondo della mobilità elettrica proprio in un territorio orfano della metallurgia pesante e inquinante. Nel vecchio polo Italsider ha sede anche anche Best bike di cui ci siamo occupati tempo fa. La riscossa del sud Italia può arrivare anche da qui.

1 COMMENTO

Comments are closed.