Home Auto Uno schiaffo a Tesla dal report-affidabilità di JD Power

Uno schiaffo a Tesla dal report-affidabilità di JD Power

39
CONDIVIDI

Uno schiaffo a Tesla nell’utimo rapporto di JD Power sull’affidabilità delle auto. L’indagine è stata effettuata negli Stati Uniti e sta creando un certo scalpore.

Uno schiaffo a Tesla: finisce 31° su 34 marchi

JD Power è un istituto famoso per i suoi studi sull’affidabilità delle vetture. Il report 2021 è il 32° della serie e prende in esame 34 marchi. Viene realizzato intervistando automobilisti in tutti i 50 Stati americani, grazie alla collaborazione con le Case produttrici. Ma Tesla, sempre gelosa dei suoi dati, si è rifiutata di dare supporto all’indagine, negando gli elenchi dei clienti. Ed è finita così fuori classifica, nella pagella stilata per problemi segnalati ogni 100 veicoli. JD Power si è comunque arrangiata con interviste parziali: in base ai dati raccolti, Tesla sarebbe arrivata al 31° posto su 34.

—-     La classifica 2021 di JD Power  —-

uno schiaffo a Tesla
Fonte del grafico: JD Power 2021 Vehicle Dependability Study.
A Tesla vengono attribuiti 176 difetti segnalati ogni 100 veicoli. Lexus, che guida la classifica, si ferma a 81. Solo altri tre marchi fanno peggio, come mostra il grafico sopra: Jaguar, Alfa Romeo e Land Rover. Uno schiaffo a Tesla che forse si spiega col fatto che i difetti sono considerati tutti sullo stesso piano. È noto che le auto di Elon Musk soffrono di diverse imperfezioni (verniciatura, finiture…) che non incidono sulla funzionalità dell’auto.

In testa alla classifica coreani, giapponesi e Porsche

E così si assiste a un fenomeno singolare: i clienti Tesla si dicono in genere molto soddisfatti dell’acquisto. E intenzionati a ridare fiducia al marchio californiano per la prossima auto. Ma nelle classifiche sulla qualità l’azienda di Elon Musk finisce sempre in posizioni di rincalzoNell’indagine 2020 di Consumer Report, altro riferimento molto importante negli Stati Uniti, Tesla non era andata oltre l’undicesimo posto. 
uno schiaffo a Tesla
La Porsche 911, primo tra tutti i modelli per affidabilità. Tra i marchi prevale Lexus, tra i brand di massa Kia.
Tornando all’indagine JD Power 2021, i risultati in sintesi sono questi:
  • I marchi coreani e giapponesi sono i migliori, con il minor numero di problemi (115/100) rispetto ai brand americani (126/100) e europei (13/100). In particolare la Kia (gruppo Hyundai) svetta tra i marchi che producono auto di massa.
  • Il modello più affidabile più affidabile  in assoluto è la Porsche 911. Ed è la seconda volta che accada in tre anni.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube—-

 

Apri commenti

39 COMMENTI

  1. Fatemi capire…..guai a criticare le Tesla!!!! Sono auto perfette, resistentissime, di qualità superiore!!!!! Ragazzi, un anno e mezzo senza ruggine , mica pizza e fichi 😂😂😂, quindi un mio amico che la possiede da 5 anni e che si lamenta dei disallineamenti , della vernice e dei sedili a dir poco vissuti , cos’è? Uno poco obbiettivo?

  2. Si faccia misurare la febbre da fake e da troll piuttosto.
    1) meno male che non é lei a vigilare sulle emissioni elettromagnetiche. Mi sento già molto più tranquillo.
    2) Mi ha beccato, Elon Musk mi paga sottobanco in bitcoin. E alla millesima risposta a pseudotroll e pizza e fichi di giornata mi regalerà un model 3. Le svelo un segreto: io la venderò perché nel mio garage purtroppo non entra e prenderò una 500e. Ma questo é un segreto, la prego non glielo dica.

  3. Se condideriamo che la meccanica di un motore elettrico non lascia molto spazio al verificarsi di difetti come per un termico, dove le componenti sono molte,di più credo che le Tesla siano assemblate da cane, e cioè i difetti siano molto più dovuti al montaggio frettoloso e al risparmio di materiali.
    (Model 3 performance ha lo spoiler posteriore attaccato con il biadesivo, lil disallineamento delle portiere e la verniciatura sono molto discussi e documentati con molti video . A fronte di questo il callcenterTesla credo sia ancora in ingua inglese.

    • Tomas, ritirati sull’eremo a mangiare bacche e vermi. Non sei adatto al vivere in una società civile, dove dichiarare il falso è reato, oltre che immorale. Parlate, tu ed i tuoi seguaci, con chi ha esperienza diretta di uso da molti anni e smettetela di sparare stupide sciocchezze. Avete rotto i santissimi.

  4. Sono sottoposte alle stesse norme italiane e comunitarie di tutte le altre possibili sorgenti di campi elettromagnetici, perché fate terrorismo elettromagnetico? Vi diverte tanto? Boh

    • Lei parla come un portatore di interessi della questione e la cosa non è bella.

      Le prove dei campi elettromagnetici è giusto farle in quanto nell’ambito del limite di legge ci sarà chi si posiziona verso l’alto (peggio) e chi verso il basso (meglio), a quel punto l’acquirente può scegliere anche in base a quei parametri.

  5. Inquinamento elettromagnetico.

    Qualche tempo fa ho scritto nei commenti una richiesta a Vaielettrico affinché trattassero il tema in un post dedicato. Ad oggi non ho letto nulla in merito. Eccetto il commento di Nicola, qui sopra. Sarebbe utile che Vaielettrico chiedesse ad un’associazione di consumatori di fare un test sulle 10 elettriche maggiormente presenti nel parco auto nazionale e si sapesse una volta per tutte se siano entro i limiti di legge e che effetti l’esposizione possa provocare secondo le conoscenze scientifiche piu’ aggiornate. Grazie.

  6. Infatti ,uno dei più famosi youtuber italiani che ha Tesla consiglia di fare trattamento pfc sulla vernice o addirittura wrapparle

  7. Per chi segue il forum di tesla Usa non è nulla di nuovo.. esistono Infiniti gruppi e infinite segnalazioni di ruggine vicino ai passaruota dopo pochi mesi, vernice a puntini o mancante, carrozzeria con disallineamenti di molti mm( poi sono quelli che criticano le Dacia nonostante siano allineate meglio rispetto a Tesla) .. ci sono anche diverse noi meccaniche sospensioni, bracci… per non parlare del difetto mcu1 che faceva buttare il display centrale della model s a carico del proprietario, molti motori sostituiti anche più volte sulla S.. vi è veramente di tutto..O migliorano o come già visto in Norvegia appena arrivano i competitor non comprano più Tesla.. peccato perché è l’unica auto elettrica che potrebbe aver senso comprare se si ha molta grana..

    • Infatti uno dei terrori che ho è che essendo state costruire con lamiera molto sottile per questioni di peso ed essendo state concepite in California tra qualche anno, dove il sale viene usato spesso sulle strade, ste povere model 3 diventino dei mucchietti di ruggine.

    • Forse dovresti dare un’occhiata alle vendite di dicembre in Norvegia, qualche competitor si è gia sgonfiato…
      Posso concederti qualche mm sugli allineamenti, ma di ruggine ne ho vista ben poca, né sulla mia in 1 anno e 1/2, ne sulle migliaia che vedo tutti i giorni qui a Bergen. E questo nonostante il sale sulle strade.

      • Concedere? Lo conceda alla sua auto, se è fortunato meglio per lei…

        Se siete contenti che un’auto con ben 1 anno mezzo non ha ancora la ruggine…. Voglio dire grande vittoria…
        Nel 2015 vendetti una Peugeot 406 con 18 anni di vita di cui 9 vissuti fuori senza ruggine.Comprata nuova e senza sostituzioni a parte manutenzione è stata venduta funzionante , una pericolosa auto a benzina verde euro 2, con la quale in famiglia abbiamo affrontato nevicate in montagna tenendo le catene anche per 10 giorni di fila.. ……Vedremo se le Model 3 arriveranno a tale età con batterie e motori originali… Senza contare la carrozzeria..

        • Sei tu che hai detto che cadono a pezzi dalla ruggine. Io ne vedo decine tutti i gironi, anche di 8 anni, e di ruggine continuo a non vederne.
          Se poi, visto che sei dichiaratamente nostalgico dei motori endotermici, vuoi per forza dimostrare che le full electric (o forse le Tesla) cadono a pezzi, perché non riesci a dimostrare altro…
          Qualche endotermica l’ho avuta anche io eh, non è che son nato ieri. Credo di avere ancora qualche capacità critica per riuscire a distinguere un’auto da un catorcio.

  8. Bho io ho 2 Tesla e hanno fatto tra tutto quasi 200mila km non hanno mai visto il meccanico le altre auto saranno una fantascienza allora se queste sono così scarse, ho avuto nella vita la fortuna di guidare tanti altri marchi e credo i più blasonati per non fare il fun di Tesla diciamo che mi pare gli altri non siano meglio, certo con le altre auto a oggi di tagliandi e costi obbligatori ne avrei dovuti sostenere, sarà questo il motivo che essendo l’auto non va’ mai dal meccanico allora non hanno un tracciato delle utenze?

    • hai ragione Giuseppe, anch’io ho due Tesla, oltre a kona,zoe e mercedes B (già resa, dopo 3 anni di nolo). per uno stop bruciato sulla model 3 ed una portiera malfunzionante sulla model X, abbiamo ricevuto l’intervento dell’auto officina qui in azienda a costo zero. 40 minuti e via.
      Penso sia una spirale di invidia e di odio concorrenziale, ciò che impone a tanti di cercare di demolire chi GLI HA DEMOLITO UN MONDO STORICO DI ENORMI GUADAGNI E TANTE RICCHE PROSPETTIVE.

  9. Veramente il sondaggio x Tesla lo hanno fatto su proprietari di auto MY2017. Anno in cui era già risaputo dei problemi che Tesla ha avuto in produzione e qualità.
    Sembra che JD si sia proprio impegnata x screditarli.
    Mazzette dai competitors? 🙂

  10. Mi piacerebbe conoscere come si identifica un difetto e come viene pesato .
    Da parte mia dopo aver acquistato 56 Auto durante la mia vita automobilistica non mi trovo molto d accordo su questo ranking .
    Ad esempio LEXUS Nx 300 è stata la peggiore Auto per la Carrozzeria , è stato cambiato due volte il cofano anteriore a causa delle evidenti sbattimenti anche a velocità di 120 kmh dietro un altro veicolo . Sicuramente TESLA ha dei difetti sopratutto nelle finiture , per cui o la lasci fuori classifica o devi fare le stesse interviste degli altri

    • Boh io quella che ho avuto a noleggio (una 3 L.R. targata FV nel giugno 2019) faceva un rumore come di trasmissione (ma non avendocela ho pensato ad uno oppure ai due motori strapazzati). Vero è che purtroppo le auto a noleggio vengono sempre trattate malissimo.

      Per il resto a parte i campi elettromagnetici a mio avviso importanti, presenti nell’abitacolo e rivenienti da quel che ho capito (da bluetooth e rfid) e NON DAI MOTORI nulla da dire.

      Il mio commento sopra è dato dal fatto che ai miei occhi il fatto che Musk abbia dato credibilità ai Bit Coin (una cosa inventata dal nulla da uno che si nasconde, che è basata sull’entusiasmo e l’illusione collettiva….ed il giorno in cui non sarà più oggetto di speculazione diventerà un bagno di sangue per coloro che ci hanno creduto) si è trasformato in un forte calo di fiducia nei suoi confronti ed in parte nei suoi prodotti.

      • @Nicola mi sembra tu sia vagamente fissato sui campi elettromagnetici. Hai per caso misurato le altre auto aventi comunque il bluetooth e Wi-Fi? Inoltre musk ha smentito il discorso bit coin da parte sua. Tesla ha molti difetti a livello di finiture anche se è notevolmente migliorata ma una macchina per primo deve non rompersi.

        • Certo, Zoe è il doppio, Jeep Compass il triplo, Peugeot 3008 analogo/qualcosa meno.

          Qui per non farci fare la fatica di schiacciare il tasto della chiave oppure per permetterci di fare non so che cosa con lo smarphone ci stanno inondando di campi elettromagnetici.

      • Nicola mi complimento per la chiarezza e la coerenza dei suoi post. Ha brillantemente chiarito varie volte il suo pensiero: lei misura campi elettromagnetici fuori norma nelle Tesla e ce l’ha con Musk per delle frasi sui bitcoin. Ogni articolo é buono per ripeterlo.
        Le 2 cose rigorosamente in stretta associazione. Mi sembra un po’ una tecnica di comunicazione piuttosto efficace già vista all’opera per 5g e covid, terrapiattismo, clorochinismo, etc.
        Continui continui, lei é la luce che ci condurrá alla salvezza…

        • I campi sono reali e purtroppo Tesla non è l’unica (e c’è di peggio), come ho scritto sopra a Sig.Riccardo li ho rilevati pure su altre vetture.

          Cribbio, ci hanno sempre detto che telefonare in auto era pericoloso in quanto la scocca aumentava gli effetti del campo elettromagnetico ed ora ci fanno stare costantemente immersi?!?!?!?

          E i valori in V/m sono simili e superiori alla telefonata.

          • Lei ha iniziato a fare misure e a scriverne solo a proposito di Tesla e su vaielettrico però. Molto strano. Non si è mai preoccupato di chi telefona da decenni in macchina. Su 4R non aveva mai pensato di scriverlo per Fiat, Alfa, audi, bmw e mercedes. Sará! Mi dica pure del 5g. Le emissioni sar devono rispettare norme precise, lei le conosce bene? Si occupa di inquinamento elettromagnetico? Se così fosse ha un modo strano di occuparsene…

          • In questo topic si parla di Tesla e sono partito da li.

            Ho dettagliato anche chiaramente che Zoe ne ha di più e Jeep Compass diesel ancora i più.

          • Io mi sono dovuto occupare della cosa per motivi non legati alla mia professione e mi rifaccio alle indicazioni fornitemi da un Professore dell’Istituto GEA che tra le altre cose mi ha detto che la SAR è una misura w/kg di impatto valutata su manichini di gel non del tutto esaustiva.
            A me ha consigliato il V/m o meglio microvatt per centimetro quadrato come usano i tedeschi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome