Home Auto Un test con Matteo e Paolo, chi ci sta?

Un test con Matteo e Paolo, chi ci sta?

41
CONDIVIDI
Lo Youtuber Matteo Valenza e Paolo Mariano, ideatori del test di sabato 4 giugno.
Un test con Matteo e Paolo, per verificare quanto consumano le nostre auto elettriche. Volete esserci anche voi? Scrivete a info@vaielettrico.it 
un test con Matteo e Paolo
Paolo e Matteo con l’esito del primo (controverso) test di consumi.

Un test con Matteo e Paolo, insieme sul Garda

Per chi non li conoscesse: Matteo di cognome fa Valenza, ed è uno dei più conosciuti e amati Youtuber che si occupano di mobilità elettrica. Paolo invece di cognome fa Mariano e i suoi test sono un apprezzatissimo punto di riferimento per lettori e follower di Vaielettrico, sul sito e sui social. I due sono diventati amici e già qualche mese fa si sono ritrovati per un primo test.  Per confrontarsi e divertirsi, senza nessuna pretesa di trarne risultati scientifici. Avevano messo a confronto i consumi della Tesla Model 3 Performance di Matteo con la Volkswagen ID.3 di Paolo, premettendo che non sono due auto esattamente comparabili. Ma i puristi avevano comunque storto il naso e così la strana coppia Matteo-Paolo ha pensato di riprovarci, allargando il campo dei partecipanti a …chi vuole starci. In questo video c’è la chiamata alle armi, per trascorrere qualche ora facendo nuove amicizie e imparando qualcosa sulle auto elettriche.
un test con Matteo e Paolo
Matteo Valenza

Dove e anche ora trovarsi, è tutto tra amici

Il ritrovo è sabato 4 giugno alle 9 e 30 al centro commerciale Elnos di Roncadelle, nel bresciano. Il programma? “Ricaricheremo le auto tutte al 90% e poi partiremo cercando di procedere in carovana. Autostrada fino a Peschiera e poi strada urbana/extraurbana (Gardesana orientale) fino a Riva del Garda. Rileveremo i consumi di ogni auto (consumi medi parziali e totali sul percorso)”. Sostanzialmente ricalcando il tragitto del primo video girato qualche mese fa. Al momento ha già aderito una decina di “elettro-nauti”, tra follower di Matteo Valenza e nostri lettori. Non si tratta, è bene precisarlo, di un evento ufficiale, ma di un ritrovo informale tra persone appassionate di mobilità elettrica. Disponibili a scambiare esperienze con nuovi amici. Per di più, aggiungiamo noi, amici simpatici e alla mano come Matteo e Paolo.

— Iscriviti gratuitamente alla Newsletter e al canale YouTube  di Vaielettrico.it —

Apri commenti

41 COMMENTI

  1. Sarei venuto volentieri ma mi consegnano la MG ZS EV Lunedì 6 :-(.
    Sarà per la prossima volta, intanto imparo a guidare in elettrico :-))

  2. Come sono tentato di partecipare ed incontrare le persone che con il loro lavoro mi hanno aiutato a fare il “salto tecnologico”! Bellissima iniziativa!
    Potrebbe fare comodo una Citroen e-C4 nella squadra o è già presente?
    La mia unica preoccupazione è che finora ho ricaricato solo a casa e non ho quindi esperienza sulle colonnine pubbliche.
    Partendo da Modena dovrei capire come non esservi di intralcio

  3. Con la mia Dacia Spring partendo da Pescara non arriverei a tempo nemmeno sfruttando il ponte del 2 Giugno 😜😜😜
    La prossima volta organizzate in Abruzzo o Zozne limitrofe e prometto che vengo.
    Cmq tanto per restare sull’argomento consumi, la Dacia, sugli ultimi 5000 km, da febbraio ad oggi, ha avuto la media di 10.0kWh per 100km in ambito cittadino ed extraurbano (max 70km/h). L’auto ha pwrcorso quasi 14.000km da Settembre 2021.

  4. Peccato perché mi sarebbe tanto piaciuto partecipare, ma ho altri impegni e l’ho saputo solo oggi.
    VW ID 3 Pro S – Bolzano

  5. Se riesco ci vengo volentieri con la Twingo elettrica. All’appuntamento ci arriverà bella scarica, vista la distanza,ci vorrà pazienza 😉 l’unica perplessità è c’è cade nel ponte del 2 giugno, devo vedere se la family non ha altri progetti

  6. Caspita ragazzi ma non si potrebbe fare l’11? Il meteo mette tempeste ovunque 😂 parteciperei volentieri con mia moglie e la zoe, ma dovrebbe esserci rigorosamente il sole 😅

  7. Bella iniziativa, ma io sarei più interessato al track mode della Model 3 Performance su strada privata, con controlli di trazione disattivati e potenza tutta dirottata al posteriore … (facendola guidare a Matteo, chiaramente). Peccato che non ho tempo per salire, altrimenti ci sarei venuto volentieri.

    Comunque ancora complimenti!

    • il buon Matteo ha avuto il coraggio di metterla in mano
      a chi ha un piede più pesante del suo
      a uno che sulla pista ci dorme e non ha nessun pregiudizio sulle elettriche

      https://www.youtube.com/watch?v=6nEh0XlZESE

      comunque per andare veloce in pista non ha senso trasferire tutta la potenza al posteriore
      se ti piace il drift , la tesla ha introdotto un specifica modalità
      il “drift mode”

      • Mi giri qualche link? Io per Tesla conoscevo il track mode, il dyno mode ma il drift mode no (se non after market, a pagamento). Il drift non serve per andare veloce in pista, è l’opposto, sacrifichi la performance e il tempo per dedicarti invece alla tecnica della derapata controllata, che è altra storia

          • Quello è il track mode … che si, serve a personalizzare alcuni aspetti dell’auto e che consente anche di driftare applicando le impostazioni che ho indicato … Non mi farò insegnare il drifting da un millenial 😅

          • è il trackmode v2 per le Tesla performance ,prima non c’era
            sulle altre non sarebbe possibile
            anche se c’è stata una società californiana che aveva fatto una mod per tutte le model 3
            per sbloccare potenza e controllo motore
            ma poi Tesla ha fatto una patch
            avevano promesso che avrebbero aggirato di nuovo il blocco
            ma non so come è andata a finire

  8. Mannaia la… Ammetto che mi sarebbe piaciuto partecipare col mio diselino, ho pensato spesso di propormi per un affiancamento, non pensate male, non con lo scopo denigratorio o di provare al divino le mie opinioni attuali, ma principalmente per darmi la chance di eventualmente cambiare idea.
    Non c’è modo migliore di tarare il tutto su qualcosa di reale.
    Ahimè son dentro fino al collo coi fornitori in super ritardo per traslocare, se mi salta (per l’ennesima volta) l’appuntamento col mobiliere mi volete? 😂
    Dal vivo son più simpatico promesso 😅😂

  9. Per la mia piccolina è impensabile 178 km quasi tutti in autostrada, lo scelta esclusivamente per uso quotidiano con qualche uscita entro i 150k non per percorsi autostradali.
    Sarà per un altra occasione quando sarete nelle mie zone.

      • Il problema sono i quasi 200km di autostrada per attivare alla partenza, e con i dati di consumo autostradale mi servirebbero due ricariche al 100% e una all’arrivo 😱

        • ….basta partire alle 4 del mattino, che ci vuole?
          (o “soggiornare” a Desenzano dal venerdì sera avendo pure una scusa per la famiglia, la si lascia al lago, prendono il traghetto così fanno un giro e vi ritrovate a Riva del Garda)

          • La famiglia non ha mai partecipato ai raduni, o qualsivoglia evento, di solito li faccio da solo 🤷
            Comunque sarà per un’altra volta magari se in zona.

          • Sicuramente , ci si potrebbe trovare a Bassano del Grappa e fare un test fino a Cima Grappa o Asiago 🤷 giusto per fare un po’ di montagna, magari d’inverno 😱😱

  10. Se abitassi dalle parti di Brescia, o Riva del Garda, parteciperei volentieri.

    Ma vorrei proporre di aggiugere un parametro da misurare.
    Quando arriverete a Riva del Garda, provate a ricaricare le auto al 90% usando lo stesso tipo di colonnina, in AC o DC con una certa potenza (esempo 50 kW), per tutte le auto e prendete nota dell’energia effettivamente caricata. Comprendo che questa operazione all fine del percorso porta via tempo, ma potreste farlo per almeno 3-4 automobili.
    Sono curioso di vedere i risultati.

    Buon raduno, buone misure e buon scambio di esperienze.

    • È assolutamente la stessa cosa che ho pensato anch’io leggendo l’articolo, ma me la sono tenuta per me per non fare la solita figura del saputello. Ma visto che lo ha detto lei mi associo senza meno.

      • Ci ragioniamo. Anche se non avremo un controllo sulla ricarica prima della partenza per tutte le auto. E quindi sarebbe poco parlante questo dato. Ma grazie per lo spunto!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome