Home Flotte Una flotta di e-cargo bike per Poste: ci pensa Mobee

Una flotta di e-cargo bike per Poste: ci pensa Mobee

4
mobee poste
Il veicolo brandizzato per poste Italiane. In sella Davide Morando, fondatore di Mobee assieme a Stefano Amici (in piedi, alla sua destra)
Charxcontrol

Mobee,  start up milanese specializzata nel fleet management di veicoli elettrici leggeri, fornirà a Poste Italiane una flotta di e-cargo bike. Sarà impiegata per la distribuzione di corrispondenza e pacchi nelle città di Alessandria, Viareggio e Ferrara. L’accordo è in linea con il Piano “2024 Sustain & Innovate” (“24 SI”) di Poste Italiane, teso a contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Trenta clienti per Mobee, serviti end-to-end

Mobee (qui il sito) è nata nel 2019 per sviluppare e dare impulso ad una mobilità sempre più sostenibile nelle aree urbane. Fondata da Stefano Amici e Davide Morando, si rivolge principalmente ai canali B2B e dispone di e-cargo bikes ed e-scooter, in grado di agevolare le attività di delivery urbane. Fornisce ai clienti un servizio end-toend. Quindi noleggio a lungo termine dei mezzi, brandizzazione, gestione della flotta, manutenzione e assistenza in un unico contratto. I mezzi disponibili sono gli scooter elettrici SuperSoco e Robo Sunra, e le e-cargo bike dell’olandese Urban Arrow e dell’italiana BCargo.

Dalla fondazione ad oggi Mobee ha messo in strada un centinaio di beicoli e servito circa 30 clienti, tra i quali Domino’s Pizza. Tuttavia i due fondatori tendono ad evitare il settore food: «La nostra visione di sostenibilità non si ferma all’ambiente, ma comprende anche i risvolti sociali: nel food, purtroppo, sono ancora troppe le organizazioni che sfruttano il lavoro in modi per noi inaccettabili» spiega Morando.

Mobee fornirà a Poste 9 mezzi, ma è solo il primo test

mobee poste
La e-cargo bike BCargo, oggetto dell’accordo fra Mobee e Poste italiane

L’attenzione delle aziende nei riguardi dell’ambiente è cresciuta sensibilmente negli ultimi anni. Ad oggi, portare avanti un’attività economica che tenga conto delle emissioni è un punto estremamente importante per diversi modelli di business, sottolinano a Mobeed.

L’accordo fra Mobee e Poste italiane prevede per ora la fornitura di 9 e-cargo bike (sono state scelte quelle dell’ italiana Bi Cargo) per un periodo di 24 mesi. Una sperimentazione durata un anno ha già verificato l’idoneità dei mezzi. Se il test darà buoni risultati, Poste Italiane potrebbe estendere l’impiego alle principali città italiane.

 Stefano Amici e Davide Morando, fondatori di Mobee hanno commentato l’accordo fra Mobee e Poste: «Si tratta di una grande opportunità per noi. Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione con Poste Italiane, che inizierà con una fase di  test ad Alessandria, Viareggio e Ferrara».

«È estremamente importante _ hanno proseguito _ che un’azienda come Poste Italiane condivida pienamente la nostra mission, credendo nel nostro lavoro e nei valori che costituiscono la nostra azienda”.

—-Vuoi far parte della nostra community e restare sempre informato? Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale YouTube

Apri commenti

4 COMMENTI

Rispondi