Home Mondo elettrico Una Brugola speciale per il fissaggio-batterie

Una Brugola speciale per il fissaggio-batterie

0
(Foto d'archivio di viti Brugola non riferite al progetto, dal sito aziendale).
Charxcontrol

Una Brugola speciale per il fissaggio batterie. L’azienda di Lissone ha concluso uno studio che  porta a nuove soluzioni di viti studiate per i veicoli elettrici. 

una brugola speciale
(foto dal sito Brugola non riferita al progetto).

Una Brugola speciale per fissare il pacco-batterie allo chassis

Il mondo dell’elettrico affonda ogni giorno ambiti nuovi in cui migliorare l’efficienza e l’affidabilità complessiva. Questo progetto è nato dall’esigenza di un cliente di creare un sistema di fissaggio del pacco batteria sullo chassis dell’auto. Ottenendo una resistenza da contatto estremamente bassa, così da evitare perdite di energia. Generalmente, la migliore conduzione si ottiene utilizzando viti senza rivestimento, grazie alla loro minore resistività intrinseca. Tuttavia le viti non rivestite sono soggette a forti fenomeni di ossidazione. La sfida è stata trovare il miglior compromesso tra l’ottimizzazione della trasmissione di corrente e la resistenza alla corrosione. Mantenendo al contempo performance delle viti e bassa resistività elettrica. A livello tecnico, il progetto è iniziato con la caratterizzazione meccanica ed elettrica di un giunto bullonato per applicazioni relative al pacco batteria.

una brugola specialeSi è partiti da test su quattro famiglie di rivestimenti

Partendo da un giunto (un’unione smontabile di due o più parti collegate da una vite), sono stati effettuati test su quattro diverse famiglie di rivestimenti. Per individuare la più adatta al fine di raggiungere gli standard del progetto. L’attenzione si è poi concentrata sul rivestimento zinco/nichel con colorazioni argento e nero, con o senza sigillante. Il sigillante è un prodotto applicato sulla vite che ne garantisce un’elevata resistenza alla corrosione e, insieme al lubrificante, un coefficiente di attrito stabile. Nel giunto bullonato è stato inoltre inserito uno strato di isolante resistente alle alte temperature. Un passaggio importante è stata la valutazione della strategia di serraggio da utilizzare. In questo studio, infatti, il serraggio è fondamentale per la buona riuscita della trasmissione elettrica. In quanto influenza non solo la compressione delle parti, quindi il serraggio meccanico, ma anche la relativa resistenza elettrica.

una Brugola speciale.
Jody Brugola, n.1 dell’azienda brianzola.

Una Brugola speciale allo studio dell’Associazione degli ingegneri tedeschi

Successivamente, è stato utilizzato un sistema di misura a 4 terminali, conosciuto come doppio ponte di Kelvin, fornendo quindi corrente all’interno del giunto. E misurando la caduta di tensione per valutare la variazione di resistenza elettrica, fissata per lo studio al valore limite di 1,5 milliohm (mΩ). Dai primi test è emerso che la configurazione con rivestimento nero superava i valori limite. Il compromesso ottimale è risultato essere quello in zinco/nichel con colorazione silver e con sigillante, un elemento importante che migliora la resistenza alla corrosione. Le viti sono state poi testate nella camera a nebbia salina che simula le condizioni atmosferiche e consente di ricreare un attacco corrosivo. Dai test è stata confermata la scelta migliore nel rivestimento silver. Lo studio è oggetto di interesse da parte dell’Associazione degli Ingegneri Tedeschi (Verein Deutscher Ingenieure), che lavora alla stesura della norma VDI2231. Riguardante giunti bullonati dedicati alla trasmissione di corrente.

YouTube player

– Iscriviti alla newsletter e al canale YouTube di Vaielettrico

Apri commenti

Rispondi