Home Auto Un video che racconta la 500e. E pensieri (nostri) su FCA/Fiat

Un video che racconta la 500e. E pensieri (nostri) su FCA/Fiat

0
CONDIVIDI
Olivier Francois e la nuova 500 elettrica davanti alla Scala (le foto di questo articolo sono tratte dal video Fiat).

Un video per raccontare la 500e. L’ha messo in rete la Casa torinese, montando assieme immagini registrate durante la presentazione di Milano con schermate che invece illustrano storia e dettagli tecnici. Co-protagonista: il capo della marca torinese, Olivier Francois.

Un video di 17 minuti spiega com’è, come prenotarla…

Chi è interessato alla 500 elettrica farebbe bene a guardarlo. Sono 17 minuti in cui il manager francese, al di là degli inevitabili auto-elogi, racconta bene (in inglese) che cos’è questa macchina italiana. Le parole d’ordine sono “energia e ottimismo”, il fatto che oggi tutti pensano alle auto elettriche, ma che questa è anche bella e funzionale, oltre ad essere emissioni zero. E che quindi il concetto di “ethics” si può estendere anche in “esthetiscs” e che “electric” si può declinare anche in “eclectic“.

Poi ci sono gli aspetti tecnici, di cui vi abbiamo più volte parlato. Il fatto che la 500e  vanti un’autonomia eccellente per la categoria, 320 km, “che diventano 400 se si guida in città“, promette Francois. Il vantaggio di poter ricaricare nelle colonnine super-fast, immettendo in soli 5 minuti l’energia necessaria a fare 50 km. Il fatto che lo spazio interno è molto maggiore rispetto all’attuale 500. E anche il fatto di avere una chiave “magica” che non solo è in materiale sostenibile, ma consente di accedere facilmente al noleggio di altre auto di FCA (Alfa, Maserati, persino il Ducato Fiat). Infine, si spiega come, dal telefonino, si prenota la 500e edizione La Prima, anticipando 500 euro.

FCA e i suoi alleati nella guerra che spacca i costruttori

Adesso qualche riflessione. Siamo italiani e tifiamo per l’industria e soprattutto per i posti di lavoro italiani. Ma onestà vuole che si dica che la posizione della Fiat nell’elettrico è un po’ scomoda. Diciamola tutta: il management attuale si trova a gestire la parte più gravosa dell’eredità di Sergio Marchionne, l’uomo a cui peraltro va dato il merito di avere salvato l’azienda quando tutti la davano per spacciata.

Un video L’ostinazione con la quale a lungo il manager canadese ha sbarrato a FCA la strada verso l’elettrico ha fatto perdere anni preziosi. Mettendolo ora in una posizione scomoda. Negli Stati Uniti FCA figura tra i pochi colossi dell’auto che sostengono Donald Trump nella guerra contro i limiti sulle emissioni dello Stato della California. Con il presidente ci sono anche Toyota e General Motors. Dall’altra parte ci sono invece Ford, il Gruppo Volkswagen-Audi, la BMW, la Honda e la Volvo. In Europa, invece, il numero uno di FCA, Mike Manley, come presidente dell’Associazione dei costruttori ACEA ha chiesto alla UE di soprassedere ai limiti sulle emissioni entrati in vigore nel 2020. Anche qui spaccando il fronte dei costruttori. Nel video Francois dice che “everyone wants to go green”. Ok, ma Torino deve dimostrare di volerlo fare davvero, non solo per schivare le multe di Bruxelles o della California.

Un video
Lo schermo touch al centro del cruscotto della nuova 500 elettrica (tutte le info sul sito ufficiali Fiat).